HOME - Patologia Orale
 
 
31 Marzo 2009

Aspetti eziopatogenetici e terapeutici della stomatite aftosa ricorrente

di R. Ferdeghini


Nell’ambito delle manifestazioni patologiche a carico delle mucose orali, le afte non sono probabilmente le alterazioni alle quali si presta la maggior considerazione: scarse o nulle le conseguenze nel tempo per i pazienti, ridotte le possibilità per il sanitario di intervenire in modo significativo sull’andamento della patologia.
È tuttavia vero che, in una percentuale fortunatamente bassa dei casi, per la frequenza e la gravità con cui si manifestano le lesioni aftose si possa determinare un reale decadimento delle funzioni del cavo orale con conseguenze anche sulla vita di relazione.
In questi casi l’odontoiatra potrebbe essere il primo sanitario interpellato dal paziente per ricevere assistenza e consigli sul modo più opportuno di affrontare la sua situazione.
Questa revisione della letteratura si propone di valutare alcuni aspetti emergenti e le più recenti acquisizioni in tema eziopatogenetico e terapeutico nei confronti dell’aftosi comune.
Cenni clinici ed epidemiologici
Gli aspetti fondamentali della patologia aftosa sono generalmente ben noti. Di seguito verrà quindi riportato un sintetico inquadramento degli aspetti epidemiologici e clinici di maggior interesse. Dal punto di vista clinico si distinguono tre forme di aftosi orale: minore, maggiore ed erpetiforme.



Articoli correlati

Dall’esperto USA i consigli su come prevenire lo stress per evitare effetti catastrofici

di Davis Cussotto


Francesco Balducci (nella foto) è un medico specializzato in odontostomatologia che ha sempre nutrito un forte interesse verso la medicina preventiva e lo studio degli stili di vita favorenti...


Tutto comincia dalla postura scorretta e dalle conseguenze che questa ha sulla colonna vertebrale. Occorre fare in modo che le orecchie stiano sopra le spalle e queste sopra l'anca in questo modo,...


Lo stress al lavoro può provocare numerosi effetti negativi: riduce le performace professionali,  rende il carico di lavoro pesante e si ha la sensazione che le ore per lavoro non siano...


Lo Stress cronico occupazionale colpisce il 10% della popolazione europea: i dati forniti dall'Istituto superiore per la prevenzione e la sicurezza del lavoro (Ispesl) parlano di oltre 40 milioni di...


Altri Articoli

Tra i temi di stretta attualità su cui il Governo (o parte di esso) dice di voler intervenire -comunque lo annuncia- c’è quello del salario minimo. Che è di fatto la copia...

di Norberto Maccagno


Quando non si ha la possibilità di utilizzare trapano, anestesia, materiali per otturazioni, tra le tecniche ed i prodotti a disposizione per trattare la carie dei denti da latte, e non solo, in...


“Apprendo con grande stupore a mezzo stampa di una presunta querela che sarebbe stata sporta nei miei confronti da parte dell’ANDI – dichiara Marco Vecchietti, Amministratore Delegato e...


La Regione Toscana, con la Legge regionale n° 50, ha modificato la L.R. 5 agosto 2009 n°51 "Norme in materia di qualità e sicurezza delle strutture sanitarie: procedure e requisiti autorizzativi...


Avevano permesso ad un non laureato ed abilitato di curare i loro pazienti e per questo il giudice di Lucca ha condannato tre iscritti all’Albo per concorso in esercizio abusivo della...


 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Corsi ECM

 
 
 
 
 
 

I più letti

 
 

Corsi, Convegni, Eventi