HOME - Parodontologia
 
 
30 Giugno 2009

Attuali concetti clinici sul controllo dell'infezione parodontale

di C. Tomasi, S. Bottamedi, J.L. Wennström


OBIETTIVI. L’obiettivo principale di questa revisione critica della letteratura è aggiornare il lettore sulle diverse possibilità di approccio clinico al controllo dell’infezione nei pazienti parodontali.
METODI. Nel trattamento dei pazienti affetti da malattia parodontale è importante stabilire un adeguato controllo dell’infezione nell’area dento-gengivale. La strumentazione di tasche e radici (scaling e root planing), associata a efficaci misure domiciliari di controllo della placca sopragengivale, costituisce il piano di trattamento di base e la decisione di effettuare un approccio a quadranti in diverse sedute o full-mouth può essere guidata da considerazioni pratiche. RISULTATI. Dopo un’attenta rivalutazione clinica dei risultati ottenuti, è possibile elaborare una strategia per ottenere la risoluzione delle tasche residue, che può includere interventi chirurgici di vario genere. CONCLUSIONI. Il successo a lungo termine dipende essenzialmente dall’ottenimento di uno stabile controllo domiciliare dell’infezione; ne consegue che la motivazione del paziente nel tempo gioca un ruolo determinante.

Updated clinical concepts on periodontal infection control
OBJECTIVES. The purpose of this critical literature review is to update the reader on the various possible clinical approaches to periodontal infection control.
METHODS. In the treatment of patients suffering from periodontal disease it is of paramount importance to establish adequate infection control in the dentogingival area. Pocket/root instrumentation (scaling and root planing), combined with effective self-performed supragingival plaque control measures, constitutes the basic treatment and the decision of approaching the instrumentation quadrant-wise or full-mouth may be guided from practical considerations.
RESULTS. After a careful clinical re-evaluation of achieved results, a strategy for the resolution of residual pockets, which may include various surgical means, can be proposed. CONCLUSIONS. The long term stability of the achieved results depends on the obtainment from the patient of a stable self-performed infection control; therefore, patient’s motivation during the follow-up plays a determinant role for clinical success.



Articoli correlati

I pazienti non sono regolari nelle visite parodontali e le cause potrebbero essere per difetti di comunicazione


I denti che vengono trattati con chirurgia parodontale ricostruttiva hanno una buona prognosi a lungo termine, anche nel caso di lesioni parodontali profonde intraossee....

di Lara Figini


La misurazione dell’osso alveolare residuo prima del trattamento parodontale è uno step fondamentale per avere informazioni sui tessuti duri, per stabilire la necessità e la...

di Lara Figini


Definita la condizione di salute parodontale, tra i coordinatori del gruppo di lavoro il prof. Tonetti


Altri Articoli

Il primo è un dentista titolare di un ambulatorio odontoiatrico ma senza autorizzazione, ai tre denunciati a Paestum mancava invece la laurea


Approvato il nuovo regolamento per le autorizzazioni sanitarie, molte le novità a cominciare dall’obbligo di informare l’Ordine sulle autorizzazioni concesse 


Le nuove tecnologie e la professione odontotecnica: un focus a 360° tra clinica e rivendicazioni sindacali nell’evento ANTLO organizzato a Vicenza


Mappa dei Paesi in cui la tassa è stata o non è stata attivata

Sono oltre 50 i Paesi che hanno introdotto una healty tax  per disincentivare i consumi di zucchero ed in molti casi i risultati sono positivi

di Davis Cussotto


Sabato a Torino il Convegno da titolo ''Il  modello Torino di Odontoiatria Sociale : il diritto alla salute orale  in un percorso per il Welfare di comunità’’


 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Corsi ECM

 
 
 
 
 
 

I più letti

 
 

Corsi, Convegni, Eventi