HOME - Patologia Orale
 
 
05 Luglio 2016

La tossina botulinica nel trattamento della nevralgia del trigemino. La sequenza clinica

di Lara Figini


Ci sono due principali strategie di trattamento per le nevralgie:

- la farmacoterapia e

- la neurochirurgia.

La gestione medica e farmacologica è il trattamento di prima scelta per la maggior parte delle nevralgie, poiché comporta generalmente un più basso rischio rispetto agli interventi chirurgici ed è adatta soprattutto per i pazienti clinicamente compromessi non idonei alla chirurgia.

Tuttavia, esistono effetti collaterali da farmaci sistemici, come :

- atassia,

- vertigini,

- nausea,

- affaticamento,

- eruzioni cutanee, e

- sonnolenza,

che possono essere problematici e talvolta anche debilitanti.

Di recente è stata introdotta la tossina botulinica come alternativa ai tradizionali farmaci per trattare con successo il dolore facciale intenso quale la nevralgia del trigemino.

Nello specifico la tossina botulinica di tipo A (Botn-A) è una potente neurotossina che ha anche  effetti analgesici indipendenti dalla sua azione sul tono muscolare.

In una revisione pubblicata su Oral Surgery Oral Medicine Oral Pathology Oral Radiology di luglio 2016 si evidenzia una discreta efficacia dell'utilizzo della tossina botulinica nel trattamento sia della nevralgia del trigemino che delle nevralgie post-erpetiche, e si sottolinea la sua utilità come terapia alternativa o aggiuntiva nei pazienti in cui le terapie canoniche tradizionali mediche e farmacologiche risultano fallimentari o non sufficienti.

Nello slide sottostante viene illustrata la suddetta revisione avente come obiettivo quello di determinare l'efficacia di Botn-A quando usata come trattamento in pazienti affetti da nevralgia del trigemino (TN) o nevralgia post-erpetica (PHN).

A cura di: Lara Figini, Coordinatore Scientifico Odontoiatria33

Bibliografia:

The efficacy of botulinum toxin for the treatment of trigeminal and postherpetic neuralgia: a systematic review with meta-analyses Thomas Shackleton, Saravanan Ram, Misty Black, Jon Ryder, Glenn T. Clark, e Reyes Enciso. Oral Surg Oral Med Oral Pathol Oral Radiol luglio 2016;122:61-71

Articoli correlati

Secondo la definizione proposta da Lobbezoo e altri nel 2013, il bruxismo è un'attività ripetitiva dei muscoli masticatori caratterizzata da serramento o usura dei denti e/o da un...


Dopo la pubblicazione da parte di Odontoaitria33 della notizia sulle determina dell'Aifa sull'utilizzo della tossina botulinica, ed in particolare delle dichiarazione di AIO ed ANDI, la...


L'Agenzia del Farmaco (AIFA) ha emanato due importanti determine in tema di utilizzo delle tossine botuliniche Botox e Dysport a base del principio attivo neurotossina di Clostridium Botulinum di...


La tossina botulinica è una potente neurotossina batterica prodotta naturalmente dal Clostridium botulinum che può causare paralisi muscolare, atrofia e debolezza.Sette distinti...


ObiettiviScopo del lavoro è valutare al laureato in Odontoiatria e Protesi Dentaria se sia consentito attuare trattamenti di Medicina Estetica del volto prospettati per modulare gli effetti...


Altri Articoli

FESPA denuncia la mancanza di dotazione minima strutturale degli ambulatori Odontoiatrici del Verbano Cusio Ossola che ora rischiano la chiusura


A rischio 17 mila posti di lavoro, emendamento che impedirebbe ad una fascia considerevole di popolazione di accedere a cure odontoiatriche di qualità e a costi accessibili


Ghirlanda: ‘’nessuno chiede la chiusura di questi centri e, di conseguenza, non esiste alcun rischio occupazionale, sarà una loro libera scelta se adeguarsi alle regole’’


Un evento che si conferma punto di riferimento dell’aggiornamento culturale del Sud Italia che ha fatto della sinergia tra le componenti del settore il punto di forza


Associazione Italiana Odontoiatri plaude la presentazione dell’emendamento che abilita le sole StP a esercitare l’odontoiatria


 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Corsi ECM

 
 
 
 
 
 

I più letti

 
 

Corsi, Convegni, Eventi