HOME - Prodotti
 
 
07 Febbraio 2013

Provata performance clinica

Multilink Automix

imageimage
Ivoclar Vivadent presenta il sistema Multilink Automix di nuova generazione per la tecnica di cementazione adesiva. Il nuovo sistema si arrichisce ora di un nuovo colore (bianco), di paste try-in e del prodotto Air Block Liquid Strip. Con la formulazione del cemento composito ulteriormente perfezionata, la rimozione delle eccedenze risulta ancora più semplice. La forza di questo sistema di cementazione universale si fonda sulla sua capacità di generare valori di adesione elevati, garanzia di un legame durevole nel tempo tra il restauro e la struttura dentale.

Multilink Automix è un sistema per la cementazione di restauri indiretti realizzati in disilicato di litio, ossido ceramica, metallo, metalloceramica e composito. Il sistema Multilink Automix è costituito dal composito di fissaggio autoindurente con fotopolimerizzazione opzionale Multilink Automix, da Multilink Primer A/B e dal primer universale Monobond Plus. In particolare, Multilink Automix produce valori di adesione molto elevati sulle vetroceramiche al disilicato di litio IPS e.max, quando applicato in combinazione con Monobond Plus.

Nuova formulazione
Multilink Automix si presenta in una formulazione ulteriormente ottimizzata per rendere ancora più semplice la rimozione delle eccedenze con la tecnica dei quarti. Inoltre, nella nuova formulazione Multilink Automix e Multilink Primer possono essere conservati a temperatura ambiente.

Estetica potenziata
La gamma cromatica è stata arricchita del colore "bianco" di trasparenza media. Sono inoltre disponibili le paste alla glicerina try-in idrosolubili per simulare e verificare l'esito cromatico del restauro in relazione al colore di Multilink Automix prescelto.

Eccellente qualità del margine
Air Block Liquid Strip consente all'operatore di proteggere la fuga cementizia del materiale di fissaggio dall'esposizione all'ossigeno durante la fase di indurimento. In tal modo si previene la formazione di uno strato inibito, ponendo le basi per restauri dai margini impeccabili, estetici, e senza rischio di decolorazione.

Provata affidabilità clinica
Dal lancio sul mercato nel 2004, Multilink è stato utilizzato con successo per oltre 10 milioni di restauri indiretti. Negli studi clinici, inclusi quelli di lungo termine, Multilink ha evidenziato una performance eccellente. Per esempio, il tasso di sopravvivenza dei restauri in termini di adesione è risultato pari al 99% (nove studi, 291 restauri).

Multilink® è un marchio registrato Ivoclar Vivadent AG. 
 
Ivoclar Vivadent Srl
via Isonzo 67/69
40033 Casalecchio di Reno (BO)
Tel:  051  6113555
Fax: 051  6113565
e-mail: clinical@ivoclarvivadent.it
www.ivoclarvivadent.it

Articoli correlati

Per il restauro di denti trattati endodonticamente gravemente danneggiati vengono largamente utilizzati i perni in fibra, in quanto il loro modulo elastico simile a quello della...

di Lara Figini


Nell’era degli interventi minimamente invasivi, l’odontoiatria adesiva ha rivoluzionato in modo significativo la pratica clinica della maggior parte dei dentisti, consentendo...

di Lorenzo Breschi


Negli ultimi tempi le ceramiche in zirconio hanno attirato grande interesse in odontoiatria protesica e implantare a causa delle loro prestazioni meccaniche ottimali (come resistenza, durezza e...


I perni intracanalari risultano essere spesso necessari per la riabilitazione dei denti trattati endodonticamente a causa dell'indebolimento di quest'ultimo per le estese lesioni cariose, per la...


Altri Articoli

Un corso FAD EDRA (25 crediti ECM) fa il punto sulla diagnosi e cura delle patologie periapicali di origine endodontica. Il Corso è curato dal prof. Fabio Gorni


Seeberger (FDI): decisione storica, ora la si deve mettere in pratica in ogni singola Nazione per ridurre le disuguaglianze in tema di salute


Il Segretario Magenga risponde alla lettera del presidente Di Fabio sui requisiti necessari in tema di istruzione per  accedere al corso per ASO 


Una Delibera del Comitato Centrale sottolinea come non sia un documento ufficiale FNOMCeO ma un documento “tecnico di sintesi” elaborato autonomamente dalla CAO


La mappa delle oltre 5 mila società censite da ENPAM, previsto un gettito di oltre 7 milioni di euro. Controlli e sanzioni: previsti “incroci” con i dati delle Entrate 


 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Corsi ECM

 
 
 
 
 
 

I più letti

 
 

Corsi, Convegni, Eventi