HOME - Psicologia
 
 
15 Novembre 2012

Quando un amico non c'è più

di Paola Cozza


È strano ma quando un amico non c'è più ti ricordi subito di quelle due o tre cose che non gli hai detto ma che avresti voluto, cose inutili che hai rimandato per altre più importanti, e che ora ti sembrano fondamentali.
Ti ricordi di alcuni fatti accaduti sui quali non ti eri mai soffermato a pensare o che prima non avevano attirato la tua attenzione ma che ora ti inducono a riflettere.
Si diventa amici con il tempo. Attraverso una serie di vicende o eventi che ti portano a lavorare e ragionare insieme sulle stesse cose. Si scopre di avere gli stessi interessi lo stesso modo di pensare, si cerca di discutere e scambiarsi opinioni, proponendo idee e difendendo con forza le proprie convinzioni.
Si diventa amici solo conoscendosi bene scoprendo pregi e difetti
Così giorno dopo giorno ci si comincia a fidare l'uno dell'altro e si inizia a fare progetti a lungo termine.
Si diventa amici insieme, quando l'affetto e la stima sono reciproci e quando i consigli dati vengono seguiti in modo indiscusso.
Si diventa ancora più amici nei momenti difficili quando parlare può essere di conforto per entrambi.
Un amico lo porti nel cuore sempre e te ne accorgi quando stai pensando a qualche cosa di cui avevate discusso insieme un giorno e che ora potrebbe tornarti utile.
Con Tiziano è stato così.
È passato quasi un anno e io ricordo chiaramente quello che ancora dovevo dirgli, le cose che abbiamo rimandato di fare e i programmi futuri di entrambi.



Articoli correlati

Confesso che sono un "Gobbo" e come tale per il suo decimo compleanno ho regalato (su richiesta) a mio figlio la nuova maglia della Juventus con tanto di terza stella, anche se per il mio senso...


clinica-e-ricerca     07 Maggio 2012

Letteratura

Ho da poco finito di leggere "L'imperatore del male" di Mukherjee Siddhartha, oncologo statunitense premio Pulitzer 2011 per la saggistica. Bel libro. A differenza di quanto il titolo possa...


È riconosciuto dalla comunità scientifica internazionale che il fumo, solo nell'ambito odontostomatologico:• riduce il flusso salivare,• aumenta il rischio di ammalarsi di...


clinica-e-ricerca     12 Aprile 2012

Tempus fugit

Quando le mani frenetiche di Bud Powell si avventavano sulla tastiera bianconera e da essa scaturiva questo indimenticabile brano, la seconda guerra mondiale era finita da poco e le sensazioni che il...


Altri Articoli

La mappa delle oltre 5 mila società censite da ENPAM, previsto un gettito di oltre 7 milioni di euro. Controlli e sanzioni: previsti “incroci” con i dati delle Entrate 


Per l’Ospedale Fatebenefratelli all’Isola Tiberina di Roma sono 9700 nuovi casi in un anno in Italia. Attivata campagna di prevenzione con visite gratuite


Intelligenza artificiali, immagini e stampanti in 3D, staminali rigeneratrici. Come cambiano gli specialisti che curano e riabilitano il cavo orale. Anche la prevenzione dei danni da fumo trova nuove...


Il punteggio medio nazionale registrato tra gli idonei è di 35,23. Ecco le previsioni dei punteggi minimi necessari per entrare senza aspettare i "ripescaggi" a medicina ed odontoiatria 


I principali interventi del piano strategico FDI per i prossimi anni, ma la priorità è sensibilizzare gli Stati sulla promozione della salute orale


 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Corsi ECM

 
 
 
 
 
 

I più letti

 
 

Corsi, Convegni, Eventi