HOME - Patologia Orale
 
 
22 Gennaio 2018

Lesioni orali da tubercolosi. Cosa sapere, come trattarle

di Lara Figini


La tubercolosi (TB) è una malattia cronica causata da infezione da Mycobacterium tubercolosis ed è caratterizzata da alta morbidità. Il polmone è il sito predominante colpito dalla TB.
Se i pazienti con TB non sono diagnosticati e trattati in modo appropriato e in modo tempestivo la malattia può causare gravi danni fisici portando talvolta persino alla morte.

La tubercolosi extrapolmonare colpisce qualsiasi sito diverso dai polmoni, anche se a volte è accompagnata dalla malattia polmonare. I linfonodi sono i siti più comuni colpiti dalla tubercolosi dopo i polmoni.

Le lesioni da tubercolosi a livello del cavo orale sono rare, e la maggior parte originate dalla tubercolosi polmonare, quindi possono essere considerate TB secondaria. La TB primaria a livello della cavità orale senza il coinvolgimento polmonare è rara, e si è riscontrata essere più comune nei bambini e negli adolescenti. La TB secondaria a livello della cavità orale rappresenta la stragrande maggioranza dei casi di TB in questo sito, ma l'incidenza è bassa. Pertanto,  la diagnosi clinica di tubercolosi nel cavo orale è sempre difficile e a causa della sua rarità allo stato attuale non esiste un effettivo protocollo stabilito per il trattamento di questa condizione.

Finora in letteratura sono stati riportati solo ventitré casi di tubercolosi a livello della cavità orale (Sezer 2004, Yashveer 2016). Tra questi, i siti più comuni di lesione includono la gengiva, la mucosa buccale e il palato. Tutti i casi sono stati definitivamente diagnosticati attraverso la biopsia incisionale e l'esame patologico. Tutti i pazienti hanno ricevuto una terapia farmacologica e la maggior parte di essi ha avuto un buon esito clinico, ad eccezione di 1 paziente, che ha avuto una ricaduta polmonare non avendo completato la sua terapia farmacologica.

In uno studio clinico pubblicato su Oral Surg Oral Med Oral Pathol Oral Radiol di gennaio 2018 gli autori hanno analizzato 11 pazienti affetti da TB a livello della cavità orale trattati nel loro dipartimento tra il 2012 e il 2016. Gli autori hanno registrato e analizzato i sintomi clinici, gli esami ausiliari, i trattamenti e i risultati.

Lo studio ha compreso 6 uomini e 5 donne, con un'età media di 59 anni.

Cinque pazienti hanno manifestato lesioni a livello gengivale, 4 pazienti a livello della mucosa buccale, 1 paziente a livello del labbro, e 1 paziente a livello della mandibola.
Cinque pazienti hanno presentato ulcere, 5 pazienti una vera e propria massa e 1 paziente osteomielite. La biopsia escissionale è stata eseguita in 3 pazienti in anestesia locale, la resezione della massa in 7 pazienti in anestesia generale e il curettage della lesione mandibolare in 1 paziente.

6 pazienti dopo essere stati diagnosticati affetti ancora da TB a livello della cavità, attraverso l'esame patologico, sono stati sottoposti ulteriormente al test di Mantoux (test di derivazione proteica purificata [PPD]) in un ospedale specializzato in malattie infettive e sono stati riportati risultati positivi per 4 pazienti. Questi pazienti hanno ricevuto un'ulteriore terapia farmacologica anti-TB.

Il periodo medio di follow-up è stato di 24,9 mesi, e non si sono verificate recidive.

La tubercolosi a livello del cavo orale è rara e non ha caratteristiche cliniche specifiche. La chirurgia escissionale è raccomandata come il trattamento di scelta per ottenere buoni risultati clinici.

 

A cura di: Lara Figini, Coordinatore Scientifico Odontoiatria33

 

Per approfondire:

  • Sezer B, Zeytinoglu M, Tuncay U, Unal T. Oral mucosal ulceration: a manifestation of previously undiagnosed pulmonary tuberculosis. J Am Dent Assoc. 2004;135:336-340.
  • Yashveer JK, Kirti YK. Presentations and challenges in tuberculosis of head and neck region. Indian J Otolaryngol Head Neck Surg. 2016;68:270-274.
  • Clinical and pathologic analyses of tuberculosis in the oral cavity: report of 11 cases. Wu-tong Ju,Yong Fu, Ying Liu, Yi-ran Tan, Min-jun Dong, Li-zhen Wang, Jiang Li, e Lai-ping Zhong Oral Surg Oral Med Oral Pathol Oral Radiol gen 2018;125:44-51

Articoli correlati

Le trasformazioni demografiche e i flussi migratori hanno riportato alla ribalta la Tubercolosi, forse la più antica delle malattie settiche di cui soffre l'umanità; essa, soprattutto...


Euclea natalensis, o più semplicemente, l'albero degli spazzolini come viene chiamato in Sud  Africa, sta  suscitando l'interesse dei ricercatori per la possibilità di offrire...


Lo studio qui presentato ha quantificato e confrontato le modalità di trattamento per le lesioni cariose occlusali profonde tra un gruppo di dentisti giapponesi.Essi avevano di...

di Massimo Gagliani


L’effetto molto importante e di estrema rilevanza che questa ricerca ha fatto emergere è stato quello di poter permettere la nascita, la crescita e lo sviluppo di un “metodo” per il...


Sono molte le classifiche, con base in differenti Paesi, che ogni anno cercano di valutare le Università e la capacità di fare ricerca, in tutti gli ambiti, dei vari Stati, ognuna applicando...


Altri Articoli

FESPA denuncia la mancanza di dotazione minima strutturale degli ambulatori Odontoiatrici del Verbano Cusio Ossola che ora rischiano la chiusura


A rischio 17 mila posti di lavoro, emendamento che impedirebbe ad una fascia considerevole di popolazione di accedere a cure odontoiatriche di qualità e a costi accessibili


Ghirlanda: ‘’nessuno chiede la chiusura di questi centri e, di conseguenza, non esiste alcun rischio occupazionale, sarà una loro libera scelta se adeguarsi alle regole’’


Un evento che si conferma punto di riferimento dell’aggiornamento culturale del Sud Italia che ha fatto della sinergia tra le componenti del settore il punto di forza


Associazione Italiana Odontoiatri plaude la presentazione dell’emendamento che abilita le sole StP a esercitare l’odontoiatria


 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Corsi ECM

 
 
 
 
 
 

I più letti

 
 

Corsi, Convegni, Eventi