HOME - Prodotti
 
 
30 Settembre 2006

Un nuovo approccio adesivo

Embrace WetBond

Prodotto2.JPGProdotto2.JPG
Nuova tecnologia Embrace WetBond



In odontoiatria adesiva, uno dei punti cruciali è rappresentato dalla forza adesiva dei materiali da restauro ai tessuti duri del dente. In questo ambito, la sfida dei ricercatori Pulpdent è stata quella di sviluppare materiali in grado di creare un legame chimico, oltre che meccanico, con i tessuti duri del dente e garantire tale prestazione nell’ambiente orale umido. È nata così la tecnologia Embrace WetBond. Le resine Embrace sono caratterizzate da una forte adesione chimica che dà luogo a un’integrazione totale con i tessuti duri del dente, formando una superficie resistente alle scheggiature, alle incrinature e con una solubilità particolarmente bassa (0,06 per cento). Embrace è un sistema di resine composite WetBonding, in grado cioè di aderire chimicamente al dente umido. Il polimero di Embrace viene attivato dall’acqua, stabilendo un legame chimico con la superficie del dente e quindi non è richiesta la preventiva asciugatura delle superfici. Grazie all’elevata bagnabilità, le resine Embrace formano un angolo di contatto molto basso che si adatta all’anatomia del dente, garantendo la sigillatura marginale contro le microinfiltrazioni.

Le resine Embrace sono autoadesive, automordenzanti sulla dentina e non contengono solventi. Questa nuova categoria di prodotti elimina la necessità di primer e adesivi e tutte le problematiche associate, quali sensibilità post-operatoria, microinfiltrazioni, variabili legate alle procedure tecniche e all’operatore, costi e tempi necessari alla loro applicazione.

Articoli correlati

Lo spazzolino Love Edition 2021 regala un sorriso smagliante senza scendere a compromessi tra salute e gusto estetico


Il Gruppo OrisLine lancia sul mercato il nuovissimo software per la gestione del laboratorio odontotecnico OrisLab Q


KIT42 consente al clinico di avere a disposizione monconi di tutte le altezze a lui necessarie


Garrison presenta Fusion Anterior un nuovo sistema di matrici sezionali progettato specificamente per le sfide dei restauri anteriori


Il materiale innovativo combina un’altissima stabilità con un’elevata elasticità, consentendo riabilitazioni minimamente invasive ed estremamente precise.


Altri Articoli

Oltre il 59% della popolazione spagnola tra i 35 e i 44 anni necessita di un qualche tipo di protesi dentale


Come verificare se le certificazioni dei Dispositivi medici sono corrette, quali le responsabilità se non lo fossero ed in caso di “incedente” come ci si deve comportare? I consigli...


Firmato il protocollo di intesa tra Governo, Regioni e Province Autonome e FNO TRSM PSTRP per la somministrazione dei vaccini da parte di tutti i professionisti sanitari, compresi gli igienisti...


Iandolo (Cao): “Abbiamo di fronte quattro anni di lavoro a tutela della salute. Prima sfida, le vaccinazioni: adesione massiva ed entusiasta degli Odontoiatri”


Vengono ricordati i doveri dell’iscritto che non comunica il proprio indirizzo ma anche quelle per l’Ordine che non sanziona 


 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Corsi ECM

 
 
 
 
 
 

I più letti

 
 

Corsi, Convegni, Eventi

 
 
 
 
 
 
 
 

Guarda i nostri video

Guarda i nostri video

Come spiegare gli interventi odontoiatrici al paziente