HOME - Patologia Orale
 
 
02 Marzo 2015

Le infezioni odontogene: diagnosi, evoluzione e complicanze. Gli elementi necessari per una corretta diagnosi

di Anna Maria Melica


Il secondo modulo del primo corso FAD (Dental Cadmos 2/2015) prende in esame le principali cause di infezioni odontogene, sono descritti i microrganismi coinvolti nella eziologia, le vie di diffusione e le possibili evoluzioni di questa patologia di frequente riscontro nella pratica clinica.

L'obiettivo principale è quello di fornire gli elementi necessari per effettuare una corretta diagnosi differenziale e impostare il piano di trattamento più adeguato. Il processo diagnostico prevede un'accurata anamnesi, un corretto esame obiettivo e una razionale prescrizione e interpretazione di esami strumentali e di laboratorio.

La maggior parte delle infezioni odontogene origina da più specie batteriche, in particolare da batteri aerobi e anaerobi, con una predominanza per le specie aerobie Gram-positive soprattutto nelle prime fasi dell'infezione. Le cause che possono dar luogo a queste infezioni sono numerose, tra le principali vi sono le patologie della polpa dentaria, le osteiti, le parodontopatie, la presenza di residui radicolari o di corpi estranei, le sinusiti a eziologia odontogena e le malposizioni dentarie. Ne consegue che un corretto approccio diagnostico è fondamentale soprattutto al fine di escludere tumefazioni di altra natura, come patologie flogistiche non odontogene, tumori del distretto cervico-facciale, localizzazioni metastatiche, neoformazioni cistiche. L'identificazione dell'origine e delle caratteristiche dell'infezione consentono di individuare lo spazio anatomico coinvolto, e quindi le potenziali vie di diffusione con il relativo pericolo per il paziente. Qualora vi sia la tendenza alla diffusione o alla cronicizzazione del processo infettivo, sono raccomandati prelievi microbiologici per l'individuazione del microrganismo e per l'esecuzione dell'antibiogramma, indispensabile per impostare una terapia antibiotica mirata.

La terapia antibiotica ha notevolmente ridotto le complicanze di queste infezioni; ciononostante in taluni casi si assiste alla manifestazione di complicazioni dovute a un crescente aumento delle antibiotico-resistenze o a pazienti con deficit immunitari.

Occorre sottolineare che a causa dell'elevato utilizzo, talvolta improprio, degli antibiotici in campo odontoiatrico si è instaurato un progressivo incremento di fenomeni di resistenza agli antibiotici che possono modificare il normale decorso clinico di queste patologie. Se le infezioni a eziologia odontogena non vengono riconosciute o trattate correttamente possono compromettere anche in modo grave la salute del paziente.

A cura di: Anna Maria Melica, consulente scientifico Dental Cadmos

A questo link l'articolo originale sul numero d Febbraio di Dental Cadmos

Articoli correlati

La costruzione, la gestione e il mantenimento di un buon rapporto con il paziente resta, al pari del valido risultato tecnico, la migliore forma di prevenzione del contenzioso in...


Le linee guida di pratica clinica si muovono all’interno del modello di medicina basata sull’evidenza. Se autorevoli, possono rivelarsi uno strumento straordinario. Non solo...

di Carla De Meo


Dental Cadmos, l'unica rivista italiana, peer-reviewed, indicizzata dai più autorevoli database bibliografici internazionali (Embase, Scopus e Web of Science), lancia una nuova App per...


Metodi per valutare la capacità decisionale


Altri Articoli

Attivato per tutti gli iscritti medici ed odontoiatri. Intanto FNOMCeO annuncia che le criticità legate alla banca dati Co.Ge.APS, saranno risolte al più presto


Contestato in varie provincie italiane il superamento del limite di spesa in tema di inserzioni pubblicitarie. Ecco cosa dice la norma


In provincia di Latina il Comune sanziona con 10 mila euro il titolare di una Srl odontoiatrica che aveva modificato i locali senza richiedere una nuova autorizzazione sanitaria


Nel fine settimana a Bologna la manifestazione biennale “fiore all’occhiello” del Sindacato degli Ortodontisti (SUSO)


Dopo aver letto le norme inserite nella legge di Bilancio che toccano anche lo studio odontoiatrico, i dati rilevati da EDRA e da Key-Stone che indicano la percentuale di odontoiatri e di futuri...

di Norberto Maccagno


 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Corsi ECM

 
 
 
 
 
 

I più letti

 
 

Corsi, Convegni, Eventi