HOME - Strumenti e Materiali
 
 
20 Settembre 2007

Valutazione degli effetti del plasma ricco di piastrine: revisione della letteratura

di F. Graziani, S. Cei, F. Ducci, M. Gabriele


Tra le nuove metodiche utilizzate per incrementare le potenzialità rigenerative tissutali, nell’ultimo decennio ha avuto una vasta eco l’introduzione del Platelet-Rich Plasma (PRP), concentrato piastrinico ricco in fattori di crescita (GF), il cui utilizzo parrebbe determinare un’aumentata velocità di guarigione ossea e mucosa.
Nonostante sia stato dimostrato come singoli fattori di crescita stimolino la proliferazione di linee cellulari implicate nel processo di guarigione (cellule stromali ossee, osteoblasti e fibroblasti), sono ancora poche le evidenze circa le modalità d’interazione dell’insieme delle molecole di segnale rilasciate nel sito chirurgico dopo applicazione di PRP. Infatti, studi cellulari hanno mostrato un aumento della migrazione, proliferazione e adesione sia di cellule mesenchimali sia epiteliali che ossee. Questi presupposti biologici sono stati corroborati parzialmente da studi su modello animale. Tuttavia, in letteratura, il numero di clinical trial che analizzino gli effetti del concentrato piastrinico è esiguo; le maggiori evidenze scientifiche sono fornite soltanto da case report o case series.
Scopo di questa revisione è fornire una valutazione critica della letteratura sugli effetti del concentrato piastrinico a livello cellulare, animale e clinico al fine di poter comprenderne ulteriormente la modalità d’azione e suggerirne migliori indicazioni per il suo utilizzo clinico.

Clinical effects of platelet rich plasma: a literature review
In the last decade PRP has been extensively used to promote wound healing. Its use is based on the assumption that concentrate amounts of growth factors (GF) would enhance the regeneration process. However, little is know about the proposed biological rationale. Indeed, despite sound evidences of the effect of single GF, just a few studies address the issue of the interaction between GF after platelets degranulation.
PRP has showed to promote cellular migration, proliferation and adhesion of mesenchimal, endothelial and bone cells, in particular concentrations only. Animal studies have speculated that platelet concentrates may enhance healing during the first phases. Nonetheless, weak clinical evidence supports this assumption.
The aim of this review is to critically appraise information available in the literature to reach a better understanding of biological and clinical rationale of PRP.

Qualifiche Autori:
Università degli Studi di Pisa
Dipartimento di Neuroscienze
Cattedra di Chirurgia Speciale Odontostomatologica
Titolare: prof. M. Gabriele



Articoli correlati

Deferiti dai NAS di Milano all’Autorità Giudiziaria per trattamenti con la tecnica PRP senza autorizzazioni dei centri trasfusionali pubblici


Dotto.ssa Milvia Di Gioia Presidente Poiesis

Superando la facile tentazione di gridare al complotto di qualche lobby economica o un potere oscuro la questione è molto seria. La nostra professione è normata da precisi riferimenti...


607 studi professionali medici ed odontoiatrici, ambulatori e poliambulatori “visitati”che hanno determinato l’accertamento di irregolarità in 172 strutture (pari al 28% degli obiettivi...


La necessità di poter effettuare un prelievo venoso per la tecnica di rigenerazione ossea è solo una delle esigenze del laureato in odontoiatria. Se tecnicamente può imparare ad...


Obiettivo di questo studio clinico controllato è stato quello di confrontare l’impiego di bioceramica (Engipore) e gel pistrinico (gruppo test) su 28 difetti infraossei parodontali rispetto al...


Altri Articoli

Prof. Lior Shapira, presidente dell’European Federation of Periodontology: “La cura orale dovrebbe far parte delle raccomandazioni sanitarie per ridurre il rischio di gravi esiti legati al...


Indagine SIdP conferma: i protocolli adottati anti Covid sono efficaci, meno dell’1% il tasso di contagio. L’odontoiatra informato si sente più sicuro sul luogo di lavoro


E’ la nostra identità digitale pubblica. Ecco come richiederlo e quali sono i provider che lo forniscono gratuitamente


Il Segretario Sindacale AIO Roma interviene su alcuni servizi che si offrono di procurare clienti allo studio odontoiatrico


Da Sx: Luigi Paglia Presidente di Fondazione –ISI, Luisa Pavia Amministratore Delegato di CAF Onlus, Giovanni Bianco Presidente di ISI e Filippo Azzali Direttore Sanitario ISI

Rinnovato accordo con Fondazione ISI per offrire cure odontoiatriche gratuite ai piccoli ospiti del Centro di Aiuto al Bambino Maltrattato e alla Famiglia in crisi di Milano


 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Corsi ECM

 
 
 
 
 
 

I più letti

 
 

Corsi, Convegni, Eventi

 
 
 
 
 
 
 
 

Guarda i nostri video

Guarda i nostri video

L’odontoiatria protesica oggi: il punto di vista della neo presidente AIOP