HOME - Parodontologia
 
 
30 Giugno 2007

Salute del parodonto e cancro orale

di Renato Torlaschi


E’ solo l’ultima di una lunga serie di evidenze: questa volta si tratta di uno studio che mostra la correlazione tra la presenza di parodontiti e gengiviti con il rischio di sviluppare un tumore alla lingua.

I risultati sono stati pubblicati sul numero di maggio di Archives of Otolaryngology-Head & Neck Surgery. Impegnati nella ricerca sono stati l’università di Buffalo, nello stato di New York, e il Roswell Park Cancer Institute. Sono stati confrontati 51 individui - bianchi e di sesso maschile - che avevano sviluppato cancro alla lingua con altri 54 che non presentavano questa grave neoplasia. Analizzando con i raggi X lo stato parodontale dei pazienti, i ricercatori hanno calcolato l’assottigliamento dell’osso alveolare. Si è osservato che la perdita ossea è molto maggiore nelle persone malate di tumore: anche depurando le misurazioni in modo da non considerare le influenze dell’età e dell’abitudine al fumo, il rischio di cancro sembra aumentare di cinque volte per ogni millimetro di osso perso.

I ricercatori hanno ipotizzato quale ruolo causale l’infiammazione cronica connessa con le parodontiti: con il passare del tempo, i batteri oppure le tossine e gli enzimi che essi producono si rendano responsabili di alterazioni genetiche in cellule specifiche della lingua, che successivamente diventerebbero cancerose.

La ricerca americana è solo l’ultima di una lunga serie di indagini volte a inquadrare le patologie odontoiatriche in un contesto complessivo in cui sono presenti altri disturbi. La consapevolezza dell’importanza di una buona salute orale, non solo per gli aspetti estetici, ma per la salute generale è stata fatta propria anche dalle compagnie di assicurazione e tutta l’industria del settore sta rivolgendo un’attenzione notevole a questo tipo di ricerche scientifiche, anche per poter calibrare meglio l’offerta dei propri pacchetti assicurativi. Un esempio di questo interesse è offerto da una compagnia assicurativa americana, la Insurance Giant Aetna, che ha partecipato a uno studio condotto con la Columbia University: si è avuta la conferma che i costi medici complessivi di pazienti sofferenti di diabete e patologie cardiache si sono abbassati, quando sono state introdotte cure e misure igieniche dentali regolari.

GdO 2007; 11

Articoli correlati

Diventa Legge anche la sanzione per chi non consente l’utilizzo dei pagamenti attraverso il POS. Il provvedimento sarà in vigore non appena pubblicato in Gazzetta Ufficiale. ...


Savini (AIO): tre le lacune da chiarire adesso nel decreto legge recovery. Disponibili al confronto per tutelare la Professione


Approvato un emendamento alla legge di attuazione del Pnnr. La copertura delle assicurazioni professionali sarà valida solo se il sanitario ha raccolto almeno il 70% dei crediti ECM previsti


Requisiti delle nuove polizze Rc, garanzie minime degli assicuratori, intervento Ivass e definizione dei confini tra assicurazione ed autoritenzione del rischio: sono i temi centrali dei quattro...


Altri Articoli

Immagine d'archivio

Operava direttamente sui pazienti, denunciato e sequestrato il laboratorio. Utilizzava anche personale in nero. Garda il video della perquisizione


Pur legittimando l’obbligo vaccinale, i Giudici rilevano differenti trattamenti tra chi svolge l’attività come autonomo e chi come dipendente. Dubbi anche sulla sospensione dall’Albo


La pandemia ha ampliato gli adempimenti burocratici per lo studio odontoaitrico, per il dott. Cirulli la morte da burocrazia si evita con strategia mirate ed efficaci


L’odontoiatria digitale vista dal prof. Stefano Patroni, uno dei protagonisti del prossimo Congresso della Digital Dental Academy


Il 22 febbraio è possibile aggiudicarsi i 115 beni delle cliniche di Perugia e Foligno. Possibile partecipare a distanza così come visionare i beni online


 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Corsi ECM

 
 
 
 
 
 

I più letti

 
 

Corsi, Convegni, Eventi

 
 
 
 
 
 
 
 

Guarda i nostri video

Guarda i nostri video

Crediti ECM: come odontoiatri ed igienisti dentali possono gestirli dalla piattaforma CoGeAPS

 
 
 
 
 
 
 
 
chiudi