HOME - Prodotti
 
 
15 Giugno 2006

Innovazione e semplicità

Endopore

Oraltronics-2b.JPGOraltronics-2b.JPG
Novità per il mercato italiano

L’acquisizione di Oraltronics da parte di Innova, la Divisione implantologia della multinazionale Syborn Dental Specialist, ha portato una ventata di novità per Simit Implant Division (Mantova), già distributore esclusivo per l’Italia del sistema implantare Pitt-Easy Bio Oss.

Alla metodica Oraltronics Pitt-Easy, con impianto cilindrico filettato rivestito in VTPS o FBR (Fast Bone Regeneration), adatta a carichi immediati o precoci oppure caratterizzato dalla nuova superficie Puretex (che sarà presto disponibile) a struttura nano porosa biomimetica si affianca ora la metodica Endopore.

Questo sistema implantare, nuovo per il mercato Italiano, ma commercializzato da quasi 20 anni nel resto del mondo, ha come peculiarità la forma dell’impianto (tronco conico), l’assenza di spire taglienti e il suo rivestimento. Quest’ultimo, denominato rivestimento poroso, deriva dal campo dell’ortopedia e si ottiene sinterizzando particelle sferiche di titanio intorno alla superficie dell’impianto stesso. L’aspetto più interessante di questo rivestimento è l’aumento notevole di sostanza ossea intorno all’impianto che permette al professionista di utilizzare impianti di dimensioni verticali notevolmente inferiori rispetto ad analoghi impianti di altre metodiche disponibili sul mercato. Endopore è quindi riconosciuto come l’impianto più corto al mondo con lunghezze a partire da 5 mm.

L’aumento della superficie attiva attorno all’impianto è notevole: un impianto Endopore di diametro 5 mm e lunghezza 5 mm induce una produzione di quantità d’osso uguale o superiore a impianti filettati di lunghezza 10-12 mm; questa metodica quindi permette di rendere meno invasivi gli inter venti chirurgici dove altrimenti sarebbe necessario un rialzo di seno mascellare o dove il ner vo mandibolare non permetterebbe di posizionare impianti di lunghezza standard (8- 10 mm).

Per andare sempre più incontro all’esigenza di semplicità operativa del chirurgo o del protesista, la connessione impianto moncone è disponibile nelle tre diverse versioni: a esagono esterno, esagono interno e connessione conica monofasica.

Articoli correlati

Impronte di precisione grazie a un prodotto che garantisce l’apertura e l’asciugatura temporanee ed efficaci del solco


La pasta ProphyCare® Hap, grazie alla sua formulazione contenente idrossiapatite, vanta efficaci proprietà rimineralizzanti


Aiutare i consumatori a fare scelte consapevoli senza scendere a compromessi: questa la chiave del percorso TePe verso una linea di prodotti a impazzo zero


L’impianto BTI CORE si presta a qualunque tipo di riabilitazione protesica scelta dal professionista.   Singola o multipla direttamente sulla testa dell’impianto, con...


Il pilastro transmucoso semplifica la procedura protesica a vantaggio del tessuto perimplantare


Altri Articoli

Per questo ultimo DiDomenica prima della pausa estiva ho voluto incontrare la dott.ssa Donatella Di Pietrantonio, odontoiatria tra le scrittici italiane emergenti di questi anni.La dott.ssa Di...

di Norberto Maccagno


Ogni anno la multinazionale con il Global Clinical Case Contest premia gli studenti di tutto il mondo per i loro rimarchevoli successi nel settore dell’odontoiatria estetica. ...


Pratica commerciale scorretta l’accusa dell’Antitrust. L’indagine era partita dalla denuncia di Altroconsumo 


La comunità scientifica e la politica si stanno interrogando. Ecco per quali categorie potrebbe diventare realtà il richiamo 


Sarebbero tra il decreto 101 rispetto alle indicazioni della Commissione Europea. L’esperto di radioprotezione Giancarla Rossetti le segnala al Ministro della Salute con la richiesta di annullare...


 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Corsi ECM

 
 
 
 
 
 
 
 

I più letti

 
 

Corsi, Convegni, Eventi

 
 
 
 
 
 
 
 

Guarda i nostri video

Guarda i nostri video

ECM: abbiamo fatto il punto con Alessandro Nisio