HOME - Psicologia
 
 
15 Novembre 2012

Quando un amico non c'è più

di Paola Cozza


È strano ma quando un amico non c'è più ti ricordi subito di quelle due o tre cose che non gli hai detto ma che avresti voluto, cose inutili che hai rimandato per altre più importanti, e che ora ti sembrano fondamentali.
Ti ricordi di alcuni fatti accaduti sui quali non ti eri mai soffermato a pensare o che prima non avevano attirato la tua attenzione ma che ora ti inducono a riflettere.
Si diventa amici con il tempo. Attraverso una serie di vicende o eventi che ti portano a lavorare e ragionare insieme sulle stesse cose. Si scopre di avere gli stessi interessi lo stesso modo di pensare, si cerca di discutere e scambiarsi opinioni, proponendo idee e difendendo con forza le proprie convinzioni.
Si diventa amici solo conoscendosi bene scoprendo pregi e difetti
Così giorno dopo giorno ci si comincia a fidare l'uno dell'altro e si inizia a fare progetti a lungo termine.
Si diventa amici insieme, quando l'affetto e la stima sono reciproci e quando i consigli dati vengono seguiti in modo indiscusso.
Si diventa ancora più amici nei momenti difficili quando parlare può essere di conforto per entrambi.
Un amico lo porti nel cuore sempre e te ne accorgi quando stai pensando a qualche cosa di cui avevate discusso insieme un giorno e che ora potrebbe tornarti utile.
Con Tiziano è stato così.
È passato quasi un anno e io ricordo chiaramente quello che ancora dovevo dirgli, le cose che abbiamo rimandato di fare e i programmi futuri di entrambi.



Articoli correlati

Confesso che sono un "Gobbo" e come tale per il suo decimo compleanno ho regalato (su richiesta) a mio figlio la nuova maglia della Juventus con tanto di terza stella, anche se per il mio senso...


O33clinica-e-ricerca     07 Maggio 2012

Letteratura

Ho da poco finito di leggere "L'imperatore del male" di Mukherjee Siddhartha, oncologo statunitense premio Pulitzer 2011 per la saggistica. Bel libro. A differenza di quanto il titolo possa...


È riconosciuto dalla comunità scientifica internazionale che il fumo, solo nell'ambito odontostomatologico:• riduce il flusso salivare,• aumenta il rischio di ammalarsi di...


O33clinica-e-ricerca     12 Aprile 2012

Tempus fugit

Quando le mani frenetiche di Bud Powell si avventavano sulla tastiera bianconera e da essa scaturiva questo indimenticabile brano, la seconda guerra mondiale era finita da poco e le sensazioni che il...


Altri Articoli

ePur legittimando l’obbligo vaccinale, i Giudici rilevavo differenti trattamenti tra chi svolge l’attività come autonomo e chi come dipendente. Dubbi anche sulla sospensione dall’Albo


La pandemia ha ampliato gli adempimenti burocratici per lo studio odontoaitrico, per il dott. Cirulli la morte da burocrazia si evita con strategia mirate ed efficaci


L’odontoiatria digitale vista dal prof. Stefano Patroni, uno dei protagonisti del prossimo Congresso della Digital Dental Academy


Sulla base di studi epidemiologici condotti negli ultimi cinquant’anni, la prevalenza di ASD sembra aumentare a livello globale ma i pazienti con diagnosi di ASD non differiscono dagli altri per...


Le indicazioni per provider e discenti. Confermato il numero di crediti triennali da raccogliere e la possibilità di recuperare parte dei crediti mediante l’autoformazione


 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Corsi ECM

 
 
 
 
 
 

I più letti

 
 

Corsi, Convegni, Eventi

 
 
 
 
 
 
 
 

Guarda i nostri video

Guarda i nostri video

Crediti ECM: come odontoiatri ed igienisti dentali possono gestirli dalla piattaforma CoGeAPS

 
 
 
 
 
 
 
 
chiudi