HOME - Psicologia
 
 
12 Febbraio 2013

La paura del dentista aumenta per chi ha i capelli rossi

L'ansia del paziente è collegata al gene MC1R responsabile dei capelli rossi

di Cosma Capobianco


imageimage

Quella che può sembrare una leggenda metropolitana è oramai verità dimostrata: chi ha i capelli rossi soffre un'ansia più grave di fronte al dentista e tende a evitare le cure. Più precisamente chi porta nel cromosoma 16  una variante del gene MC1R, che codifica un recettore della melanocortina (ormone che regola la produzione di melanina), mostra punteggi più elevati nei test che misurano l'ansia.

L'ultima prova arriva da una ricerca pubblicata sul Journal of Endodontics svolta su 62 donne rosse confrontate con 62 brunette. I ricercatori hanno anche misurato l'effetto dell'anestesia con un pulp tester elettrico ma tra i due gruppi non sono emerse differenze significative. Una buona notizia per chi deve curare i soggetti con rutilismo (questo il nome scientifico del colore rosso), anche se nel nostro paese non è certo un problema quotidiano; si stima, infatti, che in Italia interessi meno dell'uno per cento della popolazione contro il 5% di Scozia e Francia e il 2 -3% di Olanda e Svezia. La ricerca conferma studi precedenti, tra cui quello pubblicato su Jada nel 2009 (Binkley CJ) e allunga l'elenco delle preoccupazioni per chi ha i capelli carotati; queste persone, infatti, sono più esposti al rischio di melanoma e morbo di Parkinson.

Articoli correlati

Ne soffrirebbe il 15-20% della popolazione. Come individuare il paziente odontofobico, come gestirlo, come cercare di farla superare. Uno studio italiano ha fatto il punto

di Lara Figini


L’efficacia della musicoterapia

di Lara Figini


L'ansia per i trattamenti dentali colpisce tra il 10 e il 60% della popolazione e può influire direttamente sulla salute orale del paziente stesso. La classica "paura del dentista" può...


O33psicologia     01 Gennaio 2013

Medicina tradizionale

Alcune settimane fa la Cochrane Collaboration ha pubblicato una revisione sistematica sull'utilità dei check-up: quei servizi nei quali un individuo apparentemente sano, e senza particolari...


O33psicologia     15 Novembre 2012

Quando un amico non c'è più

È strano ma quando un amico non c'è più ti ricordi subito di quelle due o tre cose che non gli hai detto ma che avresti voluto, cose inutili che hai rimandato per altre più importanti, e che ora...


Altri Articoli

Lo rivela uno studio pubblicato su ma serve tempo Frontiers in Public Health. Secondo i ricercatori serve però tempo


Aggiornamento dell’Elenco delle società scientifiche e delle associazioni tecnico-scientifiche delle professioni sanitarie. Entro fine ottobre le domande. 


Una ricerca su JADA è lo spunto per le considerazioni del prof. Gagliani nella sua Agorà del Lunedì. L’argomento è la comunicazione della prevenzione, ma anche il valore delle revisioni...

di Massimo Gagliani


L'EFP lancia una nuova campagna internazionale per spiegare la relazione tra malattie cardiovascolari e salute delle gengive sulla base delle più recenti prove scientifiche e del contributo...


Troppo incerta la situazione, UNIDI decide di annullare l’appuntamento di novembre e rimandare a maggio 2021


 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Speciale in Evidenza


 
 
 
 

Corsi ECM

 
 
 
 
 
 

I più letti

 
 

Corsi, Convegni, Eventi

 
 
 
 
 
 
 
 

Guarda i nostri video

Guarda i nostri video

I u201ctrucchiu201d per convivere con il rischio Covid in studio