HOME - Prodotti
 
 
15 Ottobre 2006

Scoprite la libertà accoppiata alla precisione

Cresco

Cesco2.JPGCesco2.JPG

Ponti avvitati su impianti

Quando si tratta di ponti avvitati su impianti, Cresco ™ è la scelta ideale per lo studio e il laboratorio. La passivazione, infatti, è sempre perfetta e con la massima libertà. Cresco è una soluzione immediata e semplice da usare che assicura una connessione passiva, a prescindere dal sistema implantare o dal materiale utilizzato.
 
A differenza di molte altre soluzioni protesiche, Cresco combina precisioning e saldatura al laser per assicurare una passivazione ideale tra la ricostruzione finale e gli impianti, eliminando gli stress meccanici dalla struttura. Inoltre, Cresco è indipendente della tipologia di struttura scelta e offre la massima libertà in termini di sistema implantare e materiale (titanio, leghe preziose e comuni).

Il metodo Cresco è perfettamente indicato per la maggior parte dei sistemi implantari, per esempio Astra Tech Implant System, Nobel Biocare, Straumann, 3i e Friadent e per materiali come titanio, leghe preziose e comuni. La maggior parte dei metodi di protesizzazione richiede pilastri intermedi per il fissaggio del lavoro finito agli impianti. Con gli API Kit di Cresco, la protesi può essere posizionata direttamente sull’impianto senza pilastri, con una sola vite per impianto. In tal modo si riducono il numero di componenti, i costi e la durata della procedura. Cresco consente l’angolazione dei fori per le viti, garantendo un ottimo risultato anche con impianti in posizione poco vantaggiosa. I fori per le viti possono essere angolati fino a 17°.

Grazie a queste caratteristiche, Cresco offre la massima flessibilità per poter compensare il posizionamento angolato dell’impianto, in caso di scarsa quantità e qualità dell’osso. Questo elimina il rischio di dover praticare fori di accesso in bocca, oppure in posizioni che comprometterebbero il risultato estetico. Con Cresco, il chirurgo e il protesista possono pianificare il caso sapendo che è possibile angolare i fori per le viti in sede di realizzazione della struttura protesica. Questo elimina anche l’esigenza di numerosi, complicati e costosi pilastri angolati, poiché è possibile lavorare direttamente a livello dell’impianto.

Articoli correlati

Da Garrison nuovo Kit ancora più completo con anelli separatori, matrici, cunei interprossimali e pinza di posizionamento. Scopri l’offerta


Altri Articoli

La notizia è che dopo alcuni anni torna il dibattito sul numero dei posti per l’accesso al corso di laurea in odontoiatria e sugli italiani che si laureano all’estero. Da...

di Norberto Maccagno


Una ricerca tutta italiana ha messo a confronto alcuni strumenti che possono ridurre il rischio di contagio da Covid-19 attraverso l’aerosol


Landi: uno scambio di vedute che ha permesso di modificare un documento che avrebbe potuto comportare problemi per la gestione della post pandemia per gli studi odontoiatri europei


Un nuovo approccio clinico basato sulla medicina dei sistemi, per la cura della malattia parodontale, che in Italia colpisce il 60% della popolazione


Cronaca     03 Luglio 2020

ENPAM: completato il CDA

Eletti i tre consiglieri delle consulte. Quella della Quota “B” sarà rappresentata dall’odontoiatra Gaetano Ciancio


 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Speciale in Evidenza


 
 
 
 

Corsi ECM

 
 
 
 
 
 

I più letti

 
 

Corsi, Convegni, Eventi

 
 
 
 
 
 
 
 

Guarda i nostri video

Guarda i nostri video

Nuove tecnologie in studio? Le omaggia IDI EVOLUTION