HOME - Protesi
 
 
01 Settembre 2011

Il mantenimento della riabilitazione protesica

di M. Incardona, M. Ricci, L. Mencacci, A. Genovesi, U. Covani


Obiettivi
L’obiettivo di questo studio sperimentale in vitro era valutare le differenze in termini di scalfittura e rimozione del tartaro dalla superficie radicolare mediante l’applicazione di diversi strumenti di igiene orale professionale su denti estratti trattati protesicamente.
Materiali e metodi
Sono state incluse in questo studio 20 superfici di elementi dentari precedentemente estratti e protesizzati mediante corone fisse in metallo complete. Sono stati creati quattro gruppi di cinque campioni trattati con strumenti di igiene orale diversi: cinque superfici sono state trattate con curette Gracey standard, cinque con manipolo ultrasonico piezoelettrico, cinque con manipolo ultrasonico magnetostrittivo e su cinque è stato effettuato un air polishing con polveri di glicina.
Risultati e conclusioni
Confrontando le immagini rilevate al microscopio elettronico a scansione (SEM) e quelle elaborate tramite il software dedicato possiamo concludere che l’air polishing con polveri di glicina rappresenta il trattamento ottimale per la rimozione del tartaro sottogengivale perché consente una migliore preservazione dei tessuti rispetto agli altri strumenti testati.



Articoli correlati

L'odontoiatria pediatrica oggi è il tema del XX Congresso Nazionale SIOI (Milano il 29 e 30 novembre), le anticipazioni del Congresso ed i consigli degli esperti per "consigliare", buone pratiche ai...


Italiani confermano di preferire per gli acquisti la grande distribuzione mentre calano le vendite in farmacia. Crescono gli acquisti online


Istruire i propri pazienti è fondamentale per una buona igiene orale domiciliare.Con la sua nuova campagna, TePe li informa che lo spazzolino può pulire solo il 60% dei denti e...


La seduta di igiene orale professionale non è una procedura cosmetica ma un vero e proprio atto terapeutico e, se non è eseguita in modo corretto, può creare danni. Ad evidenziarlo...


Dalla Torre et al. hanno pubblicato su Clinical Oral Investigations uno studio che aveva lo scopo di rilevare una possibile associazione tra la qualità oggettivamente...

di Lucia Sardi


Altri Articoli

Lo chiedono i presidenti CAO della Calabria prima della riapertura degli studi. Si deve prevedere canali privilegiati ed incentivi per l’approvvigionamento di DPI


A marzo il portale di Edra sfiora il milione di pagine viste. Successo anche della Fad e dei webinar. Dental Cadmos di aprile è ora scaricabile on-line


Donati a vari ospedali nelle aree più colpite dal virus, test rapidi certificati CE (COVID-19 IgG/IgM Rapid Test) per la rilevazione qualitativa di anticorpi anti COVID-19.


Il prof. Abati sugli effetti della saliva sulla contaminazione di operatori e pazienti documentati in letteratura fin dagli anni ‘70


Istituto indica i DPI che gli operatori devono indossare a seconda delle mansioni, comprese quelle che prevedono una esposizione all’aerosol a meno di un metro


 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Corsi ECM

 
 
 
 
 
 

I più letti

 
 

Corsi, Convegni, Eventi

 
 
 
 
 
 
 
 

Guarda i nostri video

Guarda i nostri video

Come deve essere organizzato lo studio al tempo di emergenza da coronavirus, i consigli del presidente SIdP