HOME - Patologia Orale
 
 
30 Gennaio 2008

Eziopatogenesi, diagnosi e terapia delle fistole di origine odontogena

di M. Ripari, C. Maggiore, U. Romeo, G. Palaia, G. Tenore, G.M. Daniele


Gli Autori hanno voluto analizzare le fistole odontogene sotto il profilo eziopatogenetico, diagnostico e terapeutico, facendo particolare riferimento ai diversi quadri anatomo-patologici con i quali tale processo si manifesta a livello dei mascellari. La diagnosi di una fistola odontogena si basa su riscontri anamnestici, clinici e radiografici.
La terapia si basa su un corretto inquadramento eziologico della fistola e sarà di tipo endodontico, parodontale o chirurgico nelle forme pericoronali. Nei casi molto datati, oltre al trattamento del focolaio infettivo che alimenta la fistola (serbatoio patogenetico), alcuni Autori suggeriscono l’escissione chirurgica in toto del bottone fistoloso e del suo tragitto epitelializzato: ciò comporta, per le fistole che si estrinsecano a livello cutaneo, conseguenze cicatriziali più o meno esuberanti le cui complicanze estetiche richiedono talvolta un intervento di chirurgia plastica. Occorre, pertanto, una corretta conoscenza della patologia da parte dell’odontoiatra, in modo da evitare la permanenza di tali quadri patologici, spesso causati dall’inadeguato, tardivo o addirittura mancato trattamento del focolaio infettivo dal quale originano e dalla somministrazione impropria di antibiotici che non risolve l’infezione ma, al contrario, ne favorisce il processo di cronicizzazione.

Odontogenic fistula: etiology, diagnosis and treatment
Aim of work. In this study the Authors analyzed etiological, diagnostic and therapeutic aspects of odontogenic sinus tracts in their several manifestations in both jaws. Diagnostic aspects. Diagnosis is based on patient’s history, clinical and radiological findings. After listening to patient’s history, oral and facial examination makes possible to find the opening of sinus tract. Pus will either spontaneously be discharged or pushed by palpation.
Therapeutic aspects. Based on its etiological origin, therapy may be either endodontic or periodontal or surgical (in case of pericoronal lesions). For very old lesion some authors suggest complete removal of the lesion together with its epithelial portion, in addition to treatment of infective sites.
Clinical implications. The dentist must have a deep knowledge of pathology in order to avoid the persistence of such diseases that are often caused by inadequate, delayed or even lacking treatment of infective sites.

Qualifiche Autori:
“Sapienza” Università di Roma
CLSOPD - Presidente: prof. G. Dolci
Clinica Odontostomatologica IV - Titolare: prof. M. Ripari



Articoli correlati

Obiettivi. Scopo del dossier è fornire le linee guida per il trattamento dei tessuti molli in interventi di chirurgia endodontica, con particolare attenzione all’esecuzione di tecniche minimamente...


ObiettiviIndividuare le cause dell’insuccesso di precedenti interventi di apicectomia utilizzando il microscopio operatorio e valutare il successo clinico e radiografico del ritrattamento...


Pensiamo che in chirurgia endodontica, oltre a un approccio sofisticato da microchirurgia per la gestione e risoluzione della patologia apicale, sia altresì importante il mantenimento...


Il tessuto della papilla interdentale è una struttura relativamente delicata e spesso viene coinvolta in chirurgia orale. In chirurgia parodontale sono state proposte diverse metodiche, non solo per...


L’utilizzo di metodiche di rigenerazione guidata dei tessuti rappresenta una novità nel trattamento dei tessuti nell’ambito della chirurgia endodontica. Il presente studio esporrà una...


Altri Articoli

In pieno svolgimento il 27° Congresso Nazionale del Collegio dei Docenti Universitari online. Caricati i video di nuovi simposi ed approfondimenti


L’uso prolungato delle mascherine comporterebbe, indirettamente, problemi a gengive e denti. Ecco cosa spiegare ai propri pazienti per rimediare


La sede FNOMCeO illuminata in ricordo dei medici ed odontoiatri italiani deceduti durante l’emergenza Covid-19


I liberi professionisti devono indicare il reddito annuo conseguito nel 2019. Le Società devono versare lo 0,5% del fatturato, oltre 4milioni di euro quanto versato lo scorso anno


Lavorava senza laurea in uno studio sconosciuto all’Autorità sanitaria e senza autorizzazione. Denunciato


 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Speciale in Evidenza


 
 
 
 

Corsi ECM

 
 
 
 
 
 

I più letti

 
 

Corsi, Convegni, Eventi

 
 
 
 
 
 
 
 

Guarda i nostri video

Guarda i nostri video

Paziente o cliente, il punto di vista del dentista e del u201cconsumatoreu201d