HOME - Patologia Orale
 
 
31 Dicembre 2009

L'impiego del laser nel trattamento delle patologie delle mucose orali

di P. Vescovi, A. Del Vecchio, M. Manfredi, C. Fornaini, G. Tenore, U. Romeo


OBIETTIVI. La laser-chirurgia delle lesioni dei tessuti molli orali dà grandi vantaggi al chirurgo e al paziente. Incisioni precise, emostasi, guarigione migliore e minore sintomatologia algica ne sono i caratteri peculiari. Obiettivo del presente lavoro è descrivere e valutare il ruolo del laser nella terapia delle lesioni potenzialmente maligne.
MATERIALI E METODI. Poiché gli effetti del laser sono legati all’assorbimento dell’energia da parte dei tessuti, è basilare la scelta di un’idonea lunghezza d’onda. Tutti i laser moderni sono validi in chirurgia orale, ma conoscere profondità di penetrazione e tessuto bersaglio di ciascuna lunghezza d’onda riduce gli effetti indesiderati. Sulle lesioni benigne si hanno risultati eccellenti grazie anche a tecniche nuove e non invasive, come la disidratazione fototermica degli angiomi. Nelle lesioni sospette va considerato il danno perincisionale che altera la valutazione istologica del potenziale infiltrativo lesionale.
CONCLUSIONI. Pertanto, occorre far precedere il trattamento di vaporizzazione o escissione da una valutazione istologica tradizionale a lama fredda, ampliando successivamente il taglio, nel trattamento risolutivo con il laser, di almeno 500 µm per garantirsi escissione e leggibilità adeguate.



Articoli correlati

Il lichen planus orale (OLP) è una patologia infiammatoria cronica a carattere autoimmunitario ma a eziologia ancora non ben chiara la cui prevalenza va dall'1% al 2% nella popolazione...


ObiettiviIl lichen planus orale (LPO) è considerato una manifestazione extraepatica in corso di malattie croniche del fegato. Al fine di controllare l'incidenza di esacerbazioni cliniche del...


ObiettiviPresentare all’odontoiatra informazioni utili alla gestione clinica del paziente affetto da lichen planus orale (LPO).Materiali e metodiLe banche dati PubMed, Embase e Scopus sono state...


La sopravvivenza media a 5 anni dei pazienti affetti da carcinoma orale è del 55%. Se la neoplasia viene intercettata in fase iniziale e diagnosticata in uno stadio precoce (stadio I), la...


Le lesioni gengivali desquamative (LGD) rappresentano una patologia cronica che colpisce tutta la gengiva con lesioni eritematose, erosive, vescicolo-bollose e desquamative. Nella maggior parte dei...


Altri Articoli

La mappa delle oltre 5 mila società censite da ENPAM, previsto un gettito di oltre 7 milioni di euro. Controlli e sanzioni: previsti “incroci” con i dati delle Entrate 


Per l’Ospedale Fatebenefratelli all’Isola Tiberina di Roma sono 9700 nuovi casi in un anno in Italia. Attivata campagna di prevenzione con visite gratuite


Intelligenza artificiali, immagini e stampanti in 3D, staminali rigeneratrici. Come cambiano gli specialisti che curano e riabilitano il cavo orale. Anche la prevenzione dei danni da fumo trova nuove...


Il punteggio medio nazionale registrato tra gli idonei è di 35,23. Ecco le previsioni dei punteggi minimi necessari per entrare senza aspettare i "ripescaggi" a medicina ed odontoiatria 


I principali interventi del piano strategico FDI per i prossimi anni, ma la priorità è sensibilizzare gli Stati sulla promozione della salute orale


 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Corsi ECM

 
 
 
 
 
 

I più letti

 
 

Corsi, Convegni, Eventi