HOME - Parodontologia
 
 
30 Giugno 2007

Salute del parodonto e cancro orale

di Renato Torlaschi


E’ solo l’ultima di una lunga serie di evidenze: questa volta si tratta di uno studio che mostra la correlazione tra la presenza di parodontiti e gengiviti con il rischio di sviluppare un tumore alla lingua.

I risultati sono stati pubblicati sul numero di maggio di Archives of Otolaryngology-Head & Neck Surgery. Impegnati nella ricerca sono stati l’università di Buffalo, nello stato di New York, e il Roswell Park Cancer Institute. Sono stati confrontati 51 individui - bianchi e di sesso maschile - che avevano sviluppato cancro alla lingua con altri 54 che non presentavano questa grave neoplasia. Analizzando con i raggi X lo stato parodontale dei pazienti, i ricercatori hanno calcolato l’assottigliamento dell’osso alveolare. Si è osservato che la perdita ossea è molto maggiore nelle persone malate di tumore: anche depurando le misurazioni in modo da non considerare le influenze dell’età e dell’abitudine al fumo, il rischio di cancro sembra aumentare di cinque volte per ogni millimetro di osso perso.

I ricercatori hanno ipotizzato quale ruolo causale l’infiammazione cronica connessa con le parodontiti: con il passare del tempo, i batteri oppure le tossine e gli enzimi che essi producono si rendano responsabili di alterazioni genetiche in cellule specifiche della lingua, che successivamente diventerebbero cancerose.

La ricerca americana è solo l’ultima di una lunga serie di indagini volte a inquadrare le patologie odontoiatriche in un contesto complessivo in cui sono presenti altri disturbi. La consapevolezza dell’importanza di una buona salute orale, non solo per gli aspetti estetici, ma per la salute generale è stata fatta propria anche dalle compagnie di assicurazione e tutta l’industria del settore sta rivolgendo un’attenzione notevole a questo tipo di ricerche scientifiche, anche per poter calibrare meglio l’offerta dei propri pacchetti assicurativi. Un esempio di questo interesse è offerto da una compagnia assicurativa americana, la Insurance Giant Aetna, che ha partecipato a uno studio condotto con la Columbia University: si è avuta la conferma che i costi medici complessivi di pazienti sofferenti di diabete e patologie cardiache si sono abbassati, quando sono state introdotte cure e misure igieniche dentali regolari.

GdO 2007; 11

Articoli correlati

Requisiti delle nuove polizze Rc, garanzie minime degli assicuratori, intervento Ivass e definizione dei confini tra assicurazione ed autoritenzione del rischio: sono i temi centrali dei quattro...


Può capitare, nella concitazione di un intervento, mentre aiuta il professionista, l'assistente sbaglia un movimento e provoca un danno al paziente. In questo caso chi è responsabile?Ad...


"Anche se per i premi dei liberi professionisti cambierà per il momento poco, grazie alla legge 24 ci sono tutti i presupposti perché i costi della responsabilità medica per le...


Da ieri 29 agosto le norme contenute nella Legge 4 agosto 2017, n. 124 ("Legge annuale per il mercato e la concorrenza"), approvata lo scorso 2 agosto con il voto di fiducia (146 voti favorevoli e...


Altri Articoli

Un corso FAD EDRA (25 crediti ECM) fa il punto sulla diagnosi e cura delle patologie periapicali di origine endodontica. Il Corso è curato dal prof. Fabio Gorni


Seeberger (FDI): decisione storica, ora la si deve mettere in pratica in ogni singola Nazione per ridurre le disuguaglianze in tema di salute


Il Segretario Magenga risponde alla lettera del presidente Di Fabio sui requisiti necessari in tema di istruzione per  accedere al corso per ASO 


Una Delibera del Comitato Centrale sottolinea come non sia un documento ufficiale FNOMCeO ma un documento “tecnico di sintesi” elaborato autonomamente dalla CAO


La mappa delle oltre 5 mila società censite da ENPAM, previsto un gettito di oltre 7 milioni di euro. Controlli e sanzioni: previsti “incroci” con i dati delle Entrate 


 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Corsi ECM

 
 
 
 
 
 

I più letti

 
 

Corsi, Convegni, Eventi