HOME - Psicologia
 
 
20 Novembre 2007

Ansia odontoiatrica in una popolazione adulta: studio trasversale

di A. Boari, M. Breccia, C. Lajolo


La paura del dentista è un fenomeno diffuso e di notevole interesse clinico che si può manifestare in diverse forme e livelli. L’obiettivo di questo studio è stato quello di valutare la prevalenza dell’ansia odontoiatrica in un campione di soggetti adulti.
È stato utilizzato per questo studio un test psicometrico: il Dental Anxiety Scale (DAS). Il test è stato somministrato, durante la prima visita, a 157 soggetti (86 maschi e 71 femmine) prima che fosse effettuata l’anamnesi medica generale. Il test è costituito di 4 domande e per ogni domanda sono possibili 5 risposte alle quali è attribuito un punteggio di ansia crescente da 1 a 5. Il punteggio finale può quindi variare da 4 a 20. A seconda del punteggio totalizzato, i soggetti che raggiungevano un punteggio uguale o superiore a 13 sono stati considerati soggetti che provano un forte stato di ansia legata all’odontoiatria, mentre un punteggio uguale o superiore a 15 identificava soggetti odontofobici.
La prevalenza dell’ansia odontoiatrica è stata del 19,1% (30 soggetti su 157), mentre la prevalenza dell’odontofobia è stata del 7,6% (12 soggetti su 157). La variabile “sesso femminile” è risultata essere un fattore di rischio statisticamente significativo per sviluppare ansia odontoiatrica (OR 3,64; IC95% 1,52-8,66; p=0,004).
Il nostro studio indica come il fenomeno ansia sia estremamente diffuso nella popolazione, specialmente fra le donne, e possa raggiungere livelli molto elevati (odontofobia).
Questo lavoro sottolinea l’importanza per l’odontoiatra della conoscenza delle complesse problematiche psicologiche e psichiatriche associate alla cura dei soggetti ansiosi o odontofobici.

Dental anxiety in adult patients: a cross-sectional study
Fear of dentist is a widespread disturb which can manifest itself in several forms and at different levels. The aim of this study was to evaluate the prevalence of dental anxiety in a sample of adult subjects.
For this study a psychometric test (Dental Anxiety Scale (DAS) has been used on a sample of 157 subjects (86 males and 71 females). The test was done before taking medical history.
DAS is composed of 4 questions with 5 possible answers to which a point scale, from 1 to 5, is applied. The final score can vary from 4 to 20.Subjects who scored 13 or more were considered dentally anxious, while they were considered odontophobic when having a score equal to or higher than 15.
Dental anxiety was found to affect the 19.1% of the sample (30 subjects out of 157), while the prevalence of odontophobia was 7.6% (12 subjects out of 157). Female represents a statistically significant risk factor in developing dental anxiety (OR 3.64; IC95% 1.52-8.66; p=0.004).
Dental anxiety is a frequent disturb in the population studied, especially among females, and may become odontophobia in some subjects. This paper highlights the need for dentists to know the problems related to the treatment of anxious and/or odontophobic subjects.

Qualifiche Autori:
Università Cattolica del Sacro Cuore - Roma
Istituto di Clinica Odontoiatrica
Direttore: prof. R. Raffaelli

Dental Cadmos 2007; 9: 47-58

Articoli correlati

Intervista con il prof. Paolo Tonelli sui vantaggi e le implicazioni odontoiatriche di una pratica clinica che non deve essere considerata alternativa all’anestesia


L’efficacia della musicoterapia

di Lara Figini


Uno degli inconvenienti che spesso affligge operatore e paziente durante le procedure odontoiatriche è l' induzione del dolore causato dall'iniezione in fase di anestesia. In particolare, i...


La sindrome della bocca che brucia (BMS) è una condizione cronica in cui i pazienti lamentano bruciore, prurito a livello della cavità orale in assenza di una causa organica.Il dolore...


Chi non ha mai provato un po' di ansia appena prima dell'appuntamento con il dentista? Ma se una lieve agitazione è normale, anzi molto comune, per alcune persone entrare in uno studio...


Altri Articoli

L’On Boldi presenta un emendamento al decreto mille proroghe che punta ad abolire la norma. Dalle carte emerge che l’obiettivo del Governo era risparmiare e non combattere il nero


Nei giorni scorsi il Sole 24 Ore ha pubblicato un bilancio del primo anno di fatturazione elettronica, in realtà come spesso capita con la pubblica amministrazione i dati non sono proprio...

di Norberto Maccagno


Il racconto di un caso di odontoiatria legale consente alla dott.ssa Maria Sofia Rini di portare alcune considerazioni sul rapporto fiduciario medico paziente


Per il presidente CAO Cuneo la questione è il diritto del paziente ad affrontare il pagamento come crede  e senza discriminare il privato verso il pubblico


Organizzato per giovedì 23 gennaio 2020 da ANOMEC a Milano, un evento dal titolo: “Costi di gestione dello studio e convenzioni sanitarie: due realtà incompatibili?”


 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Corsi ECM

 
 
 
 
 
 

I più letti

 
 

Corsi, Convegni, Eventi

 
 
 
 
 
 
 
 

Guarda i nostri video

Guarda i nostri video

Nuove norme su Direttore sanitario e Autorizzazioni