HOME - Prodotti
 
 
16 Febbraio 2018

Exacone. 2.9: minima invasività e massima affidabilità

Exacone. 2.9

Sovente, nella zona degli incisivi inferiori la cresta ossea ha uno spessore così esiguo da dover prendere in considerazione complesse tecniche di aumento osseo orizzontale e, non di rado, anche l'ipotesi di rinunciare alla terapia implantare.
Nel caso delle agenesie degli incisivi superiori laterali lo spazio interdentale è talvolta molto ridotto anche dopo un lungo trattamento ortodontico.

Da oggi il professionista ha uno strumento in più: il nuovo impianto Leone Exacone® 2.9, con un diametro massimo di soli 2,9 mm, che consente di inserire un impianto in tutta sicurezza in situazioni in cui le creste e gli spazi sono estremamente limitati.

Nonostante le sue ridotte dimensioni i test meccanici a fatica effettuati in accordo alla norma ISO 14801 attestano un'eccezionale resistenza al carico masticatorio (Test statico: 360 N - Test a fatica: 220 N) e dimostrano come Exacone® 2.9 sia la scelta ottimale per resistenza e stabilità fra gli impianti delle sua categoria.

Per garantire un'elevata stabilità primaria Exacone® 2.9 dispone di un passo di filettatura ravvicinato e di un apice conico che permette la sottopreparazione per aumentare la stabilità primaria in osso morbido; inoltre, non richiede alcuna componentistica chirurgica o protesica speciale: si utilizzano le stesse frese del kit chirurgico Leone e l'intera gamma di tappi di guarigione, transfer e monconi codificati in codice colore verde.

Per informazioni:

LEONE
Tel. +39 055 30441
www.leone.it

info@leone.it

Altri Articoli

Al lavoro il progetto che punta a creare un percorso didattico armonizzato e condiviso


Soro: il GDPR sarà da stimolo per aziende ed enti per proteggere i dati delle persone


Non andranno in carcere ma dovranno risarcire il paziente danneggiato


 
 
 
 
 
 
 
 

Corsi ECM

 
 
 
 
 
 

I più letti

 
 

Corsi, Convegni, Eventi