HOME - Patologia Orale
 
 
21 Maggio 2015

Maggiore attenzione e cura della cavità orale riduce il rischio di infarto miocardico. I risultati di uno studio su pazienti tedeschi

di Lara Figini


Ultimamente si parla sempre di più di una possibile correlazione tra lo stato di salute orale e altre patologie sistemiche, quali ad esempio le malattie cardiovascolari, il diabete, le malattie all'apparato respiratorio, digerente e le complicanze legate alla gravidanza. Più nello specifico sono i meccanismi infiammatori cronici coinvolti nella malattia parodontale e i batteri che li sostengono ad essere pericolosi per la salute generale dei pazienti, rendendo la parodontite un vero e proprio fattore di rischio per lo sviluppo di malattie sistemiche . Inoltre certe malattie sistemiche possono avere un grosso impatto sulla salute orale.

Di conseguenza, una corretta igiene orale risulta fondamentale non solo per prevenire o curare le malattie della cavità orale, ma anche per migliorare lo stato di salute di tutto il corpo. Nel numero di maggio 2015 è stato pubblicato su Plos One uno studio di coorte riguardante 24.313 tedeschi di mezza età seguiti per 13 anni. Sono stati registrati al tempo 0 dati circa età, sesso, numero di denti in arcata, istruzione, lavoro , attività fisica, assunzione di alcool , fumo, farmaci cronici quali antibiotici, antidolorifici, vitamine, ed è stata poi registrata l'incidenza di patologie quali ipertensione, diabete mellitico di tipo 2, infarto miocardico, ictus, parodontite e cancro per tutto il periodo di follow-up.

I risultati ottenuti dallo studio sono stati i seguenti:

Il numero di denti è risultato inversamente proporzionale al rischio di infarto miocardico (HR: 0,97; 95% CI: 0,96, 0,99). Una minore correlazione è stata riscontrata tra il numero dei denti in arcata e l'ictus , e nessun rapporto con diabete mellito tipo 2 .I partecipanti con 18-23 denti in arcata e quelli senza denti hanno il 76% (95% CI: 1.04, 3) e 2.93 volte (95% CI: 1,61, 5,18) di rischio più elevato di infarto miocardico rispetto ai pazienti con quasi tutti i denti (28- 32 denti).

La cura dei denti e della cavità orale in generale è correlata alla salute generale. Patologie sistemiche possono predisporre a patologie orali cosi come patologie orali possono predisporre a malattie sistemiche. Questo studio di Coorte è l'ulteriore conferma in letteratura che vi è una stretta correlazione tra la malattia parodontale e patologie cardiovascolari come l'infarto miocardico. Per questo motivo sempre più necessaria è l'attività multidisciplinare tra odontoiatrica e medici generici e specialisti.

A cura di: Lara Figini, Coordinatrice Scientifica Odontoiatria33

Bibliografia:

PLoS One. 2015 May 6;10(5) Association between Number of Teeth and Chronic Systemic Diseases: A Cohort Study Followed for 13 Years. Autori: Oluwagbemigun K, Dietrich T, Pischon N, Bergmann M, Boeing H.

Articoli correlati

Uno studio inglese indaga il suo “potere distrattivo” durante le sedute

di Lara Figini


Chiudono gli studi singoli, tiene il fatturato ma sono le società ad incrementare


L'Ufficio Statistico dell'Unione Europea (Eurostat), come ogni anno, pubblica un una classifica delle varie professioni, anche quelle sanitarie, in base al numero dei professionisti in funzione del...


Da qualche giorno anche i possessori di smartphone e tablet della "mela morsicata" possono scaricare l'app realizzata dalla CAO Nazionale contro abusivi e prestanome.L'applicazione presentata il 14...


Altri Articoli

La disparità di trattamento, in tema di aiuti causa pandemia, tra attività gestite da un iscritto ad un Albo professionale e quella da un cittadino munito di partita iva è...

di Norberto Maccagno


Ufficialmente sul sito del Ministero le “Indicazioni operative per l'attività odontoiatrica durante la fase 2 della pandemia Covid-19”


Lo prevede il Decreto Scuola approvato al Sentato. Sarà la Commissione ECM a chiarire le modalità di accesso per i liberi professionisti 


Il Sole 24 Ore quantifica il divario degli aiuti messi in campo dal governo tra professionisti ed imprese. Sopra i 50 mila euro, a parità di reddito e danno i professionisti sono dimenticati


Quali gli strumenti da adottare, quali le indicazioni. Prof. Azzolini: attraverso gli occhi il virus può infettare gli operatori


 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Speciale in Evidenza


 
 
 
 

Corsi ECM

 
 
 
 
 
 

I più letti

 
 

Corsi, Convegni, Eventi

 
 
 
 
 
 
 
 

Guarda i nostri video

Guarda i nostri video

COVID-19 ed odontoiatria, il punto del prof. Roberto Burioni