HOME - Agorà della Domenica
 
 
19 Ottobre 2020

Meglio il composito A o il composito B? This is the question!

Nanoriempito/nanoibrido o un composito ibrido, per Journal of Dentistry sarebbero alla pari. Ma allora gli sforzi tecnologici sono vani, si chiede il prof. Gagliani, aggiungendo… 

di Massimo Gagliani


Composito A o Composito B, questo il dilemma; è forse più nobile impiegare nei settori posteriori un composito Nanoriempito/nanoibrido o un composito ibrido.
Se lo sono chiesto un gruppo di ricercatori – multinazionali e multietnici – guidati da Alessandro Loguercio, “brasileiro”, un’autorità nel campo.

Ottomilaquattrocentocinquantaquattro titoli, ridotti a settecentoquarantotto, smunti a quarantaquattro dopo avere esaminato i riassunti, ulteriormente deprivati a venticinque dopo averli letti con attenzione e averne sviscerato pregi nonché difetti di forma, sino agli agognati diciannove su cui condurre l’analisi vera e propria…..8454…19.

 È questa la dura legge delle revisioni sistematiche, una montagna di carta, fortunatamente sempre più elettronica, per giungere a un risultato striminzito. Si spera autorevole.

Tornando all’articolo – sebbene la coperta si sia tirata da più parti per non “cassare” anche quei diciannove reduci della battaglia, con le cautele che queste “storture” procedurali hanno comportato – si è giunti a dire che i compositi “per me pari sono”. (Ne daremo conto nei prossimi giorni con un paper dedicato). 

Quindi gli sforzi tecnologici sono vani? Le scelte cliniche equivalenti e pertanto ininfluenti sul risultato finale?

 I timori sono fondati; la verità è che il problema particolare fa sfuggire il concetto più generale. È il male del nostro tempo, la visione momentanea, l’incapacità di vedere un futuro, di programmare con un orizzonte temporale che sia più ampio del quarto d’ora, del sondaggio via Instagram o Twitter per annusare, anzitempo, dove trovare il consenso, non importa in che direzione porterà. 

“Sic transit gloria mundi” ripeteva il cerimoniere di fronte al nuovo Papa, un evento, solitamente, epocale; parafrasando, al dentale, quello che il “popolino” pensava nella Roma “papalina”: “Morto un composito, se ne farà un altro!

”Con la segreta speranza che il particolare non trionfi sul generale.

Articoli correlati

Se ci fosse un indicatore per il cambiamento nella musica, questo finirebbe fuori scala se volesse misurare quanti e quali cambiamenti Miles Davis ha compiuto da quando,...

di Massimo Gagliani


“That’s all right?”, chiede il prof. Gagliani ai colleghi, tormentati, alle prese con la necessità di cambiare ma con la paura di sbagliare 

di Massimo Gagliani


Gli interventi del prof. Gagliani cambiano giorno ma non lo spirito: commentare l’evoluzione dell’odontoiatria con occhio interessato, entusiasta ma soprattutto: obiettivo

di Massimo Gagliani


Se ne deve parlare per evitare d’innestare un circolo vizioso che penalizza studi e pazienti scrive il prof. Gagliani indicando nelle tecnologie uno dei possibili strumenti che possono aiutare...

di Massimo Gagliani


Il prof. Gagliani: si deve lavorare per rendere coscienti le popolazioni sul valore della prevenzione per farlo percepire come un investimento, ma non è semplice farlo

di Massimo Gagliani


Altri Articoli

Etica ed estetica nell’ambito odontoiatrico sono strettamente legate; entrambe sono cruciali per garantire cure efficaci e rispettose dei pazienti. E’ il tema affrontato in...

di Dino Re


A Napoli operativa la clinica mobile, obiettivo: offrire un servizio territoriale di prevenzione e prima cura alle categorie più fragili della società, garantendo loro il...


Lunedì 22 aprile alle ore 9:00 il ministero della Salute organizza, con il supporto di Edra S.p.A., un incontro interamente dedicato al tema della salute femminile, in occasione della Giornata...


UNIDI ha realizzato una collettiva con 23 aziende italiane per promuovere l’eccellenza italiana e presentare l’innovazione per il settore del Made in Italy


Gli attuali 10mila pensionati liberi professionisti prendono, in media, poco più di 16mila euro l’anno, ma il dato medio è falsato, spiegano da ENPAM indicando come fare a conoscere l’importo...


In vista della Giornata nazionale della salute della donna, la prof.ssa Nardi riflette sulla medicina personalizzata al genere applicata alla salute orale

di Prof.ssa Gianna Maria Nardi


È stato nominato nel corso della recente Assemblea Generale dell'EFP. Espandere la leadership della Federazione, incentivare la formazione dei clinici,...


E’ possibile recuperare le ore mancanti e in attesa di recuperarle l’ASO può comunque essere assunto? Il parere di ANDI, IDEA e del SIASO 


La fotografia dall’indagine dell’Osservatorio Sanità di Unisalute: Un italiano su tre non fa una visita odontoiatrica o una seduta di igiene orale da oltre tre anni


Nuova puntata del podcast Dentechstry di IDI Evolution. