HOME - Prodotti
 
 
26 Giugno 2015

KOMET: Nuova linea di gommini per compositi a 2 passaggi

Set 4652

La lucidatura dei compositi può essere eseguita in vari modi, ma la tendenza comune tra gli operatori è di conseguire il miglior risultato nel più breve tempo possibile e con gommini che - possibilmente - durino a lungo.

KOMET dispone di varie linee di gommini per la lucidatura dei compositi: per es. ad un solo passaggio o a 3 passaggi, a seconda che si dia più importanza alla flessibilità e alla velocità di esecuzione o alla durata degli strumenti di lucidatura.

Ultimamente KOMET ha creato una linea di gommini per compositi a due passaggi, in grado di coniugare la durata utile con la flessibilità e la velocità di esecuzione del processo di lucidatura.

Importantissima fase preliminare è quella della rifinitura con diamantate a grana fine o, ancor meglio, con frese a finire in carburo di tungsteno.

Il primo passaggio con i gommini di colore rosa chiaro produce una pre-lucidatura del composito, cioè si riescono ancora a correggere piccole imprecisioni di forma superficiale e si ottiene una superficie pronta per il secondo passaggio.

Con il secondo passaggio dei gommini di colore giallo chiaro si ottiene una brillantatura del composito, grazie al diamante a grana fine.

Il legante elastico che ha la funzione di trattenere i grani abrasivi è di tipo speciale, in grado di durare molto a lungo.

La nuova linea a due passaggi di gommini per composito KOMET prevede le forme di impiego più comune: fiamma piccola e fiamma grande, coppetta e forma lenticolare per gli spazi interprossimali.

E' possibile avere tutte le forme a disposizione in un pratico kit iniziale. In seguito si potranno ordinare separatamente i gommini di maggior impiego.

KOMET Italia srl
via Fabio Filzi, 2
20124 Milano
tel. 02 67076654
info@komet.it
www.komet.it

Articoli correlati

Non è sempre possibile mettere in atto un piano di trattamento ideale in ogni situazione clinica.Il paziente trattato in questo caso, si presenta alla mia osservazione con una...


Le lesioni cervicali non-cariose (NCCLS) sono definite come la perdita di tessuto dentale duro a livello della giunzione amelo-cementizia. L'eziologia delle NCCLS è considerata...


Le resine composite attualmente sono sicuramente i materiali più utilizzati per le otturazioni dirette. Il loro vantaggio principale è quello estetico, al quale si aggiunge anche il...


Da uno studio condotto negli Stati Uniti è emerso che i tassi di fallimento annuali per i restauri in composito arrivano fino al 15% [Hickel 2005] e una revisione della letteratura suggerisce...


Altri Articoli

Una ricerca tutta italiana ha messo a confronto alcuni strumenti che possono ridurre il rischio di contagio da Covid-19 attraverso l’aerosol


Landi: uno scambio di vedute che ha permesso di modificare un documento che avrebbe potuto comportare problemi per la gestione della post pandemia per gli studi odontoiatri europei


Un nuovo approccio clinico basato sulla medicina dei sistemi, per la cura della malattia parodontale, che in Italia colpisce il 60% della popolazione


Cronaca     03 Luglio 2020

ENPAM: completato il CDA

Eletti i tre consiglieri delle consulte. Quella della Quota “B” sarà rappresentata dall’odontoiatra Gaetano Ciancio


L’85% dei titoli sono conseguiti da cittadini italiani. Stabile anche il numero dei riconoscimenti dei titoli di residenti stranieri 


 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Speciale in Evidenza


 
 
 
 

Corsi ECM

 
 
 
 
 
 

I più letti

 
 

Corsi, Convegni, Eventi

 
 
 
 
 
 
 
 

Guarda i nostri video

Guarda i nostri video

Nuove tecnologie in studio? Le omaggia IDI EVOLUTION