HOME - Parodontologia
 
 
02 Maggio 2018

Diagnosi differenziale tra granuloma e cisti

Utilità della risonanza magnetica

di Lara Figini


La parodontite apicale si può distinguere in:

- ascesso (processo acuto);

- granuloma e cisti (processo cronico).

La parodontite apicale acuta consiste in un denso accumulo di neutrofili polimorfonucleati (PMN) associato a segni clinici di infiammazione, gonfiore e dolore (Guo et al., 2013). Un granuloma si presenta, invece, come una capsula fibrosa ben sviluppata infiltrata da linfociti, plasmacellule e macrofagi (Nair, 1997), generalmente senza sintomatologia. Si parla invece di cisti bay o a tasca qualora ci si trovi di fronte a una cavità rivestita di epitelio contigua all'apice del dente infetto, mentre si parla di cisti vera qualora si sia di fronte a una cavità completamente rivestita da epitelio senza comunicazione con l'apice dentale.

L'aspetto radiotrasparente di una lesione periapicale, indipendentemente dal tipo, è dovuto al riassorbimento osseo a causa della risposta dell'ospite all'infezione intra-radicolare. L’analisi istopatologica è considerata il gold standard per differenziare una lesione cistica da una non cistica, ma richiede l’asportazione chirurgica della lesione e nel caso di una cisti a tasca può essere diagnosticata solo successivamente a un’apicectomia esaminando contemporaneamente gli apici radicolari resecati e i tessuti molli alterati (Schulz et al., 2009).

La tomografia computerizzata multistrato (CT) è l’esame più accurato per il rilevamento di lesioni periapicali, rispetto alle radiografie periapicali o panoramiche mediante le quali non si può fare diagnosi certa di cisti o lesione granulomatosa. La CT però richiede una grande quantità di radiazioni ionizzanti. La risonanza magnetica (MRI), rappresenta un valido ausilio per la diagnosi, essendo completamente innocua, e può distinguere i tessuti solidi rispetto al materiale liquido presente in una lesione e può determinare la presenza di un rivestimento epiteliale; inoltre, rileva la densità vascolare.

Tipologia di ricerca e modalità di analisi
In uno studio pubblicato sull’International Endodontic Journal di aprile 2018 viene indagata l'efficacia della risonanza magnetica nella diagnosi differenziale tra cisti e granuloma confrontandone i risultati con l'analisi istopatologica, eseguita dopo l'enucleazione delle lesioni periapicali mediante apicectomia. 34 lesioni periapical radiotrasparenti mandibolari enucleate chirurgicamente sono state analizzate da due radiologi mediante risonanza magnetica, e categorizzate come lesioni granulomatose, cistiche o altro. Questi dati sono stati poi paragonati con quelli emersi dall’esame istopatologico.

Il test kappa di Cohen è stato adottato per esaminare l'accordo inter-esaminatore tra i due radiologi e i due patologi. Il coefficiente lambda di Guttman (λ6) è stato utilizzato per valutare la coerenza interna degli elementi utilizzati per la diagnosi differenziale da parte dei radiologi.

Risultati
È stata osservata una forte attendibilità tra i due radiologi (k-statistica = 0.86, p = 0.0001) e i due patologi (k-statistica = 0.88, p = 0.0001). La consistenza interna degli item diagnostici è risultata essere di 0.605 per le cisti e di 0.771 per i granulomi. L'accuratezza (veri positivi più veri negativi) dei radiologi è risultata maggiore di quella dei patologi.

Conclusioni
Dai dati di questo studio si può concludere che la risonanza magnetica offre affidabilità e accuratezza elevate e paragonabili all'affidabilità istopatologica.

Implicazioni cliniche

Di fronte a delle lesioni periapicali sarebbe di enorme utilità per l’odontoiatra prima di iniziare il trattamento conoscere con certezza la natura della lesione che dovrà trattare. La risonanza magnetica è una tecnica non invasiva e un valido metodo diagnostico pre-trattamento per le lesioni endodontiche periapicali.

