HOME - Prodotti
 
 
08 Novembre 2019

Assistenza per le verifiche elettriche dello studio

Imeta


La legislazione presenta richiami generali che fanno riferimento alle specifiche nor­mative tecniche che nel caso dei luoghi di lavoro adibiti a uso medico sono riportate nella Norma CEI 64/8 Sez. 10 “Locali a uso medico” (destinati a scopi diagnostici, tera­peutici, chirurgici, di sorveglianza o di riabi­litazione dei pazienti, inclusi i trattamenti estetici) relativamente ai seguenti aspetti.

  • Illuminazione di sicurezza: semestrale; si tratta di una verifica che, a differenza del­le altre sottoelencate, non è previsto ven­ga eseguita da un professionista abilitato. Pertanto è possibile che l’incarico sia as­sunto dal datore di lavoro o dal personale. È poi richiesta la presenza di un registro che riporti i dati indicativi relativi all’esecu­zione della verifica.
  • Interruttori differenziali con prova stru­mentale: verifica annuale.
  • Equi potenzialità, isolamento linee, impian­to di terra, esami a vista: verifica triennale.
  • Apparecchiature elettromedicali: verifica biennale.

Infine, il DPR 462/2001 prescrive per il datore di lavoro l’obbligo di sottoporre l’impianto, con periodicità biennale, alla verifica da parte della Ats di zona o da or­ganismi notificati dal Ministero delle Atti­vità Produttive. Sono soggetti a questa verifica gli studi medici che presentino la­voratori subordinati nell’attività.

Imeta può fornire le prestazioni inerenti le verifiche relative la Norma CEI e dare adeguata assistenza. Per legge, infatti, chi è abilitato a eseguire la prima tipologia di verifiche è automaticamente non abilitato a eseguire la seconda tipologia e viceversa.

Per informazioni: tel. +39 02 66108414 - www.imetaweb.it - info@imetaweb.it

Articoli correlati

Il partner ideale per ristrutturazioni, adeguamento di locali esistenti o realizzazione di ambienti sanitari ex novo


Imeta srl Architettura Medica


ObiettiviValutare le possibilità di utilizzo delle strutture implantoprotesiche in zirconia nelle riabilitazioni complesse con deficit ossei e dei tessuti molli non trattabili.Materiali e metodiLe...


Obiettivi. Lo scopo del lavoro e stato quello di esaminare, in situazioni cliniche diverse, un nuovo sistema di materiali compositi dedicato alla realizzazione di protesi metal-free.Materiali e...


OBIETTIVI. Presentare un sistema di lavorazione manuale della zirconia, che consta di un pantografo in grado di copiare un manufatto in resina trasformandolo in un manufatto in zirconia. MATERIALI E...


Altri Articoli

Concorso per esami con prova scritta ed orale. Le domande solo online entro il 17 dicembre 2020, questi i requisiti necessari per candidarsi


Video intervista al prof. Roberto Burioni per capire le varie differenze tra i test per individuare il Covid, il ruolo di dentisti ed igienisti dentali ed i consigli nella prevenzione del contagio in...


La cura dei pazienti è affare diverso dall’infilare delle viti nell’osso. Così il prof. Massimo Gagliani commentando un articolo pubblicato sul JDR nel suo Agorà del lunedì ...

di Massimo Gagliani


Il Governo al lavoro per sitarlo e garantire la somministrazione al maggior numero di persone in tempi rapidi. Anelli (FNOMCeO) pensa di coinvolgere anche i dentisti


Il dott. Azzalin di Varese ci racconta la sua esperienza, diretta, di una visita nei NAS per verifiche igienico sanitarie ed amministrative


 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Speciale in Evidenza


 
 
 
 

Corsi ECM

 
 
 
 
 
 

I più letti

 
 

Corsi, Convegni, Eventi

 
 
 
 
 
 
 
 

Guarda i nostri video

Guarda i nostri video

Sileri: serve un restyling della professione ponendola come branca nobile della medicina