HOME - Agorà del Lunedì
 
 
04 Aprile 2022

L’avventura dell’odontoiatria digitale

La sintesi del prof. Gagliani del Congresso della Digital Dental Academy cerca di spiegare prechè, il digitale, sarà la via maestra per un’odontoiatria d’avanguardia

di Massimo Gagliani


L’avventura digitale – nell’ambito della moderna odontoiatria – sembra prendere corpo ma, non se ne comprendono a fondo i motivi, stenta a decollare in modo deciso. Ogni analisi a riguardo credo sia inficiata da numerose variabili; la scarsa attitudine al cambiamento che la classe odontoiatrica ha sempre manifestato, i costi di gestione e di acquisto, la paura dell’obsolescenza, qualche riserva sulla qualità.  

Ne hanno discusso – nel contesto del Convegno tenutosi al Palazzo delle Stelline di Milano, fortemente voluto dalla sinergia tra Digital Dental Academy ed Edra – numerosi illustri professionisti.  

Il corso del Dott. Stefano Lombardo, in unione con i due maestri dell’odontotecnica come Claudio Nannini e Antonello Di Felice, ha mostrato quanto le solide basi del lavoro tradizionale possano trovare giovamento dall’impiego del digitale; non facendo sconti sulla qualità ma appoggiandosi alle soluzioni che la tecnologia propone.  

La “lectio magistralis” posta dal Prof. Luca Levrini ha inaugurato un sabato ricco di spunti interessanti; i primi forniti proprio dal docente dell’Università dell’Insubria. Questi ha enfatizzato il ruolo preponderante che i mezzi digitali stanno assumento nel fornire assistenza per un’odontoiatria del territorio, fondata sui principi dell’appropriatezza e dell’efficacia.  

Sul podio si sono poi susseguiti relatori di respiro internazionale come il Dott. Mario Semenza, straordinario protesista che sta convertendosi al digitale; hanno fornito un contributo di grande interesse clinico il Dott. Marco Ronda e il Dott. Fortunato Alfonsi i quali, coordinati dal Prof. Antonio Barone, hanno fatto comprendere quanto la branca dell’implantologia abbia fruito dalle progettazioni su radiogrammi tridimensionali e impronte digitali, per non parlare poi delle indubbie opportunità dell’odontoiatria rigenerativa ossea. Ha aperto il pomeriggio l’ex-Presidente dell’Accademia Italiana di Conservativa, Dott. Stefano Patroni, che si è soffermato sui vantaggi che le impronte digitali potrebbero avere nella lettura specifica dei margini dente-parodonto-restauro; sebbene regolati da principi sacri e ben solidificati nel tempo, questi hanno l’opportunità di esser rispettati con una precisione che le sistematiche digitali possono offrire, con grande vantaggio per il confort del paziente.   La Prof.ssa Francesca Vailati ha manifestato la propria ritrosia iniziale al digitale ma ha convenuto, nel corso delle esperienze maturate, che la sua tecnica per le riabilitazioni occlusali complesse ha tratto grande giovamento da queste tecnologie.  

Ha concluso il Dott. Lorenzo Vanini che, avvalendosi di molte soluzioni digitali, ha descritto con la solita maestria i percorsi riabilitativi che, risolvendo problemi occlusali, giovano alla salute di tutto l’organismo.

Una due giorni intensa, ricca di spunti, che ha consentito capire perché avviare lo studio verso la conversione digitale, può essere la via maestra per un’odontoiatria d’avanguardia. E presto sarà possibile rivedere il Congresso “comodamente” sul divano di casa o in studio tra un paziente e l’atro.    

Articoli correlati

Per la rubrica 20 Minutes Digital Workflow Riccardo Nucera illustra un caso di canino incluso risolto utilizzando una pianificazione digitale


L’evoluzione dell’odontoiatria al digitale è decisamente interessante anche per uno come me che la conosce solo dai racconti di chi la usa.  Vedere come professioni tipicamente manuali,...

di Norberto Maccagno


I dati dei sondaggi su odontoiatri, odontotecnici e pazienti e la discussione attraverso la tavola rotonda organizzata al Congresso SIPRO. Guarda la video registrazione


Disponibile online i il webinar con Franco Brenna e Massimo Gagliani in cui si ripercorre l’evoluzione del digitale in odontoiatria, le tecniche, il nuovo rapporto che si instaura con il paziente...


Negli USA si sperimenta una App per smartphone che utilizza l'intelligenza artificiale per permettere ai genitori di rilevare precocemente la carie dentale nei loro bambini

di Lara Figini


Altri Articoli

Una due giorni ad un Congresso qualsiasi può essere un ritorno alla normalità dice il prof. Gagliani che avverte: la formazione deve essere debitamente certificata e tutelata con regole non fondate...

di Massimo Gagliani


Sono nato una domenica dell’agosto 1964, anagraficamente contando il Governo Draghi è stato il quarantottesimo che ho vissuto. In Germania, nello stesso periodo, di Governi ne hanno avuti 19...

di Norberto Maccagno


Il Consejo General de Dentistas ha elaborato una relazione tecnica dove sono state analizzate la densità di professionisti per popolazione, l'evoluzione demografica negli ultimi...


Maria Grazia Cannarozzo

Dalla collaborazione tra l’Azienda Ospedaliera Cannizzaro di Catania e il COI-AIOG nasce il progetto “Odontoiatria rosa”, che attenzionerà la salute orale delle donne...

di Lorena Origo


Sarà Catania ad ospitare, dal 20 al 22 aprile 2023, il Congresso numero 30 del CDUO organizzato dalle Università di Palermo, Messina e Catania


 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Corsi ECM

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

I più letti

 
 

Corsi, Convegni, Eventi

 
 
 
 
 
 
 
 

Guarda i nostri video

Guarda i nostri video

Canino incluso: la pianificazione digitale

 
 
 
 
chiudi