HOME - Prodotti
 
 
20 Gennaio 2007

Nuovo composito fluido a nanoriempitivi

Tetric EvoFlow

TetricEvoFlow CMYK.JPGTetricEvoFlow CMYK.JPG

Con il composito fluido a nanoriempitivi Tetric EvoFlow, Ivoclar Vivadent presenta la versione evoluta di Tetric Flow.
Le modifiche più significative riguardano la radiopacità, che è stata ulteriormente migliorata, l’integrazione cromatica ideale con il composito Tetric EvoCeram e due nuovi colori indicati per il trattamento di aree cervicali particolarmente scure.
Tetric EvoFlow si basa su performance cliniche documentate da oltre 10 anni del predecessore Tetric Flow, i cui utilizzatori hanno apprezzato in particolar modo le favorevoli qualità di handling e la buona radiopacità.
Nel nuovo Tetric EvoFlow, la radiopacità per i colori A-D è stata incrementata da 280 % a 360 % Alluminio, un valore superiore a quello di qualsiasi altro composito fluido.
Il composito fluido Tetric EvoFlow rappresenta un ideale complemento a Tetric EvoCeram. Entrambi i materiali si basano sulla medesima tecnologia e sono calibrati tra loro in modo ottimale. Tetric EvoFlow comunque può essere usato anche in combinazione con altri compositi e rappresenta la soluzione ideale quale sottofondo sotto compositi universali più viscosi. L’ottima affinità di superficie del materiale favorisce la realizzazione di restauri senza bolle d’aria, caratteristica che si rivela importante soprattutto in aree di difficile accesso. Inoltre, per la sua consistenza priva di addensamenti Tetric EvoFlow è il composito fluido ideale per restauri di piccole cavità e lesioni cervicali e può essere utilizzato anche per restauri preventivi in resina e per la cementazione adesiva.
Oltre a sei colori smalto A-D, Tetric EvoFlow offre una massa incisale altamente translucente T, una massa dentina A 3.5 Dentin e due NUOVI colori più scuri, IV A5 e IV A6, particolarmente indicati per restauri cervicali nei pazienti anziani. Tetric EvoFlow è disponibile sia in Cavifil, con beccuccio ultrasottile, sia in Siringa Luer-Lock. Come per Tetric EvoCeram, la codifica cromatica è molto chiara: per i colori A-D, le etichette sulle siringhe ed i cappucci dei Cavifil seguono la colorazione del sistema Vita facilitando l’immediata scelta corretta del colore.

Articoli correlati

Le lesioni cervicali non cariose spesso dopo il restauro con resine composite vanno incontro a fallimento, a causa di: mancata preparazione della cavità, uso di adesivi...

di Simona Chirico


Le lesioni cervicali non cariose spesso dopo il restauro con resine composite vanno incontro a fallimento, a causa di: mancata preparazione della cavità, uso di adesivi...

di Simona Chirico


Le lesioni cervicali non-cariose (NCCLS) sono definite come la perdita di tessuto dentale duro a livello della giunzione amelo-cementizia. L'eziologia delle NCCLS è considerata...


Le innovative Matrici Slick Bands™ per rilocazione coronale del margine, prodotte da Garrison, si adattano ai margini cervicali profondi assicurandone la corretta sigillatura ai fini della...


Obiettivi. Valutare la prevalenza di lesioni cervicali non cariose (Non-Carious Cervical Lesions, NCCL) in un campione della popolazione correlando la presenza alle abitudini di igiene orale,...


Altri Articoli

Capofila del progetto, in quanto Regione promotrice dell’iniziativa contenuta nel piano di lavoro, è la Basilicata


Presso FICO di Bologna un nuovo appuntamento con “La Piazza della Salute”, aperto a tutti e all’insegna dell’informazione e prevenzione partendo dalla salute dei propri denti fino a uno...


Fino a sabato confronto tra gli esperti sui temi, classici e non, della patologia e della medicina orale


Gli odontoiatri in prima linea per individuare fenomeni di violenza, dall’Ordine di Medici di Napoli le “direttive” 


Oltre alla clinica anche il cambio di consegne alla presidenza e le elezioni di chi guiderà SIDO dal 2023 


 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Corsi ECM

 
 
 
 
 
 

I più letti

 
 

Corsi, Convegni, Eventi