Per approfondire

  • Guo J, Simon JH, Sedghizadeh P, Soliman ON, Chapman T, Enciso R. Evaluation of the reliability and accuracy of using cone-beam computed tomography for diagnosing periapical cysts from granulomas. Journal of Endodontics 2013;39:1485-90.
  • Nair PN. Apical periodontitis: a dynamic encounter between root canal infection and host response. Periodontology 2000 1997;13:121-48.
  • Schulz M, von Arx T, Altermatt HJ, Bosshardt D. Histology of periapical lesions obtained during apical surgery. Journal of Endodontics 2009;35:634-42.
  • Lizio G, Salizzoni E, Coe M, Gatto MR, Asioli S, Balbi T, Pelliccioni GA. Differential diagnosis between a granuloma and radicular cyst: Effectiveness of Magnetic Resonance Imaging (MRI). Int Endod J 2018 Apr 4.  

Articoli correlati

ObiettiviNel campo dell'endodonzia chirurgica le più grandi rivoluzioni degli ultimi anni sono state l'introduzione del microscopio, degli ultrasuoni, del micro-strumentario e di nuovi...


Obiettivi. Scopo del dossier è fornire le linee guida per il trattamento dei tessuti molli in interventi di chirurgia endodontica, con particolare attenzione all’esecuzione di tecniche minimamente...


ObiettiviIndividuare le cause dell’insuccesso di precedenti interventi di apicectomia utilizzando il microscopio operatorio e valutare il successo clinico e radiografico del ritrattamento...


Analisi quantitativa e istologica delle aree canalari rimaste intrattate

di Lara Figini


Obiettivi: Prendere in esame l’inserimento di impianti post-estrattivi immediati, che rappresenta un protocollo chirurgico affidabile e universalmente accettato grazie alla buona preservazione...


Altri Articoli

E’ lunedì 15 ottobre, a Palazzo Chigi si riunisce il Consiglio dei Ministri numero 23 per visionare, eventualmente discutere e poi approvare, tutti gli articoli contenuti nel Decreto fiscale,...


Focus sulle giornate romane di odontoiatria protesica Sweden & Martina


Il Ministro della salute spagnolo promette interventi legislativi, mentre nasce il problema “finanziamenti”


L’analisi e lo scenario (pratico) secondo l’ex segretario AIO Raffaele Sodano


 
 
 
 
 
 

Annuncio in Evidenza


15 Ottobre 2018
Cerco odontoiatri esperti in conservativa e protesi a San Benedetto del Tronto (AP)

Primario centro odontoiatrico, in forte sviluppo sul territorio nazionale, è alla continua ricerca di personale motivato, qualificato e pronto a far parte del proprio progetto.
Nello specifico ricerca:
ODONTOIATRI principalmente per le seguenti discipline:
CONSERVATIVA ED ODONTOIATRIA
PROTESI
Requisiti richiesti:
-Laurea attinente all'esercizio dell'attività di Medico Odontoiatra.
-Comprovata esperienza nel ruolo.
-Attinenza e disponibilità al lavoro in TEAM.
E' richiesta una disponibilità di almeno 1/2 giorni a settimana.
Zona di riferimento: San Benedetto del Tronto ( AP )
CONTATTI: lifecoach@teletu.it (inviare il curriculum con relativo recapito telefonico per esser contattati dalla direzione )

 
 

Speciale in Evidenza


28 Giugno 2018
Nuove acquisizioni in tema di placca batterica: come modificarla per renderla meno aggressiva

Il microbiota orale: i mezzi per diminuirne la patogenicità al fine di salvaguardare tessuti dentali e parodontali

 
 
 
 
 
 

Corsi ECM

 
 
 
 
 
 

I più letti

 
 

Corsi, Convegni, Eventi