HOME - Parodontologia
 
 
01 Ottobre 2011

Prevalenza della malattia parodontale

di P. Gaetani


Obiettivi
L’autore prende in esame la malattia ateromatosa quale causa di gravi patologie cardiache e cerebrali e si propone, anche attraverso un’analisi della letteratura, di analizzarne le possibili correlazioni con la malattia parodontale.
Materiali e metodi
Sono stati visitati, dal punto di vista parodontale, 180 pazienti ricoverati nei reparti ospedalieri di Cardiologia e Neurologia per patologie connesse all’aterosclerosi; si sono poi confrontati i risultati ottenuti con i dati epidemiologici relativi alla prevalenza della malattia parodontale nella popolazione totale.
Risultati
Si è osservato un discreto aumento di prevalenza di malattia parodontolae in questi pazienti, rispetto alla media.
Conclusioni
Data l’estrema gravità delle conseguenze dell’ateromatosi, si reputa ragionevole, per ridurre anche in minima parte le possibilità di ammalarsi, tenere sotto controllo, oltre agli altri fattori di rischio “modificabili” (fumo, obesità, stress ecc.), anche la malattia parodontale, con una semplice prevenzione basata sull’igiene orale domiciliare e professionale, nonché, se necessario, con piccoli interventi del parodontologo.



Articoli correlati

L’estetica sta diventando ogni giorno sempre più importante per i pazienti. In effetti, uno dei motivi principali per un consulto dentale è l’alterazione dell’aspetto del...

di Lorenzo Breschi


Approfondimento in occasione del terzo Simposio Internazionale sul trattamento dei tessuti molli parodontali e perimplantari a Firenze


I pazienti non sono regolari nelle visite parodontali e le cause potrebbero essere per difetti di comunicazione


I denti che vengono trattati con chirurgia parodontale ricostruttiva hanno una buona prognosi a lungo termine, anche nel caso di lesioni parodontali profonde intraossee....

di Lara Figini


La misurazione dell’osso alveolare residuo prima del trattamento parodontale è uno step fondamentale per avere informazioni sui tessuti duri, per stabilire la necessità e la...

di Lara Figini


Altri Articoli

ANDI in collaborazione con AIO, CAO, Fondazione ANDI, diffonde una guida pratica per odontoiatri e personale di studio condivise con il Ministero della Salute


Dopo circa vent’anni sembra impossibile riuscire, ancora, a scoprire sull’ECM situazioni decisamente “difficili da capire”. Ed invece sembra chi si possa riuscire, e senza neppure impegnarsi...

di Norberto Maccagno


Per il Prefetto lo studio odontoiatrico sarebbe equiparato alle attività professionali e negli 11 Comuni “focolaio”, gli studi dovranno rimanere chiusi salvo per le emergenze


Tra le tante opportunità di aggiornamento professionale per i soci della Società Italiana di Parodontologia, anche quella offerta dal canale SIdP Edu 


Immagine di repertorio

A scoprirlo e denunciarlo il NAS di Catania ed i carabinieri di Pietraperzia, sequestrato anche lo studio. Cassarà (CAO Enna), ci costituiremo parte civile.


 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Corsi ECM

 
 
 
 
 
 

I più letti

 
 

Corsi, Convegni, Eventi

 
 
 
 
 
 
 
 

Guarda i nostri video

Guarda i nostri video

Nuove norme su Direttore sanitario e Autorizzazioni