HOME - Agorà del Lunedì
 
 
13 Dicembre 2021

Odontoiatria rigenerativa

C'è quella pulpare, per scopi implantari e attraverso innesti: le possibilità, le considerazioni ed i dubbi del prof. Gagliani in tema di “rigenerazione” 

di Massimo Gagliani


Ripristinare quanto perso rappresenta la sfida che la moderna odontoiatria ha deciso di intraprendere; rigenerazione è un termine che, sempre più spesso, sentiamo nominare. 
La rigenerazione pulpare ha vissuto una grande stagione; oggi certi entusiasmi paiono sopiti e alcune evidenze sono state riviste. È disciplina per denti giovani, quindi nicchia. La rigenerazione ossea in prossimità di denti ha indicazioni limitate, presenta alcune zone d’ombra e, non di rado, è oggetto di critiche.

La rigenerazione ossea per scopi implantari sembra essere quella più garantita, probabilmente per l’assoluta peculiarità della situazione clinica; in siti privi di denti, avendo gli impianti come sostegno, la rigenerazione appare più semplice e meno rischiosa, ovvero con meno effetti collaterali indesiderati. 

Rigenerare attraverso innesti è un altro grande tema; se ne provano di tutte le specie e, con mia grande sorpresa, anche i denti estratti possono essere elemento di rigenerazione ossea (a tal proposito si può vedere anche l’interessante testo di Minetti e coll.   

Un grande fervore, quindi, accompagna questa nuova odontoiatria: un’odontoiatria dove, attraverso l’ingegneria tissutale e la progettazione tridimensionale con l’uso di sofisticati software interfacciati alle immagini radiografiche, la componente umana pare essere teleguidata da un pensiero superiore. 

Rimarrà la clinica, ovvero quel lato della medicina ove la scienza nella sua accezione teorica diventerà arte nella sua applicazione pratica; saremo preparati a questo avvento? Mi piacerebbe ricevere pareri in merito; il mio è alquanto scettico.
A fronte di una evoluzione spettacolare di questo processo rigenerativo mi pare di vedere un grande magma odontoiatrico ancorato a vetusti principi.

Articoli correlati

La chiave del successo di EthOss è una combinazione di 65% ßeta fosfato tricalcico e di 35% solfato di calcio


Uno studio sperimentale ha analizzato la demineralizzazione con acido citrico degli innesti ossei autogeni per aumentare la rigenerazione ossea anche di difetti importanti

di Lara Figini


La perimplantite è stata definita “una condizione patologica” che si verifica nei tessuti intorno agli impianti dentali, caratterizzata da infiammazione del tessuto...

di Lara Figini


Studio retrospettivo italiano sulle condizioni tissutali perimplantari a breve termine di una procedura di aumento osseo semplificata, basata sull’utilizzo del periostio come membrana/barriera e...

di Lara Figini


In implantologia non è insolito che, per vari motivi, vengano inseriti impianti in posizioni al di fuori dell’involucro osseo con conseguente deiscenza ossea vestibolare....

di Lara Figini


Altri Articoli

Uno studio vuole spiegare perché la professione odontoiatrica debba ridurre e gestire i propri rifiuti in modo appropriato e i vantaggi sociali e ambientali che ne deriverebbero...

di Arianna Bianchi


Un nuovo canadese studio fa chiarezza. Tre pazienti su quattro guariscono ad un anno dall’infezione


Il Ministro della Salute firma il decreto di ricostituzione della Commissione Nazionale ECM, per gli odontoiatri riconfermato Alessandro Nisio


AIDI incontra i cittadini in 14 piazze italiane da Nord a Sud, da Bolzano a Lecce nei weekend dell’8/9 e 15/16 ottobre. Bari, Bolzano, L’Aquila, Genova, Milano, Torino i capoluoghi coinvolti 


Il nuovo sistema CBCT VistaVox S Ceph offre la possibilità di scelta tra diverse dimensioni di volume, decidere la migliore dimensione in funzione delle necessità diagnostiche, cliniche e...


 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Corsi ECM

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

I più letti

 
 

Corsi, Convegni, Eventi

 
 
 
 
 
 
 
 

Guarda i nostri video

Guarda i nostri video

Canino incluso: la pianificazione digitale

 
 
 
 
chiudi