HOME - Patologia Orale
 
 
31 Dicembre 2009

L'impiego del laser nel trattamento delle patologie delle mucose orali

di P. Vescovi, A. Del Vecchio, M. Manfredi, C. Fornaini, G. Tenore, U. Romeo


OBIETTIVI. La laser-chirurgia delle lesioni dei tessuti molli orali dà grandi vantaggi al chirurgo e al paziente. Incisioni precise, emostasi, guarigione migliore e minore sintomatologia algica ne sono i caratteri peculiari. Obiettivo del presente lavoro è descrivere e valutare il ruolo del laser nella terapia delle lesioni potenzialmente maligne.
MATERIALI E METODI. Poiché gli effetti del laser sono legati all’assorbimento dell’energia da parte dei tessuti, è basilare la scelta di un’idonea lunghezza d’onda. Tutti i laser moderni sono validi in chirurgia orale, ma conoscere profondità di penetrazione e tessuto bersaglio di ciascuna lunghezza d’onda riduce gli effetti indesiderati. Sulle lesioni benigne si hanno risultati eccellenti grazie anche a tecniche nuove e non invasive, come la disidratazione fototermica degli angiomi. Nelle lesioni sospette va considerato il danno perincisionale che altera la valutazione istologica del potenziale infiltrativo lesionale.
CONCLUSIONI. Pertanto, occorre far precedere il trattamento di vaporizzazione o escissione da una valutazione istologica tradizionale a lama fredda, ampliando successivamente il taglio, nel trattamento risolutivo con il laser, di almeno 500 µm per garantirsi escissione e leggibilità adeguate.



Articoli correlati

Il lichen planus orale (OLP) è una patologia infiammatoria cronica a carattere autoimmunitario ma a eziologia ancora non ben chiara la cui prevalenza va dall'1% al 2% nella popolazione...


ObiettiviIl lichen planus orale (LPO) è considerato una manifestazione extraepatica in corso di malattie croniche del fegato. Al fine di controllare l'incidenza di esacerbazioni cliniche del...


ObiettiviPresentare all’odontoiatra informazioni utili alla gestione clinica del paziente affetto da lichen planus orale (LPO).Materiali e metodiLe banche dati PubMed, Embase e Scopus sono state...


La sopravvivenza media a 5 anni dei pazienti affetti da carcinoma orale è del 55%. Se la neoplasia viene intercettata in fase iniziale e diagnosticata in uno stadio precoce (stadio I), la...


Le lesioni gengivali desquamative (LGD) rappresentano una patologia cronica che colpisce tutta la gengiva con lesioni eritematose, erosive, vescicolo-bollose e desquamative. Nella maggior parte dei...


Altri Articoli

La considerazione del prof. Massimo Gagliani partendo dal fatto che stanno aumentano le lesioni dentali di origine non cariosa

di Massimo Gagliani


La notizia della settimana è certamente quella “dell’Italia che riapre”, come hanno titolato molti quotidiani. In realtà, come oramai tradizione in questo anno abbondante...

di Norberto Maccagno


Oltre il 59% della popolazione spagnola tra i 35 e i 44 anni necessita di un qualche tipo di protesi dentale


Come verificare se le certificazioni dei Dispositivi medici sono corrette, quali le responsabilità se non lo fossero ed in caso di “incedente” come ci si deve comportare? I consigli...


Firmato il protocollo di intesa tra Governo, Regioni e Province Autonome e FNO TRSM PSTRP per la somministrazione dei vaccini da parte di tutti i professionisti sanitari, compresi gli igienisti...


 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Corsi ECM

 
 
 
 
 
 

I più letti

 
 

Corsi, Convegni, Eventi

 
 
 
 
 
 
 
 

Guarda i nostri video

Guarda i nostri video

Come spiegare gli interventi odontoiatrici al paziente