HOME - Patologia Orale
 
 
30 Marzo 2006

Osteonecrosi dei mascellari associata ai bifosfonati. Casi clinici

di E. Merigo, M. Manfredi, M. Meleti, M. Bonanini, P. Vescovi


L’osteonecrosi dei mascellari è una condizione patologica associata normalmente a difetti di vascolarizzazione delle ossa mandibolari o mascellari spesso correlata a radioterapia del distretto testa-collo e a manovre chirurgiche a livello mascellare o mandibolare.
I bifosfonati sono analoghi sintetici del pirofosfato utilizzati nel trattamento di pazienti affetti da ipercalcemie maligne e metastasi ossee come da patologie del metabolismo osseo, mieloma multiplo, morbo di Paget e osteoporosi.
Negli ultimi anni molti Autori hanno riportato casi di necrosi ossea dei mascellari ipotizzandone una correlazione con l’utilizzo di bifosfonati. In particolare Ruggiero e collaboratori (J Oral Maxillofac Surg 2004) hanno descritto 63 casi di necrosi ossea dei mascellari in pazienti trattati con pamidronato o zoledronato sottoposti contemporaneamente a estrazioni dentarie o radioterapia del distretto testa-collo.
In questo lavoro riportiamo 13 casi di necrosi ossea dei mascellari in pazienti trattati con bifosfonati afferiti presso la Sezione di Odontostomatologia tra gennaio 2004 e giugno 2005: dei 13 pazienti (9 donne e 4 uomini di età compresa tra i 56 e gli 83 anni) 6 erano trattati per metastasi ossee e 7 per mieloma multiplo. In 6 pazienti la necrosi ossea non era correlabile a estrazioni dentarie o procedure chirurgiche; nessun paziente aveva effettuato radioterapia del distretto testa-collo.

Jaw bone necrosis in patients taking bisphosphonates
In clinical practice bone necrosis of jaws is usually related to head and neck radiotherapy or to surgical procedures in the maxilla or mandible; its pathogenesis is usually associated with inadequate vascular supply.
Recently several authors have reported cases of bone necrosis in the jaws of patients treated with bisphosphonates: these drugs are synthetic analogues of pyrophosphate used in the treatment of malignant hypercalcemia and bone metastasis and of many other disorders such as metabolic bone diseases, multiple myeloma, Paget’s disease and osteoporosis. Among those drugs, zoledronate and pamidronate have been involved in most cases reported. In this article, the authors report 13 cases of bone necrosis of the jaws in patients taking pamidronate (Aredia) and zoledronate (Zometa): among these patients, 6 underwent surgical procedures while none had head and neck radiotherapy. The patients were 9 females and 4 males between 56 and 83 years; six were treated for bone metastasis and seven for multiple myeloma.

Qualifiche Autori:
Università degli Studi di Parma
Dipartimento di Scienze otorino-Odonto-Oftalmologiche e Cervico-facciali
Sezione di Odontostomatologia
Coordinatore: prof. M. Bonanini



Articoli correlati

Combinato con fattori di rischio come estrazioni dentali, una scarsa igiene orale, l'utilizzo di apparecchi mobili o la chemioterapia, il denosumab può favorire lo sviluppo di osteonecrosi dei...


I mevalonati potrebbero frenare il processo di attivazione osteoclastico indotto dall'acido zoledronico (uno dei più diffusi bifosfonati utilizzati): un'interessante prospettiva per le...


L'Agenzia Europea dei Medicinali (EMA) ha completato una revisione periodica di Aclasta (acido zoledronico), uno dei medicinali a base di bifosfonati con un rischio noto di osteonecrosi della...


Una dose di bifosfonato per via topica rende massimo l'ancoraggio ortodontico e impedisce la perdita di osso durante la chiusura degli spazi dopo un'estrazione dentale. Almeno in un modello animale...


Altri Articoli

La mappa delle oltre 5 mila società censite da ENPAM, previsto un gettito di oltre 7 milioni di euro. Controlli e sanzioni: previsti “incroci” con i dati delle Entrate 


Per l’Ospedale Fatebenefratelli all’Isola Tiberina di Roma sono 9700 nuovi casi in un anno in Italia. Attivata campagna di prevenzione con visite gratuite


Intelligenza artificiali, immagini e stampanti in 3D, staminali rigeneratrici. Come cambiano gli specialisti che curano e riabilitano il cavo orale. Anche la prevenzione dei danni da fumo trova nuove...


Il punteggio medio nazionale registrato tra gli idonei è di 35,23. Ecco le previsioni dei punteggi minimi necessari per entrare senza aspettare i "ripescaggi" a medicina ed odontoiatria 


I principali interventi del piano strategico FDI per i prossimi anni, ma la priorità è sensibilizzare gli Stati sulla promozione della salute orale


 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Corsi ECM

 
 
 
 
 
 

I più letti

 
 

Corsi, Convegni, Eventi