HOME - Patologia Orale
 
 
14 Maggio 2015

Infezione orale da Human Papillomavirus. Dalla verruca al carcinoma orale epidemiologia, clinica, prevenzione e terapia

di Anna Maria Melica


L'infezione genitale da HPV rappresenta una tra le più diffuse infezioni sessualmente trasmesse nella popolazione generale, tuttavia il virus è in grado di infettare anche altre mucose, inclusa la mucosa orale. Anche per l'odontoiatra è quindi necessaria una completa e aggiornata conoscenza di questa condizione infettiva per promuovere la salute dei pazienti e fornire loro esaurienti indicazioni in merito.

Il quinto modulo del primo corso FAD (Dental Cadmos 5/2015 Autori: Nicoletta Termine, Giuseppina Campisi) ha come obiettivo quello di descrivere le modalità di trasmissione, i fattori di rischio e le potenzialità oncogeniche di questo virus con particolare riferimento alle possibili manifestazioni dell'infezione nel distretto orale e orofaringeo e alle indicazioni sul management diagnostico e terapeutico. Viene inoltre riportato l'attuale stato dell'arte relativamente ai vaccini formulati per il virus e le indicazioni alla loro somministrazione.

L'infezione può avere decorso subclinico o può associarsi a manifestazioni cliniche che possono essere benigne o maligne in funzione del tipo virale coinvolto e dell'interazione con l'ospite. Sono stati identificati oltre 130 tipi virali, distinti in basso e alto rischio oncologico. L'infezione da HPV ad alto rischio rappresenta la causa primaria del 99% dei carcinomi della cervice uterina e di circa il 50% dei carcinomi dell'orofaringe (tonsille e base lingua). I carcinomi dell'orofaringe correlati all'HPV si distinguono dai carcinomi associati ai comuni fattori di rischio come fumo e alcol sia dal punto di vista epidemiologico cha dal punto di vista clinico e prognostico, essendo caratterizzati da una migliore percentuale di sopravvivenza e da maggiore radio- e chemio-sensibilità.

L'HPV è coinvolto anche nella patogenesi di diverse lesioni benigne che si sviluppano nel cavo orale, in particolare la verruca volgare, il papilloma squamoso (fig.1), il condiloma acuminato (fig.2) e la più rara  iperplasia epiteliale focale. Sono tutte lesioni verruco-papillari a crescita esofitica che possono presentarsi singole o multiple e con una superficie liscia o verrucosa dal colorito bianco, roseo o rosso in dipendenza dal livello di cheratinizzazione della lesione stessa. Queste lesioni, asintomatiche, possono svilupparsi in ogni parte della mucosa orale ma più frequentemente a livello della lingua, del palato molle e delle labbra.

I vaccini anti-HPV sono stati introdotti per la prevenzione dei carcinomi cervicali e ano-genitali, per i quali sono stati condotti studi specifici. È possibile che, prevenendo l'acquisizione dell'infezione primaria, essi siano efficaci anche nel ridurre in futuro la frequenza di altri carcinomi HPV-relati, quali quelli del distretto tonsillare e orofaringeo.

A questo link il Lavoro originale

Sintesi a cura di: Anna Maria Melica, Consulente Scientifico Dental Cadmos

  • Papilloma a cellule squamose del ventre linguale

  • Condiloma acuminato del palato duro

Articoli correlati

Pubblicato uno dei primi lavori europei riguardante l’impatto che il Covid-19 ha avuto sugli odontoiatri. Ricerca condotta grazie alla collaborazione tra Federazione Regionale degli Ordini...


Il Consejo Dentistas spagnolo ha pubblicato delle Linee Guida di protezione e di riduzione del rischio di trasmissione che possono aiutare l’odontoiatra a gestire la situazione...


Denunciato in Abruzzo abusivo sia odontoiatrico che odontotecnico


La Guardia di Finanza ha denunciato a Nizza Monferrato (provincia di Asti) un diplomato odontotecnico, con trascorsi da imprenditore della ristorazione, per esercizio abusivo della professione di...


Altri Articoli

Il dott. Nick Sandro Miranda informa delle criticità indicate dall’OMCeO di Udine spiegandone alcuni passaggi 


Sotto la lente dell’Autority presunte pratiche commerciali scorrette nell’offerta di servizi assicurativi, pratiche evidenziate anche nell’esposto ANOMEC


SIdP: parodontite e diabete, un pericoloso legame a doppio filo. Grazie ai dentisti si può prevenire attraverso diagnosi precoce ed individuare grazie a semplici test alla poltrona


Disappunto del dott. Mele su di una decisione dell’Agenzia delle Entrate che rischia di complicare la vita dei contribuenti in periodo di Covid e scadenze fiscali


Alcune considerazioni di Maurizio Quaranta sul tema dell’Iva sui riuniti odontoiatrici nate da incomprensioni sulla lettura del Dl 34/2000 


 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Speciale in Evidenza


 
 
 
 

Corsi ECM

 
 
 
 
 
 

I più letti

 
 

Corsi, Convegni, Eventi

 
 
 
 
 
 
 
 

Guarda i nostri video

Guarda i nostri video

Il prof. Burioni spiega come funzionano i test Covid e dà qualche consiglio agli odontoiatri ed igienisti dentali