HOME - Prodotti
 
 
15 Ottobre 2006

Strumenti protetti e facilmente prelevabili

Komet

Smembrabile nei suoi componenti per una pulizia più accurata

 Con i portastrumenti Komet (Komet Italia, Milano) tutto risulta sempre in ordine. Grazie al coperchio trasparente, ogni strumento è facilmente individuabile anche a portafrese chiuso. Per prelevare il singolo strumento è possibile utilizzare una pinzetta o il guanto.

A coperchio chiuso, gli strumenti inseriti nella piastra in acciaio inox non possono cadere.

Aprendo il coperchio, il portastrumenti si dispone su di un piano inclinato “a tribuna”, incrementando in tal modo la visibilità di tutti gli strumenti.

Tutti i materiali componenti il portastrumenti sono di elevata qualità, resistenti al calore e alla sterilizzazione, a partire dal coperchio trasparente e dal meccanismo a ribaltina. La piastra forata è in acciaio inossidabile e i fori sono passanti per il deflusso dei liquidi. Il portastrumenti può essere smembrato nei suoi componenti per una disinfezione ancora più accurata; il rimontaggio non pone alcun problema.

Il portastrumenti a tribuna esiste in due varianti di altezza: per strumenti di max 22 mm di altezza e per strumenti di max 28 mm di altezza. Le tipologie dei fori sono tre:18 fori per FG; 18 fori per CA; misti - 11 fori per FG e 7 fori per CA. Il portastrumenti è disponibile in tre colori, blu, rosso e verde, permettendo così un’ulteriore distinzione per differenti finalità di impiego.

Articoli correlati

Deferiti dai NAS di Milano all’Autorità Giudiziaria per trattamenti con la tecnica PRP senza autorizzazioni dei centri trasfusionali pubblici


Dotto.ssa Milvia Di Gioia Presidente Poiesis

Superando la facile tentazione di gridare al complotto di qualche lobby economica o un potere oscuro la questione è molto seria. La nostra professione è normata da precisi riferimenti...


607 studi professionali medici ed odontoiatrici, ambulatori e poliambulatori “visitati”che hanno determinato l’accertamento di irregolarità in 172 strutture (pari al 28% degli obiettivi...


Si svolgerà sabato 21 Gennaio a Catania un incontro formativo organizzato dal Cenacolo Odontostomatologico Italiano e inThema . Nella splendida cornice del Museo Diocesano, con inizio alle...


La necessità di poter effettuare un prelievo venoso per la tecnica di rigenerazione ossea è solo una delle esigenze del laureato in odontoiatria. Se tecnicamente può imparare ad...


Altri Articoli

Aziende     30 Ottobre 2020

Informati, ispirati ed educati

TePe Share è un progetto per accrescere ulteriormente la consapevolezza riguardo l’importanza di una buona igiene orale


Concorso pubblico unificato, per titoli ed esami, per tre posti a tempo indeterminato. Le domande entro il 23 novembre 2020 


Molti i temi in agenda della neonata Commissione: dalla questione dell’abusivismo, alla sentenza del Consiglio di Stato, passando dall’organizzazione dei rapporti con le Commissioni territoriali...


Video incontro con Giacomo Derchi ed Enrico Manca con consigli, indicazioni e considerazioni su materiali e tecniche da utilizzare. Occasione anche per sfogliare insieme il loro libro edito da Edra


Dal report settimanale del Ministero della Salute, forti preoccupazioni in molte regioni: “si va verso uno scenario 4”, quello di un lockdown. Fine settimana di valutazioni per il Governo


 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Annuncio in Evidenza


14 Ottobre 2020
Vedo moderno ed avviato studio a Milano

Moderno e avviato studio dentistico, regolarmente autorizzato, mq 80, predisposto per due unità operative, stanza sterilizzazione, radiografico opt e dotato di strumentazione per esercitare le principali branche odontoiatriche, spogliatoio e bagno per il personale, bagno per pazienti. Possibilità di subentro graduale con varie soluzioni. Milano, zona Bicocca-Niguarda. Trattativa riservata. 345 9776587. mail: aumas001@gmail.com

 
 

Speciale in Evidenza


 
 
 
 

Corsi ECM

 
 
 
 
 
 

I più letti

 
 

Corsi, Convegni, Eventi

 
 
 
 
 
 
 
 

Guarda i nostri video

Guarda i nostri video

Emergenza Covid ed odontoiatria: il punto con il presidente Iandolo