HOME - Prodotti
 
 
14 Maggio 2019

Novità dalla Rhein83 in Expodental Meeting. Dimostrazioni pratiche ed eventi clinici


Rhein83, azienda Italiana da sempre attenta alla ricerca ed alle innovazioni, ha sviluppato un protocollo che permette di usare gli attacchi OT Equator in protesi fissa con risultati eccellenti. Il sistema OT Bridge, questo il nome che è stato dato alla sistematica è stato studiato con il supporto di alcune università e di clinici e tecnici che hanno testato il sistema OT Bridge nelle situazioni più estreme ottenendo risultati eccellenti. Il gruppo di ricerca ha quindi potuto studiare e continuerà a studiare degli upgrade che permetteranno di aumentare le performance e la versatilità del sistema.  

Expodental quest’anno vedrà allo stand della Rhein83 alcuni degli odontotecnici che collaborano da anni nello sviluppo dei prodotti: Carlo Borromeo, Simone Fedi e Fabio Damiano presenteranno le ultime novità non ancora in commercio.  Potrete assistere alle loro presentazioni ed alle dimostrazioni pratiche. Saranno presentate le differenze ed i vantaggi che si possono avere sviluppando una protesi fissa con sistema OT Bridge con il protocollo tradizionale e con il digitale.

Potrete dialogare con Carlo, Fabio e Simone nelle tre giornate di fiera recandovi allo stand RHEIN83.  


Evento culturale venerdì 17 maggio   

Nuovi approcci e nuove frontiere in protesi fissa, questo il titolo della conferenza che il dott. Marco Montanari e l’odt. Claudio Sassatelli terranno a Rimini venerdì 17 maggio durante l’Expodental. Nella scelta della terapia e del progetto protesico (protesi fissa o rimovibile) giocano un ruolo importante i fattori estetici quali il sostegno dei tessuti periorali, l’angolo naso-labiale e la posizione degli incisivi. Quando i tessuti, duri e molli, sono ben conservati, la protesi fissa rappresenta la scelta migliore perché meglio accettata a livello psicologico dal paziente e capace di fornire una funzione masticatoria simile alla normalità. Alcuni fattori sono fondamentali durante l’esecuzione di una riabilitazione fissa full-arch: in primo luogo la passivazione della struttura che se non garantita può portare alla trasmissione di forze nocive sui pilastri implantari, al loro fallimento e, di conseguenza, al fallimento protesico.

Un altro aspetto importante è rappresentato dall’inclinazione implantare e all’asse protesico che, soprattutto nel settore frontale, può inficiare il risultato e portare ad un fallimento di estetico. Il protocollo comunemente utilizzato per eseguire questa tipologia di riabilitazioni, l’inserimento di multi-unit-abutments, non è in grado di prevenire o risolvere queste problematiche che necessitano di passaggi ben precisi e imprescindibili. Oggi è possibile, invece, impiegare un protocollo innovativo, e supportato da letteratura scientifica, che consente di eseguire riabilitazioni fisse full-archcon garanzia di passivazione, possibilità di ottenere un ancoraggio stabile e sicuro anche in assenza della vite di serraggio e, quindi, maggiore flessibilità da un punto di vista estetico.

Durante la relazione verrà analizzato la sistematica OTBridge, questo nuovo protocollo semplice ed efficace per passivare strutture protesiche full-arch.  


Rhein83: Pad 1, corsia 5, stand 197 


Rimini, Expodental Meeting, 16, 17, 18 maggio. 

www.rhein83.com

Articoli correlati

DENTAID, laboratorio esperto in salute orale e leader sul mercato degli spazzolini manuali in farmacia con la marca VITIS®, presenta VITIS® Sonic S20.


Semplicità è la parola chiave della nuova gamma di micromotori per implantologia e chirurgia orale sviluppata da Bien-Air Dental


prodotti     18 Dicembre 2019

The dental partner

Cefla Medical Equipment


Una gamma di prodotti – spazzolino, dentifricio e collutorio – per preservare efficacemente la salute gengivale


Tau-marin e i BuffyCats in missione per l’igiene orale dei più piccoli


Altri Articoli

Nei giorni scorsi il Sole 24 Ore ha pubblicato un bilancio del primo anno di fatturazione elettronica, in realtà come spesso capita con la pubblica amministrazione i dati non sono proprio...

di Norberto Maccagno


Il racconto di un caso di odontoiatria legale consente alla dott.ssa Maria Sofia Rini di portare alcune considerazioni sul rapporto fiduciario medico paziente


Per il presidente CAO Cuneo la questione è il diritto del paziente ad affrontare il pagamento come crede  e senza discriminare il privato verso il pubblico


Organizzato per giovedì 23 gennaio 2020 da ANOMEC a Milano, un evento dal titolo: “Costi di gestione dello studio e convenzioni sanitarie: due realtà incompatibili?”


Circolare FNOMCeO su novità dalla finanziaria. La Federazione mettere in guardia medici e dentisti sui rischi di non avere in studio il Pos


 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Corsi ECM

 
 
 
 
 
 

I più letti

 
 

Corsi, Convegni, Eventi

 
 
 
 
 
 
 
 

Guarda i nostri video

Guarda i nostri video

Nuove norme su Direttore sanitario e Autorizzazioni