HOME - Patologia Orale
 
 
21 Maggio 2018

Sindrome della bocca che brucia

Qual è il trattamento più efficace?

di Lara Figini


La sindrome della bocca che brucia (BMS) è caratterizzata dalla presenza di dolore orofacciale cronico nonostante l'assenza di qualsiasi lesione visibile nella mucosa orale del paziente.

La BMS si manifesta come un dolore o una sensazione di bruciore, di origine sconosciuta, che colpisce i tessuti molli orali, più comunemente la lingua, ma anche le labbra, il palato, le gengive e la mucosa buccale, e meno frequentemente il pavimento della bocca e l'orofaringe.

Date le difficoltà incontrate dai professionisti nel comprendere l'eziologia di questa sindrome, un trattamento adeguato diventa difficile e in letteratura sono disponibili diverse opzioni terapeutiche.

Tipologia di ricerca e modalità di analisi

In una recentissima revisione pubblicata su Clinical Oral Investigations di giugno 2018 si cerca di dare risposta alla domanda: qual è il miglior trattamento per la BMS?

Gli autori della revisione hanno eseguito una ricerca bibliografica tramite i database PubMed, Embase e SciELO degli studi clinici randomizzati pubblicati tra il 1996 e il 2016 sull’argomento. Sono stati selezionati tutti gli studi clinici randomizzati che riportassero gli effetti dei diversi trattamenti per la BMS.

I dati ottenuti dagli articoli selezionati sono stati inseriti in tabelle per le analisi successive, suddivisi in cinque sottocategorie in base al tipo di trattamento valutato.

Risultati

In seguito all'applicazione dei criteri di inclusione ed esclusione, 29 studi sono stati analizzati e suddivisi in cinque sottocategorie in base al tipo di trattamento descritto:

  • trattamento con farmaci antidepressivi;
  • trattamento con acido alfa-lipoico;
  • trattamento con agenti fitoterapici;
  • trattamento con agenti analgesici e antinfiammatori;
  • trattamento con terapie non farmacologiche.

In ciascuna categoria i risultati rilevati sono stati confrontati per quanto riguarda la metodologia utilizzata, la dimensione del campione, il metodo di valutazione, la presenza o l'assenza di effetti avversi e gli esiti del trattamento.

Conclusioni

L'analisi ha rivelato che il trattamento a base di antidepressivi e di acido alfa-lipoico ha mostrato risultati promettenti.

Implicazioni cliniche

Sono necessari ulteriori studi a conferma dei dati emersi da questa revisione prima di poter disporre di una strategia di trattamento di prima scelta per i pazienti colpiti da BMS.

Per approfondire

Isadora Follak de Souza, Belkiss Câmara Mármora, Pantelis Varvaki Rados, Fernanda Visioli. Treatment modalities for burning mouth syndrome: a systematic review. Clinical Oral Investigations 2018;22(5):1893-1905.

Articoli correlati

Una certa sintomatologia dolorosa si riscontra, dopo un trattamento canalare, con una frequenza che varia tra il 3% e il 58% dei casi (Sathorn et al., 2008); è pertanto una complicanza sgradita sia...

di Lara Figini


L'odontoiatria moderna richiede sempre più agli operatori di eseguire restauri dentali con la massima estetica quasi fino a pretendere talvolta il mimetismo. I restauri dentali per garantire...


È stato ampiamente dimostrato che nell'eziologia della carie un ruolo determinante è dettato dalla fermentazione degli zuccheri a livello del cavo orale. Dagli anni '70 molteplici studi in...


Altri Articoli

E’ lunedì 15 ottobre, a Palazzo Chigi si riunisce il Consiglio dei Ministri numero 23 per visionare, eventualmente discutere e poi approvare, tutti gli articoli contenuti nel Decreto fiscale,...


Focus sulle giornate romane di odontoiatria protesica Sweden & Martina


Il Ministro della salute spagnolo promette interventi legislativi, mentre nasce il problema “finanziamenti”


L’analisi e lo scenario (pratico) secondo l’ex segretario AIO Raffaele Sodano


 
 
 
 
 
 

Annuncio in Evidenza


15 Ottobre 2018
Cerco odontoiatri esperti in conservativa e protesi a San Benedetto del Tronto (AP)

Primario centro odontoiatrico, in forte sviluppo sul territorio nazionale, è alla continua ricerca di personale motivato, qualificato e pronto a far parte del proprio progetto.
Nello specifico ricerca:
ODONTOIATRI principalmente per le seguenti discipline:
CONSERVATIVA ED ODONTOIATRIA
PROTESI
Requisiti richiesti:
-Laurea attinente all'esercizio dell'attività di Medico Odontoiatra.
-Comprovata esperienza nel ruolo.
-Attinenza e disponibilità al lavoro in TEAM.
E' richiesta una disponibilità di almeno 1/2 giorni a settimana.
Zona di riferimento: San Benedetto del Tronto ( AP )
CONTATTI: lifecoach@teletu.it (inviare il curriculum con relativo recapito telefonico per esser contattati dalla direzione )

 
 

Speciale in Evidenza


28 Giugno 2018
Nuove acquisizioni in tema di placca batterica: come modificarla per renderla meno aggressiva

Il microbiota orale: i mezzi per diminuirne la patogenicità al fine di salvaguardare tessuti dentali e parodontali

 
 
 
 
 
 

Corsi ECM

 
 
 
 
 
 

I più letti

 
 

Corsi, Convegni, Eventi