HOME - Patologia Orale
 
 
01 Ottobre 2010

Manifestazioni cliniche intra ed extraorali della sindrome di Rendu-Osler-Weber

di A. Leonida, D. Lauritano, R. Monguzzi, P. Teti, F. Franceschini, P. Vescovi, M. Baldoni


Obiettivi. Descrivere la Teleangectasia emorragica ereditaria o sindrome di Rendu-Osler-Weber, malattia a trasmissione autosomica dominante a penetranza incompleta che determina alterazioni a carico dei vasi del microcircolo (capillari e venule), dovute alla perdita dei tessuti di sostegno che normalmente circondano i vasi sanguigni, ed emorragie che possono interessare potenzialmente ogni organo.
Materiali e metodi. È stata fatta una revisione bibliografica dell’eziopatogenesi, delle manifestazioni cliniche e delle opzioni terapeutiche di tale malattia ed è stata presentata una relazione sul caso di un paziente con questa sindrome, in cura presso il reparto di Medicina orale dell’Università di Milano Bicocca.
Risultati e conclusioni. La sindrome si manifesta clinicamente con teleangectasie multiple di piccole dimensioni a livello della cute e delle mucose, per esempio del tratto gastrointestinale o di altri organi, associate a episodi ricorrenti di sanguinamento delle sedi colpite e da melena evidente od occulta. Il trattamento è di supporto e aiuta a prevenire le complicanze. Una volta posta diagnosi di telangectasia emorragica, prima di effettuare ogni tipo di intervento, in particolare un’azione invasiva (come per esempio un’estrazione o un intervento di implantologia ecc.), risulta fondamentale effettuare una profilassi antibiotica ad ampio spettro. Gli autori consigliano amoxicillina da 1 g ogni 12 ore da iniziare il giorno precedente la terapia odontoiatrica e da continuare dopo per altri 5 giorni.



Articoli correlati

La salute orale ha un impatto significativo sulla qualita` della vita delle persone. Una buona salute orale consente di soddisfare i bisogni essenziali, come mangiare in maniera adeguata, gustare i...


Si presenta alla nostra osservazione il signor M.D., di anni 29, inviato dal proprio odontoiatra a causa di una pigmentazione palatale. Il paziente riferiva di non essere mai stato cosciente...


Il signor DM, di 48 anni, è giunto alla nostra osservazione inviato dai colleghi del reparto di Accettazione, che avevano individuato una lesione biancastra nel cavo orale, presente e immodificata...


Giunge alla nostra attenzione un paziente di anni 65 la cui indagine anamnestica non rivela condizioni patologiche di sorta, a eccezione di ipertensione arteriosa trattata con farmaci...


Si presenta alla nostra osservazione la signora B.L., di anni 58, inviata dal proprio medico curante a causa di una pigmentazione gengivale di recente insorgenza. La paziente riferisce che la lesione...


Altri Articoli

Tra i temi di stretta attualità su cui il Governo (o parte di esso) dice di voler intervenire -comunque lo annuncia- c’è quello del salario minimo. Che è di fatto la copia...

di Norberto Maccagno


Quando non si ha la possibilità di utilizzare trapano, anestesia, materiali per otturazioni, tra le tecniche ed i prodotti a disposizione per trattare la carie dei denti da latte, e non solo, in...


“Apprendo con grande stupore a mezzo stampa di una presunta querela che sarebbe stata sporta nei miei confronti da parte dell’ANDI – dichiara Marco Vecchietti, Amministratore Delegato e...


La Regione Toscana, con la Legge regionale n° 50, ha modificato la L.R. 5 agosto 2009 n°51 "Norme in materia di qualità e sicurezza delle strutture sanitarie: procedure e requisiti autorizzativi...


Avevano permesso ad un non laureato ed abilitato di curare i loro pazienti e per questo il giudice di Lucca ha condannato tre iscritti all’Albo per concorso in esercizio abusivo della...


 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Corsi ECM

 
 
 
 
 
 

I più letti

 
 

Corsi, Convegni, Eventi