HOME - Prodotti
 
 
06 Settembre 2018

Gli occhi, uno strumento di lavoro prezioso

GComm


L’illuminazione dello studio odontoiatrico dovrebbe essere adatta a ogni procedura odontoiatrica e il più possibile uniforme per favorire la visione ottimale del professionista, dato che impatta su molteplici aspetti.

Secondo Rolando Crippa, professore ordinario nel Corso di laurea specialistica in odontoiatria e protesi dentaria (CLSOPD) dell’università degli studi di Genova, “Se siamo in uno studio odontoiatrico con plafoniera centrale singola e abbiamo la luce della lampada dentale che illumina il cavo orale, le pareti e ciò che ci circonda ricevono meno luce del punto su cui siamo focalizzati.

Ogni volta che ci spostiamo, il nostro occhio deve continuamente accomodare, e spesso la stanchezza che percepiamo deriva proprio dalla cattiva gestione del layout luminoso che abbiamo creato intorno a noi. Inoltre, poter variare l'intensità luminosa è cruciale per prevenire e ridurre l'affaticamento visivo e favorire la concentrazione.

Se la luce aumenta, cala la secrezione di melatonina e aumenta lo stato di veglia e di concentrazione dell'operatore, con calo della possibilità di errori; mentre una luce troppo forte causa affaticamento visivo e può provocare disturbi oculari. Per questo l’illuminazione delle sale odontoiatriche dovrebbe essere uniforme.”

Grazie alla tecnologia LED e alla regolazione di temperatura colore e intensità luminosa – applicate sia alla plafoniera Nuvolina LED che alla lampada per riunito (Polaris e Iris) di GComm – questo risultato è oggi alla portata di ogni studio dentistico.

Per informazioni: www.gcomm-online.com

Articoli correlati

ObiettiviDescrivere il trattamento endodontico di un incisivo centrale con due canali e caratterizzato da estese calcificazioni, mostrando come sia possibile affrontare e come possa essere complicato...


L’epatite C (HCV) è un’infezione virale che colpisce una stima di 71 milioni di persone in tutto il mondo, con oltre 1 milione di nuove infezioni ogni anno. La prevenzione...

di Lara Figini


La parodontite è una malattia infiammatoria cronica derivante da un’infezione opportunistica del biofilm di placca endogena. La parodontite colpisce oltre il 50% degli adulti...

di Giulia Palandrani


L'osteointegrazione di un impianto necessita di alcuni mesi di guarigione, come minimo, e questo periodo, che richiederebbe il non immediato inserimento dei denti, viene quasi...

di Lara Figini


Dai dati analizzati emerge una predisposizione alle problematiche parodontali

di Lara Figini


Altri Articoli

Dai suoi primi passi come piccola filiale dell’azienda svedese TePe Munhygienprodukter AB, TePe Italia è cresciuta costantemente. Attualmente, TePe è il secondo marchio di...


I consigli della psicoanalista, ai dentisti ed agli altri operatori del settore dentale, per imparare ad affrontare gli imprevisti ed a convivere con i timori


Venerdì 10 aprile webinar live con il prof. Giovanni Lodi per capire come gestire nello studio odontoiatrico i pazienti che assumono farmaci vecchi e nuovi che interferiscono con l’emostasi


I consigli le indicazioni le implicazioni odontoiatriche del COVID-19 spiegate dal prof. Burioni che ricorda: site tra le categorie più a rischio ma curate persone, dovrete farlo in sicurezza....


Lettera aperta al presidente ENPAM Alberto Oliveti del presidente SUSO Gianvito Chiarello che chiede il rinvio al prossimo autunno


 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Corsi ECM

 
 
 
 
 
 

I più letti

 
 

Corsi, Convegni, Eventi

 
 
 
 
 
 
 
 

Guarda i nostri video

Guarda i nostri video

Come deve essere organizzato lo studio al tempo di emergenza da coronavirus, i consigli del presidente SIdP