HOME - Pedodonzia
 
 
28 Febbraio 2006

Carie della prima infanzia. Interventi multidisciplinari

di *C. Mazza, **T. Strummiello, ***L. Nastri


La carie della prima infanzia (ECC) è una patologia che colpisce i denti di bambini molto piccoli.
Il processo patologico ha un’origine multifattoriale e determina lesioni rapidamente destruenti che possono avere gravi conseguenze tanto di ordine locale quanto di ordine sistemico. Considerando la complessità delle diverse misure terapeutiche, il lavoro vuole evidenziare l’importanza dell’attività preventiva svolta da specialisti quali il pediatra, il pedodontista e l’igienista dentale. Si sottolinea, in particolare, il ruolo comunicazionale e motivazionale di tali operatori sanitari nei confronti dei genitori, che rappresentano i destinatari dei messaggi loro rivolti necessari a garantire il benessere, sia orale che generale, del bambino. L’auspicio per il futuro è, quindi, di una ancor più stretta collaborazione e interazione tra i professionisti per poter così creare un vero team preventivo che possa non solo educare ma, soprattutto, “radicare” sane abitudini.


Early childhood caries: a multidisciplinary approach
Early childhood caries (ECC) affects teeth in very young children. The pathologic process has a multifactorial origin and leads to rapidly destroying lesions, which can have severe consequences on both local and systemic aspects. Considering the complexity of the different therapeutic strategies, the aim of this paper is underlining the importance of a preventive activity conducted by specialists as the paediatrician, the pedodontist and the dental hygienist. Much emphasis is given to the motivational and communicational role of these sanitary professionals towards the little patient’s parents, who represent the addressees of the message aimed to gain and maintain both oral and general wellness of the baby. Furthermore the Authors underline the need for a much tighter collaboration and interaction among professionals, in order to create a real preventive team, able to not only indicate but also, and above all, “to radicate” healthy habits.

Qualifiche Autori:
Seconda Università degli Studi di Napoli - CLID
Presidente: prof. F. Caruso 
*Igienista dentale, docente a c.
**Igienista dentale
***Odontoiatra

Prevenzione & assistenza dentale 2006; 1: 29-34

Articoli correlati

Disponibile la registrazione completa del webinar live dal titolo “Covid-19: ci si può organizzare per una prevenzione più “strutturale” e meno invasiva?”


L’uso prolungato delle mascherine comporterebbe, indirettamente, problemi a gengive e denti. Ecco cosa spiegare ai propri pazienti per rimediare


Indagine Istat-Iss attraverso il Sistema di Sorveglianza Integrata. La quota di deceduti in cui Covid è la causa direttamente responsabile della morte varia in base all'età


Una serie di video realizzati dalla Florida Atlantic University mostrano il livello di protezione di vari DPI dalla dispersione di droplet 


Le procedure da adottare nel caso un componente del Team dello studio o un paziente curato qualche giorno prima, comunichi di essere risultato positivo al test   


Altri Articoli

Disponibile la registrazione completa del webinar live dal titolo “Covid-19: ci si può organizzare per una prevenzione più “strutturale” e meno invasiva?”


In pieno svolgimento il 27° Congresso Nazionale del Collegio dei Docenti Universitari online. Caricati i video di nuovi simposi ed approfondimenti


L’uso prolungato delle mascherine comporterebbe, indirettamente, problemi a gengive e denti. Ecco cosa spiegare ai propri pazienti per rimediare


La sede FNOMCeO illuminata in ricordo dei medici ed odontoiatri italiani deceduti durante l’emergenza Covid-19


I liberi professionisti devono indicare il reddito annuo conseguito nel 2019. Le Società devono versare lo 0,5% del fatturato, oltre 4milioni di euro quanto versato lo scorso anno


 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Speciale in Evidenza


 
 
 
 

Corsi ECM

 
 
 
 
 
 

I più letti

 
 

Corsi, Convegni, Eventi

 
 
 
 
 
 
 
 

Guarda i nostri video

Guarda i nostri video

I u201ctrucchiu201d per convivere con il rischio Covid in studio