HOME - Prodotti
 
 
01 Settembre 2017

KaVo: presenta la nuova definizione dell'imaging.

ORTHOPANTOMOGRAPH

La nuova serie di dispositivi di imaging extraorale KaVo consente di coprire una vasta gamma di esigenze di diagnostica per immagini: dalle acquisizioni 2D, panoramiche e cefalometriche, a quelle 3D, con campi di vista da 5 x ø 5 a 17 x ø 23 cm, così da soddisfare le necessità in odontoiatria. KaVo ORTHOPANTOMOGRAPH™ OP 3D, acquisisce immagini 2D e 3D con campi di vista personalizzabili. KaVo ORTHOPANTOMOGRAPH™ OP 3D Pro con tecnologia a bass o dosaggio è un sistema "3 in 1" per l'imaging 2D, 3D e cefalometrico, mentre KaVo OP 3D Vision - il sistema radiografico 3D aggiornabile - è pensato per superare le aspettative dei professionisti più esigenti in ambito di implantologia, chirurgia, endodonzia, ATM, analisi delle vie respiratorie e ortodonzia.

Per l'imaging intraorale, KaVo propone il sistema radiografico Focus™, i sensori intraorali KaVo GXS-700, la telecamera intraorale KaVo ERGOcam™ One e l'innovativo dispositivo per il rilevamento delle carie KaVo DIAGNOcam™. Il portafoglio prodotti comprende, inoltre, i sistemi ai fosfori per l'imaging intraorale KaVo Scan eXam™ e Scan eXam™ One. Tutti i dispositivi sono pensati per completarsi a vicenda e per rendere la Dental Excellence immediatamente realizzabile all'interno del vostro Studio.

L'eccellente qualità ed affidabilità degli innovativi prodotti di imaging a marchio KaVo derivano dagli oltre 350 anni di esperienza complessiva maturati nella radiologia dentale dai brand appartenenti allo stesso Gruppo. Facendo leva su questo punto di forza straordinario, KaVo può ora offrire una gamma completa di soluzioni di imaging, sviluppate e pensate per soddisfare tutte le esigenze diagnostiche.


Sistemi per imaging KaVo - pronti al flusso di lavoro integrato.

Tutti i dispositivi di imaging KaVo sono già predisposti per essere utilizzati con il nuovo "ecosistema" software denominato DTX Studio™ per la diagnostica 2D e 3D, che KaVo rilascerà nel corso del 2018. Compatibile con i sistemi operativi Windows e Mac, DTX Studio™ si integrerà con i dispositivi di imaging attuali e futuri, gli scanner intraorali e le soluzioni CAD/CAM per fornire un flusso di lavoro integrato. Per gli specialisti in endodonzia, protesica, conservativa, implantologia e molte altre applicazioni: scegliendo oggi un dispositivo di imaging KaVo, potrete contare sul flusso costante di innovazioni e miglioramenti che DTX Studio™ offrirà in futuro in tutti i campi della moderna odontoiatria.

Per ulteriori informazioni, rivolgersi a KaVo all'indirizzo e-mailmarketing@kavokerr.como telefonare al numero 02 249381 814

Tag

Articoli correlati

È proprio basandoci su questo principio che KaVo Imaging ha creato E3, con l’obiettivo di contribuire a proteggere e a mantenere la naturale bellezza di un sorriso. E3 si traduce...


Avviate la vostra trasformazione digitale supportata dalla qualità e competenza di KaVo


KaVo OP 3D, il dispositivo di imaging combinato 2D/3D vincitore lo scorso anno del premio per l’innovazione tecnologica “German Innovation Award 2018”, è ora disponibile...


prodotti     23 Marzo 2018

KaVo Scan eXam

Il sistema ai fosfori veloce, diretto e ingegnosamente digitale


Altri Articoli

Sarà possibile scaricarlo già dopo la prima dose, l’alternativa è il tampone. Ecco per cosa servirà e come ottenerlo


Chiarello: posticipare per consentire ai nostri consulenti di completare il conteggio delle nostre dichiarazioni


L’obiettivo dell’auto check-up è quello di sensibilizzarli sull’importanza di mantenere comportamenti sani per la tutela della salute, cominciando da bocca e denti


Alleanza per la Professione Medica presenta mercoledì 28 luglio il suo “Manifesto per il rilancio della sanità italiana”


Nuove scadenze per i versamenti delle tasse e degli acconti, contributi per chi acquista e sulla commissione del POS e bonus sanificazione


 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Corsi ECM

 
 
 
 
 
 
 
 

I più letti

 
 

Corsi, Convegni, Eventi

 
 
 
 
 
 
 
 

Guarda i nostri video

Guarda i nostri video

I rischi dell’implantologia “fai da te”