HOME - Prodotti
 
 
25 Aprile 2012

Livello osseo crestale garantito nel tempo

PRIME SM

monconemoncone

Il mantenimento del livello osseo crestale e dei tessuti gengivali nel tempo, dopo un carico protesico definitivo su impianti - aspetto che determina un risultato funzionale ed estetico altamente predicibile e di grande soddisfazioni dei pazienti - è una condizione influenzata, oltre che dallo stato igienico-clinico del paziente, anche dalle caratteristiche morfologiche dell'impianto dentale utilizzato.

L'impianto PRIME SM® di Prodent Italia è stato progettato e realizzato per ottenere questa condizione in presenza di qualsiasi qualità ossea e attraverso tutte le moderne tecniche di implantologia, sia di base sia avanzate.

Le caratteristiche

Il parametro fondamentale è rappresentato dal design del collo e della piattaforma dell'impianto che prevede due importanti caratteristiche ampiamente descritte nella letteratura scientifica internazionale come fattori sinergici nella preservazione dell'osso perimplantare nel tempo:

-       platform switching: spostando verso il centro dell'impianto la giunzione abutment-fixture si allontana quest'ultima dal bordo esterno della piattaforma del'impianto con conseguente annullamento degli effetti negativi sull'osso alveolare. Inoltre si ottiene uno spostamento del tessuto connettivo sulla piattaforma implantare, a sigillo intorno all'abutment, con effetti positivi sulla stabilità del tessuto perimplantare.

-       micro-filetto: il mantenimento dell'osso crestale è influenzato dal trattamento superficiale e dalla presenza della micro-spira al collo dell'impianto, grazie all'effetto biostimolante e morfologico del micro-filetto coordinato alla spira principale dell'impianto.

Il ridotto riassorbimento crestale perimplantare determina ovviamente una stabilità nel tempo dell'impianto, migliori potenzialità estetiche e migliori qualità e stabilità dei tessuti molli.

Morfologia root-form

L'impianto PRIME SM® è inoltre caratterizzato dalla morfologia simile alla radice naturale, root-form, che produce un'eccellente stabilità primaria della fixture e un'ottimizzazione degli spazi anatomici avendo di fatto un apice conico.
La presenza di un filetto a livello del collo consente di ottenere sempre una stabilità primaria anche in presenza di poco osso corticale, per esempio nelle tecniche di grande rialzo di seno mascellare con contestuale inserimento degli impianti.

L'impianto PRIME SM® è disponibile nei diametri 3,8 - 4,2 - 4,6 - 5,1 e 5,9 mm e nelle altezze 8,5 - 10 - 11,5 - 13 - 15 mm. Il sistema prevede un protocollo chirurgico estremamente semplice e caratterizzato da pochi passaggi e soluzioni protesiche (PERFORM SM®) che permettono qualsiasi progettazione implanto-protesica (monconi provvisori, diritti e angolati, fresabili o sovrafondili, estetici in zirconi, attacchi Locator® o "a sfera", monconi per barre e infine la linea protesica FAST SM® per il carico immediato con quattro, sei o più impianti).
Ogni impianto PRIME SM® prevede all'interno della propria confezione anche un moncone diritto utilizzabile sia come abutment provvisori sia come abutment definitivo.

Articoli correlati

La tecnica Invisalign® è presente sul mercato fin dal 1997, utilizzata in tutto il mondo da più di 16 anni. (1) Questa tecnica sicuramente è rivoluzionaria nel settore...


"La dieta del sorriso mangiare bene per la salute della bocca" è il titolo del libro (editore Mondadori) del prof. Luca Levrini che sarà presentato domani ore 18,30 al Mondadori...


La ricostruzione dei denti frontali in resina composita può risultare molto impegnativa per l'odontoiatra e tale aspetto non è tanto legato alla tecnica di esecuzione ma piuttosto alle...


I tumori delle ghiandole salivari comprendono il 2,0% -6,5% di tutti i tumori della testa e del collo, e si possono verificare nelle ghiandole salivari maggiori (parotide, sottomandibolare e...


ObiettiviLo scopo di questo lavoro è analizzare, mediante una revisione della letteratura degli ultimi 15 anni, quali siano i parametri estetici del sorriso nei casi di agenesia degli incisivi...


Altri Articoli

Secondo l’Associazione oltre 400 i controlli effettuati. Ecco come regolarizzare la propria posizione


Prof. Pelliccia: ‘’il dentista deve saper prendere le decisioni giuste al momento utile, vi aiutiamo a imparare a farlo’’


Assegnata in Commissione alla Camera una PdL che impone il 51% del capitale in mano all’iscritto all’Albo


Lodi: l’analisi impietosa, in evidenza contraddizioni e difetti di un sistema riservato ai ricchi


 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Corsi ECM

 
 
 
 
 
 

I più letti

 
 

Corsi, Convegni, Eventi