HOME - Strumenti e Materiali
 
 
08 Febbraio 2016

Resistenza all'usura: per il Cad/Cam la ceramica si conferma superiore alla resina

di Adamo Calatroni


"Tenuto conto delle limitazioni comportate da uno studio in vitro, la resistenza all'usura di un'otturazione in resina composita a contatto con lo smalto è significativamente inferiore a quella di un'otturazione in ceramica".

È la conclusione di un gruppo internazionale di studiosi (Università di Pechino e Università di Ginevra) al termine di uno studio i cui risultati sono stati pubblicati sul Journal of Prosthetic Dentistry di questo mese.

Introdotti nell'odontoiatria più di 25 anni fa, i sistemi Cerec hanno rappresentato una grande innovazione, grazie a una tecnologia che permette la ricostruzione di un dente in una sola seduta. La rilevazione delle impronte è fatta direttamente in bocca con una telecamera o con un sistema laser e i dati, elaborati da un computer, sono trasferiti a un macchinario che realizza immediatamente la corona o l'intarsio, già pronti per essere provati e cementati. La bassa percentuale di fratture e il successo clinico a lungo termine hanno confermato l'efficacia di questo sistema che inizialmente utilizzava prevalentemente la ceramica. Nota per l'elevata biocompatibilità, la forza e l'ottima estetica, la ceramica imita molto bene le caratteristiche del dente naturale, ma la sua abrasività resta una preoccupazione clinica. Di conseguenza, i compositi in resina sono ritenuti preferibili per i pazienti ad alta attività occlusale quando il restauro è a contatto con lo smalto naturale ed era già stato dimostrato che l'erosione dello smalto prodotta dalla resina composita è inferiore rispetto a quella che si ha con zirconia o vetroceramica.

Il presente studio è nato dunque dalla necessità di disporre di nuovi dati riguardo alle caratteristiche di queste classi di materiali; i ricercatori hanno valutato in vitro la resistenza all'usura di cinque materiali Cad/Cam costituiti da quattro resine composite (3M Lava Ultimate, Kerr experimental composite, Vita Enamic, 3M Paradigm MZ100) e una ceramica (Vita Mark II) in contatto con cuspidi di smalto umane naturali.

I risultati sono stati netti: La ceramica testata ha mostrato la resistenza maggiore all'usura; tra le resine ci sono state piccole differenze ma nessuna di loro ha raggiunto prestazioni analoghe alla ceramica.

Adamo Calatroni

Articoli correlati

Per il prof. Mangani l’amalgama non ha più senso di essere utilizzata perché esistono validissime alternative. Ecco quali e perchè


Negli ultimi anni l’utilizzo delle ceramiche CAD-CAM chairside è rapidamente aumentato. La scelta dei materiali include il silicato di litio rinforzato con zirconia (VS), le...

di Lorenzo Breschi


Edentulia dei mascellari sarà una delle sfide che l’odontoiatria italiana dovrà affrontare sia dal punto di vista della qualità di vita dei pazienti che per gli aspetti economici e...


Il successo dei restauri in composito in odontoiatria dipende non solo dalle proprietà meccaniche e fisiche ma anche dalla performance estetica. Soprattutto dal punto di vista del paziente un...


L'approccio digitale deve essere affrontato grazie ad una pianificazione adeguata. Solo in questo modo si ottiene una ricaduta positiva sui tre aspetti fondamentali dei nostri studi: la...


Altri Articoli

Agorà del Lunedì     06 Dicembre 2021

Le basi della patologia

Quali sono le cause delle affezioni della polpa dentale e quali le contromisure da adottare? Di questo parla il prof. Massimo Gagliani nel suo Agorà del Lunedì

di Massimo Gagliani


Il dott. Di Fabio ci ricorda che l’esonero è temporaneo fino a quando non si riunirà la Stato-Regioni stabilendo le modalità di registrazione


Oltre a quelli italiani ne hanno parlato il New York Times, Al Jazeera, siti spagnoli e degli altri Paesi europei. Sileri: sarebbe una macchietta se non fosse un odontoiatra


Secondo uno studio pubblicato su Jama Network Open, potrebbero contribuire a migliorare la comunicazione con pazienti con problemi di udito ma non solo


Il Viminale pubblica una utile tabella per capire cosa si può fare a seconda del tipo di certificazione posseduta ed il colore della regione. Le regole per datori di lavoro e lavoratori


 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Corsi ECM

 
 
 
 
 
 
 
 

I più letti

 
 

Corsi, Convegni, Eventi

 
 
 
 
 
 
 
 

Guarda i nostri video

Guarda i nostri video

Crediti ECM: come odontoiatri ed igienisti dentali possono gestirli dalla piattaforma CoGeAPS

 
 
 
 
chiudi