HOME - Protesi
 
 
23 Ottobre 2018

Corone in resina CAD/CAM

Uno studio giapponese ne ha indagato la resistenza alla frattura a livello molare

di Lara Figini


Le corone in resina composita CAD/CAM sono prodotte dalla compressione e dalla polimerizzazione a caldo di resine composte in blocchi da cui poi vengono ricavate delle corone utilizzando la succitata metodica.

In Giappone queste corone sono ampiamente utilizzate nella pratica clinica dal 2014, ma ancora ben pochi sono gli studi in letteratura che ne hanno indagato le proprietà meccaniche e la durabilità a lungo termine nelle condizioni intraorali.


Tipologia di ricerca e modalità di analisi


In uno studio in vitro giapponese, pubblicato sul Journal of Prosthodontic Research di luglio 2018, si indaga se le corone in resina composita CAD/CAM posseggano una resistenza sufficiente alla frattura per sopportare i carichi masticatori sviluppati a livello dei denti molari. L'ipotesi nulla era che la resistenza alla frattura delle corone in resina composita CAD/CAM fosse inferiore rispetto alla forza di occlusione massima media dei denti molari.

Gli autori hanno preparato delle corone, sagomate come primo molare superiore, utilizzando quattro blocchi di resine composite CAD/CAM (blocco HC: HC, KZR-CAD HR: HR, KZR-CAD HR2: HR2; blocco Avencia: AVE). Come gruppo controllo sono state utilizzate delle corone CAD/CAM in vetroceramica al disilicato di litio (IPS). Sono state valutate la resistenza alla frattura delle corone fabbricate e la forza di flessione biassiale.


Risultati


La resistenza alla frattura delle corone in resina composita CAD/CAM, a eccezione di HC, è risultata variare da 3,3 kN a 3,9 kN, con valori simili a quelli ottenuti nel gruppo controllo IPS (3,3 kN).

Al contrario, la resistenza alla flessione biassiale delle resine composite CAD/CAM variava da 175 MPa a 247 MPa ed era significativamente inferiore a quella ottenuta nel gruppo controllo IPS (360 MPa).


Conclusioni


Tutti i tipi di corone in resina composita CAD/CAM indagate in questo studio hanno mostrato una resistenza alla frattura di 3-4 volte superiore alla forza occlusiva media del dente molare
(700-900 N).

Dai dati emersi, che devono però trovare conferma con altri studi similari, le corone in resina composita CAD/CAM garantiscono una sufficiente resistenza alla frattura nei settori posteriori.


Implicazioni cliniche


Mentre nelle corone realizzate con resine composite CAD/CAM le fratture si osservano maggiormente nelle cuspidi mesio- e disto-linguali, nelle corone in vetroceramica al disilicato di litio (IPS) dopo i test di resistenza alla frattura si evidenziano diverse crepe ma nessuna frattura maior.

La frattura della ceramica, differentemente da quella delle resine composite, si verifica con poca o nessuna deformazione plastica e una piccola frattura si propaga in modo instabile sotto una forza tensile applicata.

Per approfondire

Okada R, Asakura M, Ando A, Kumano H, Ban S, Kawai T, Takebe J. Fracture strength testing of crowns made of CAD/CAM composite resins. J Prosthodont Res 2018 Jul;62(3):287-92.

Articoli correlati

Quando si discute di restaurativa e protesi, le riabilitazioni con materiali ad alte prestazioni CAD/CAM sono un’alternativa alle tecniche tradizionali grazie alla facile...

di Allegra Comba


Gli intarsi sono una scelta adeguata per ripristinare elementi dentari con carie destruente. Diversi sono i materiali che possono essere utilizzati per questi tipi di restauri e...

di Simona Chirico


Con lo sviluppo della sistematica CAD/CAM, oggi i materiali più utilizzati nei campi protesici sono zirconia e disilicato di litio. In particolare, in una review pubblicata nel...

di Simona Chirico


In una revisione sistematica con meta-analisi, pubblicata sul Journal of Prosthodontic Research di ottobre 2019, gli autori hanno valutato la differenza nella longevità delle protesi...

di Lara Figini


Uno studio condotto da ricercatori italiani pubblicato su JPD, tenta di valutare la rugosità superficiale e la resistenza alla frattura (con o senza invecchiamento meccanico) dei materiali...

di Lorenzo Breschi


Altri Articoli

Si completata l'Assemblea Nazionale ENPAM, a fine giugno l’elezione del nuovo CDA


Le polemiche tra professionisti e Governo con i primi che accusano il secondo di privilegiare le imprese in termini di aiuti economici del post coronavirus, se assolutamente legittime mi sembrano...

di Norberto Maccagno


La norma interessa igienisti dentali e odontotecnici, ecco come avvengono gli accrediti automatici e le modalità per richiedere il bonus da 1.000 euro a maggio


Da sabato 23 maggio al 30 giugno si potranno richiedere consulti online agli odontoiatri dell’Associazione Nazionale Dentisti Italiani - ANDI


Lo potrà richiedere solo chi ha avuto un calo di almeno il 50% del fatturato. Ecco di cosa si tratta e come e chi può richiederlo


 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Speciale in Evidenza


 
 
 
 

Corsi ECM

 
 
 
 
 
 

I più letti

 
 

Corsi, Convegni, Eventi

 
 
 
 
 
 
 
 

Guarda i nostri video

Guarda i nostri video

COVID-19 ed odontoiatria, il punto del prof. Roberto Burioni