HOME - Prodotti
 
 
15 Ottobre 2006

Scoprite la libertà accoppiata alla precisione

Cresco

Cesco2.JPGCesco2.JPG

Ponti avvitati su impianti

Quando si tratta di ponti avvitati su impianti, Cresco ™ è la scelta ideale per lo studio e il laboratorio. La passivazione, infatti, è sempre perfetta e con la massima libertà. Cresco è una soluzione immediata e semplice da usare che assicura una connessione passiva, a prescindere dal sistema implantare o dal materiale utilizzato.
 
A differenza di molte altre soluzioni protesiche, Cresco combina precisioning e saldatura al laser per assicurare una passivazione ideale tra la ricostruzione finale e gli impianti, eliminando gli stress meccanici dalla struttura. Inoltre, Cresco è indipendente della tipologia di struttura scelta e offre la massima libertà in termini di sistema implantare e materiale (titanio, leghe preziose e comuni).

Il metodo Cresco è perfettamente indicato per la maggior parte dei sistemi implantari, per esempio Astra Tech Implant System, Nobel Biocare, Straumann, 3i e Friadent e per materiali come titanio, leghe preziose e comuni. La maggior parte dei metodi di protesizzazione richiede pilastri intermedi per il fissaggio del lavoro finito agli impianti. Con gli API Kit di Cresco, la protesi può essere posizionata direttamente sull’impianto senza pilastri, con una sola vite per impianto. In tal modo si riducono il numero di componenti, i costi e la durata della procedura. Cresco consente l’angolazione dei fori per le viti, garantendo un ottimo risultato anche con impianti in posizione poco vantaggiosa. I fori per le viti possono essere angolati fino a 17°.

Grazie a queste caratteristiche, Cresco offre la massima flessibilità per poter compensare il posizionamento angolato dell’impianto, in caso di scarsa quantità e qualità dell’osso. Questo elimina il rischio di dover praticare fori di accesso in bocca, oppure in posizioni che comprometterebbero il risultato estetico. Con Cresco, il chirurgo e il protesista possono pianificare il caso sapendo che è possibile angolare i fori per le viti in sede di realizzazione della struttura protesica. Questo elimina anche l’esigenza di numerosi, complicati e costosi pilastri angolati, poiché è possibile lavorare direttamente a livello dell’impianto.

Articoli correlati

Lo spazzolino Love Edition 2021 regala un sorriso smagliante senza scendere a compromessi tra salute e gusto estetico


Il Gruppo OrisLine lancia sul mercato il nuovissimo software per la gestione del laboratorio odontotecnico OrisLab Q


KIT42 consente al clinico di avere a disposizione monconi di tutte le altezze a lui necessarie


Garrison presenta Fusion Anterior un nuovo sistema di matrici sezionali progettato specificamente per le sfide dei restauri anteriori


Il materiale innovativo combina un’altissima stabilità con un’elevata elasticità, consentendo riabilitazioni minimamente invasive ed estremamente precise.


Altri Articoli

La notizia della settimana è certamente quella “dell’Italia che riapre”, come hanno titolato molti quotidiani. In realtà, come oramai tradizione in questo anno abbondante...

di Norberto Maccagno


Oltre il 59% della popolazione spagnola tra i 35 e i 44 anni necessita di un qualche tipo di protesi dentale


Come verificare se le certificazioni dei Dispositivi medici sono corrette, quali le responsabilità se non lo fossero ed in caso di “incedente” come ci si deve comportare? I consigli...


Firmato il protocollo di intesa tra Governo, Regioni e Province Autonome e FNO TRSM PSTRP per la somministrazione dei vaccini da parte di tutti i professionisti sanitari, compresi gli igienisti...


Iandolo (Cao): “Abbiamo di fronte quattro anni di lavoro a tutela della salute. Prima sfida, le vaccinazioni: adesione massiva ed entusiasta degli Odontoiatri”


 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Corsi ECM

 
 
 
 
 
 

I più letti

 
 

Corsi, Convegni, Eventi

 
 
 
 
 
 
 
 

Guarda i nostri video

Guarda i nostri video

Come spiegare gli interventi odontoiatrici al paziente