HOME - Protesi
 
 
10 Settembre 2018

Impianti versus ponte su denti naturali

Quale la soluzione più conveniente?

di Davis Cussotto


Sostituire un molare perduto con un impianto migliora la qualità di vita del paziente, ma il ponte potrebbe rivelarsi più conveniente nel tempo. Questo è quanto emerge da un’analisi costi-benefici eseguita raffrontando le soluzioni protesiche possibili per rimediare alla perdita di un molare inferiore.

Lo studio, condotto da un gruppo di ricercatori giapponesi della Osaka Dental University guidato da Arai Korenori, è stato pubblicato sul numero di agosto della rivista BMC Oral Health.

Korenori ha realizzato per la prima volta su un trattamento protesico odontoiatrico l’analisi dell’Health Technology Assessment. L’HTA è un approccio multidisciplinare per l’analisi delle implicazioni medico-cliniche, sociali, organizzative, economiche, etiche e legali di una tecnologia attraverso la valutazione di 5 dimensioni: l’efficacia, la sicurezza, i costi, l’impatto sociale e quello organizzativo.

L’obiettivo dell’HTA, in medicina, è valutare gli effetti reali e/o potenziali, nonché le conseguenze, che l’introduzione o l’esclusione di un intervento terapeutico ha per il sistema sanitario, l’economia e la società.

Il sistema sanitario giapponese (SSG) rimborsa le protesi fisse a ponte in metallo; gli impianti e le protesi in porcellana sono a carico del paziente. I ricercatori hanno voluto valutare se per il paziente è più conveniente il ponte in metallo dispensato dal SSG o l’impianto autofinanziato.

Pertanto hanno coinvolto 560 pazienti con perdita di un molare inferiore interdentato a cui è stato proposto un questionario sulla qualità della salute orale e della vita (QOL). I pazienti suddivisi in 4 gruppi sono stati trattati con modalità diverse: impianto, ponte (FDP fixed dental prosthetic), protesi rimovibile (RDP removable dental prosthetic) o non trattati.

Il QOL genera un punteggio compreso tra 0, meno soddisfatto, e 1 massimo della soddisfazione. Il valore medio di riferimento, utilizzando questa scala, per la popolazione giapponese di 50 anni è 0,85.


Trattamento eseguito Punteggio QOL
Impianto 0,88
Valore medio di riferimento giapponese 0,84
FDP di successo 0,83
Fallimento implantare e passaggio a FDP 0,71
RDP 0,71
Fallimento FDP e passaggio a RDP 0,68

 






I pazienti trattati con impianti riportano parametri QOL sulla qualità della vita più elevati, seguiti dal gruppo di riferimento ex equo con i soggetti trattati con ponte fisso. I pazienti con protesi mobile hanno valori molto più bassi.

All’analisi dei costi, i ponti FDP finanziati dal SSG hanno fornito un ottimo rapporto costo-beneficio per i pazienti meno disposti a pagare di tasca propria.

Anche gli impianti sono stati considerati convenienti, ma costano circa 1850 euro in più rispetto alle FDP che risultano avere il costo più basso tra i tre gruppi trattati se valutato nell’arco di tempo di 30 anni.

Articoli correlati

La tecnologia dentale digitale ha recentemente acquisito una notevole popolarità ed è stata ormai ampiamente incorporata nel flusso di lavoro protesico e implantare.Per i...

di Lara Figini


L’uso della zirconia in odontoiatria restaurativa è cresciuto esponenzialmente negli ultimi dieci anni. Le prime formulazioni di zirconia erano state utilizzate principalmente...

di Allegra Comba


In questo articolo Enrico Ferrarelli e Gilberto Gallelli hanno messo a confronto i protocolli analogici e digitali prendendone il meglio da entrambi, documentando con immagini e video


Foto di archivio pre emergenza Covid-91

Una ricerca italiana pubblicata su Oral Disease di maggio, dimostra come con un approccio protesico completamente digitale si riesca a limitare il rischio di infezione da Covid-19 nello studio...

di Lara Figini


I restauri protesici basati su sistemi ceramici hanno acquisito sempre più importanza grazie alla loro resa estetica e biocompatibilità. Questi restauri in ceramica integrale,...

di Lara Figini


Altri Articoli

DiDomenica     02 Agosto 2020

Quando vi serve, noi ci siamo

Attraverso il DiDomenica prima della chiusura estiva e quello di fine anno, solitamente cerchiamo di fare dei bilanci sul periodo che si conclude. Ovviamente questa volta non mi...

di Norberto Maccagno


Dal COI corso FAD da 50 crediti per Odontoiatri, Igienisti, Medici di medicina generale, Pediatri, Geriatri, Psicologi, Neurologi, Otorinolaringoiatri, Infermieri


L’Agenzia delle Entrate indica come comportarsi se il paziente utilizza App che sostituiscono nel pagamento il Pos o la carta di credito


La proroga dell’emergenza penalizza il mondo della formazione, le preoccupazioni di Federcongressi e ECM Quality Network


Savini: “evitano il peggio. Grazie al lavoro di AIO ed ANDI state cassate norme che altrimenti avrebbero imposto adempimenti gravosi agli Odontoiatri”


 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Annuncio in Evidenza


28 Luglio 2020
Vendo attrezzatura completa per studio odontoiatrico

Vendo attrezzatura completa per ambulatorio odontoiatrico a Santarcangelo di Romagna (Rimini): riunito OMS in ottimo stato, separatore amalgama, compressore e pompa aspirazione, 2 mobili componibili, 2 servomobili, radiologico NOVAXA con testata DE GOTZEN, autoclave TECNO-GAZ classe B con stampante, sigillatrice MELAG, lampada fotopolimerizzante, 4 plafoniere con neon, strumenti per chirurgia orale, conservativa ecc in ottime condizioni. Tutto a norma CE. E 3000,00 COMPRESO SMONTAGGIO E IMBALLAGGIO. Foto inviabili. Per informazioni telefonare a Ricardo 347/4120042 (email: ricardo.ricci@email.it).

 
 

Speciale in Evidenza


 
 
 
 

Corsi ECM

 
 
 
 
 
 

I più letti

 
 

Corsi, Convegni, Eventi

 
 
 
 
 
 
 
 

Guarda i nostri video

Guarda i nostri video

Paziente o cliente, il punto di vista del dentista e del u201cconsumatoreu201d