HOME - Patologia Orale
 
 
25 Giugno 2018

Segni clinici orali della leucemia acuta

Il ruolo dell’odontoiatra

di Lara Figini


La leucemia è un tumore largamente diffuso, il nono negli Stati Uniti, pari al 3,7% di tutti i tumori diagnosticati. Leucemia è un termine generale che raggruppa un insieme di disturbi ematologici maligni derivanti da cellule staminali ematopoietiche e caratterizzati dalla proliferazione disorganizzata delle cellule neoplastiche.

Storicamente, le leucemie venivano classificate in 4 categorie principali in base alla cellula del sangue (mieloide versus linfoide) e alle caratteristiche della malattia (acuta rispetto alla cronica).

Recenti acquisizioni di tipo molecolare, istomorfologico e genetico hanno portato a una nuova classificazione dell'Organizzazione mondiale della sanità (OMS) (Blood, 2016 May 19;127/20:2391-405) per le leucemie acute (AL) molto più complesse. AL porta ad anemia, trombocitopenia e neutropenia.

I segni sistemici di anemia comprendono mancanza di respiro, affaticamento e pallore. La neutropenia può causare febbre e infezioni e la trombocitopenia può provocare sanguinamento spontaneo, ecchimosi e petecchie.

Ai dentisti viene generalmente insegnato che in un numero significativo di pazienti con recente diagnosi di leucemia acuta (NDAL), questa può essere anticipata sulla base di segni orali.

Tipologia di ricerca e modalità di analisi

In uno studio pubblicato su JADA di giugno 2018, gli autori hanno determinato la frequenza dei segni orali nei pazienti in cui era stata diagnosticata di recente la leucemia acuta valutandone anche gli aspetti ematologici.

Quattro dentisti specialisti hanno eseguito esami clinici orali su 263 pazienti con NDAL. Un modulo di dati standardizzato è stato utilizzato per determinare e registrare la presenza o l'assenza di segni orali di leucemia, patologie dentali clinicamente evidenti e conta ematica.

Risultati

In base ai risultati di questo studio si è visto che i segni orali di leucemia sono stati rilevati nel 30,8% dei pazienti con NDAL. Solo il 5,7% dei pazienti ha manifestato ispessimento gengivale (GE). Il 64% dei pazienti esaminati ha riferito di sottoporsi ad assistenza sanitaria orale regolare, ma nonostante ciò il 33,7% di questi soggetti mostrava segni clinici di patologie dentali rispetto al 55,3% del gruppo di pazienti che invece non si sottoponeva a regolari controlli sanitari orali.

Solo il 18,6% dei pazienti avevano valori ematologici tali da precludere qualsiasi trattamento odontoiatrico, a eccezione delle manovre di urgenza sanitaria orale.

Conclusioni

Poco meno del 31% degli adulti con NDAL manifesta, secondo i dati dello studio, singoli segni orali o una combinazione di segni orali comuni ad AL. Solo il 5,7% dei pazienti ha manifestato ispessimento gengivale GE, il “segno distintivo” di AL.

Approssimativamente in 1 su 8 pazienti si è rilevato sanguinamento orale, in 1 paziente su 10 sono risultate visibili petecchie orali e un minor numero di infezioni orali acute. In totale, il 16,7% dei soggetti con NDAL presenta segni clinici evidenti: GE, sanguinamento gengivale o una combinazione di più segni orali. Nel 18,6% dei pazienti, la situazione sistemica era risultata tale da dover essere necessaria una trasfusione di piastrine limitando i trattamenti odontoiatrici alle sole cure di emergenza.

Quasi la metà dei pazienti esaminati richiederebbe una profilassi antibiotica appropriata prima di un intervento chirurgico invasivo.

Implicazioni cliniche

I dentisti non devono necessariamente aspettarsi di rilevare segni orali manifesti nei casi di leucemia NDAL, come GE. Una volta che i pazienti posseggono la diagnosi di leucemia acuta ai dentisti spetta il compito di esaminarne accuratamente il cavo orale per poter escludere - o al contrario segnalare - patologie orali e dentali associate alla leucemia.

Per approfondire:

Watson E, Wood RE, Maxymiw WG, Schimmer AD. Prevalence of oral lesions in and dental needs of patients with newly diagnosed acute leukemia. J Am Dent Assoc 2018 Jun;149(6):470-80.

Articoli correlati

Le leucemie, forme di proliferazione abnorme e atipica di elementi immaturi della serie bianca del sangue, sono le più comuni forme di neoplasiamaligna dell’età infantile.Le leucemie sono...


Giornata di incontri istituzionali quella di martedì 16 luglio tra FNOMCeO e Ministro della Salute On. Giulia Grillo ed il Ministro dell’Istruzione Università e Ricerca Marco...


Da oltre mezzo secolo l’Acse, l’ambulatorio dei Padri Comboniani, di via del Buon Consiglio a Roma, rappresenta un punto di riferimento per tutte quelle persone costrette ai margini della vita...


Il restauro degli incisivi centrali superiori trattati endodonticamente con difetti di classe III è una sfida a oggi molto impegnativa.L’obiettivo è quello di ridare...

di Simona Chirico


L’aumentata richiesta estetica, senza rinunciare alla preservazione delle strutture biologiche, ha portato allo sviluppo e all’utilizzo, negli ultimi anni, di nuove tipologie...

di Simona Chirico


Altri Articoli

Tra i temi di stretta attualità su cui il Governo (o parte di esso) dice di voler intervenire -comunque lo annuncia- c’è quello del salario minimo. Che è di fatto la copia...

di Norberto Maccagno


Quando non si ha la possibilità di utilizzare trapano, anestesia, materiali per otturazioni, tra le tecniche ed i prodotti a disposizione per trattare la carie dei denti da latte, e non solo, in...


“Apprendo con grande stupore a mezzo stampa di una presunta querela che sarebbe stata sporta nei miei confronti da parte dell’ANDI – dichiara Marco Vecchietti, Amministratore Delegato e...


La Regione Toscana, con la Legge regionale n° 50, ha modificato la L.R. 5 agosto 2009 n°51 "Norme in materia di qualità e sicurezza delle strutture sanitarie: procedure e requisiti autorizzativi...


Avevano permesso ad un non laureato ed abilitato di curare i loro pazienti e per questo il giudice di Lucca ha condannato tre iscritti all’Albo per concorso in esercizio abusivo della...


 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Corsi ECM

 
 
 
 
 
 

I più letti

 
 

Corsi, Convegni, Eventi