HOME - Patologia Orale
 
 
01 Ottobre 2011

Una grossa neoformazione del palato

di E. Baruzzi, D. Passera, L. Borin, L. Moneghini, S. Delia, I. Marziali, R. Franchini


Giunge alla nostra osservazione una paziente di 63 anni inviata dall’odontoiatra curante per valutare un’estesa neoformazione a carico del palato duro.
La paziente, in terapia antiaritmica con fluconide acetato e portatrice di protesi parziale rimovibile superiore, riferisce la presenza della neoformazione da circa 10 anni, caratterizzata da una crescita lenta e assolutamente asintomatica. Per questi motivi la lesione non ha mai rappresentato motivo di disagio o preoccupazione per la paziente che, quindi, non ha avvertito l’esigenza di rivolgersi a uno specialista.
All’esame obiettivo si evidenzia una neoformazione di colorito roseo, superficie plurilobata e di consistenza duro-elastica. La lesione risulta caratterizzata da dimensioni notevoli (circa 4 x 3 cm), tali da occupare l’intera volta palatale e congiunta alla mucosa palatale in sede 22-23 da un sottile peduncolo. Alla costrizione della base d’impianto si osserva un’ischemia transitoria dell’intera neoformazione (fig. 1). Il contenuto non è aspirabile. Si decide di procedere all’escissione della lesione e si invia il pezzo bioptico all’anatomopatologo, includendo nella diagnosi differenziale le seguenti condizioni: neoformazione reattiva, adenoma pleomorfo, linfoma o lesione HPV-correlata.



Articoli correlati

L’enucleazione, con o senza innesto osseo allogenico, è la principale procedura chirurgica per trattare le piccole cisti odontogene. Tuttavia l'approccio alle cisti di grandi...

di Lara Figini


Le lesioni al nervo alveolare inferiore (IAN) sono purtroppo complicanze non trascurabili in chirurgia orale e maxillo-facciale e possono incorrere durante trattamenti quali la...

di Lara Figini


Gentili ColleghiLeggo con interesse l'iniziativa formativa basata su in peculiare caso clinico da titolo "Neoformazione sviluppatasi dopo estrazione dentale" a firma M. Viviano, G. Lorenzini, A....


Il Ministero della Salute ha pubblicato sul proprio sito l'aggiornamento delle "Linee guida nazionali per la promozione della salute orale e la prevenzione delle patologie orali in età adulta"...


Le fistole odontogene drenanti a livello extraorale di frequente non vengono riconosciute come tali. In letteratura è stato evidenziato che circa la metà dei pazienti, affetti da questa...


Altri Articoli

La disparità di trattamento, in tema di aiuti causa pandemia, tra attività gestite da un iscritto ad un Albo professionale e quella da un cittadino munito di partita iva è...

di Norberto Maccagno


Ufficialmente sul sito del Ministero le “Indicazioni operative per l'attività odontoiatrica durante la fase 2 della pandemia Covid-19”


Lo prevede il Decreto Scuola approvato al Sentato. Sarà la Commissione ECM a chiarire le modalità di accesso per i liberi professionisti 


Il Sole 24 Ore quantifica il divario degli aiuti messi in campo dal governo tra professionisti ed imprese. Sopra i 50 mila euro, a parità di reddito e danno i professionisti sono dimenticati


Quali gli strumenti da adottare, quali le indicazioni. Prof. Azzolini: attraverso gli occhi il virus può infettare gli operatori


 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Speciale in Evidenza


 
 
 
 

Corsi ECM

 
 
 
 
 
 

I più letti

 
 

Corsi, Convegni, Eventi

 
 
 
 
 
 
 
 

Guarda i nostri video

Guarda i nostri video

COVID-19 ed odontoiatria, il punto del prof. Roberto Burioni