HOME - Parodontologia
 
 
15 Maggio 2007

Potenziale rigenerativo di gel piastrinico e bioceramica

di S.D. Aspriello, P. Rasicci, M. Piemontese


Obiettivo di questo studio clinico controllato è stato quello di confrontare l’impiego di bioceramica (Engipore) e gel pistrinico (gruppo test) su 28 difetti infraossei parodontali rispetto al solo uso di idrossiapatite (gruppo controllo) su altrettanti difetti, per un totale di 56 soggetti selezionati in buono stato di salute generale, non fumatori e con malattia parodontale cronica. Le valutazioni cliniche e radiografiche sono state eseguite all’inizio e a 12 mesi dal trattamento. I risultati hanno mostrato che entrambe le modalità si sono rilevate efficaci nel migliorare a 12 mesi dalla chirurgia parodontale tutte le variabili considerate. Comunque il gruppo test (Engipore+PRP) confrontato con il gruppo controllo (Engipore) mostrava, dall’inizio a 12 mesi dalla chirurgia parodontale, una maggior riduzione del sondaggio (4,7±1,3 mm vs 3,4±2,0 mm, p<0,001), un maggior guadagno di attacco clinico (3,6±2,1 mm vs 2,5±2,3 mm, p<0,001), ma nessuna differenza nella riduzione dell’ampiezza infraossea radiografica (2,8±1,7 mm vs 2,4±2,0 mm, p>0,05). Il trattamento dei difetti infraossei con gel piastrinico e bioceramica (Engipore) determina un miglioramento clinico superiore rispetto all’impego della sola bioceramica (Engipore), ma l’aggiunta di gel piastrinico non sembra avere effetti sulla neoformazione ossea.

Regenerative potential of PRP in combination with bioceramic
The aim of this controlled clinical study was to compare PRP combined with a biodegradable ceramic, Engipore porous hydroxyapatite (HA), with HA alone in the treatment of human intrabony defects. A total of 56 subjects in good state of general health, not smokers and suffering from chronic periodontitis was selected for the study. Clinical and radiographic measurements were taken at the beginning and 12 months after treatment. The results have shown that both treatment plans improve all the variables considered (p<0.05). However after 12 months, the test group exhibited a greater reduction of Probing Depht (4.7±1.3 vs 3.4±2.0, p<0.001) and greater gain of clinical attachment level (3.6±2.1 vs 2.5±2.3, p<0.001), but the reduction of radiographic intrabony defect mean was similar in both groups (2.8 ±1.7mm vs 2.4±2.0mm, p>0.05). Treatment with combination of PRP and Engipore compared to Engipore led to a statistically significant more favourable clinical improvement in intrabony periodontal defects, but not in bone healing.

Qualifiche Autori:
Università Politecnica delle Marche
Torrette di Ancona
Istituto di Scienze Odontostomatologiche
Direttore: prof. M. Procaccini
Cattedra di Parodontologia
Titolare: prof. M. Piemontese
 




Articoli correlati

Deferiti dai NAS di Milano all’Autorità Giudiziaria per trattamenti con la tecnica PRP senza autorizzazioni dei centri trasfusionali pubblici


Dotto.ssa Milvia Di Gioia Presidente Poiesis

Superando la facile tentazione di gridare al complotto di qualche lobby economica o un potere oscuro la questione è molto seria. La nostra professione è normata da precisi riferimenti...


607 studi professionali medici ed odontoiatrici, ambulatori e poliambulatori “visitati”che hanno determinato l’accertamento di irregolarità in 172 strutture (pari al 28% degli obiettivi...


La necessità di poter effettuare un prelievo venoso per la tecnica di rigenerazione ossea è solo una delle esigenze del laureato in odontoiatria. Se tecnicamente può imparare ad...


Tra le nuove metodiche utilizzate per incrementare le potenzialità rigenerative tissutali, nell’ultimo decennio ha avuto una vasta eco l’introduzione del Platelet-Rich Plasma (PRP), concentrato...


Altri Articoli

La CAO La Spezia manifesta la disponibilità a Regione, ASL e Provincia affinché la rete dei medici odontoiatri della provincia sia inserita nel sistema di screening attraverso l’utilizzo dei...


L’American Dental Association scende in campo sostenendo la competenza degli odontoiatri statunitensi che si sono offerti di somministrare i vaccini


Negativi i collaboratori, dopo la sanificazione lo studio ha riaperto mentre il professionista rimane in isolamento


Federazione Alzheimer Italia nel mese di ottobre ha organizzato corsi on-line per insegnare ai familiari a gestire gli aspetti odontoiatrici. Tra i relatori il dott. Mario Ghezzi a cui abbiamo...


Obiettivo: offrire un servizio gratuito di formazione avanzata, con una visione globale sulla salute, consulenza e supporto per una miglior assistenza ai propri pazienti


 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Annuncio in Evidenza


14 Ottobre 2020
Vedo moderno ed avviato studio a Milano

Moderno e avviato studio dentistico, regolarmente autorizzato, mq 80, predisposto per due unità operative, stanza sterilizzazione, radiografico opt e dotato di strumentazione per esercitare le principali branche odontoiatriche, spogliatoio e bagno per il personale, bagno per pazienti. Possibilità di subentro graduale con varie soluzioni. Milano, zona Bicocca-Niguarda. Trattativa riservata. 345 9776587. mail: aumas001@gmail.com

 
 

Speciale in Evidenza


 
 
 
 

Corsi ECM

 
 
 
 
 
 

I più letti

 
 

Corsi, Convegni, Eventi

 
 
 
 
 
 
 
 

Guarda i nostri video

Guarda i nostri video

Emergenza Covid ed odontoiatria: il punto con il presidente Iandolo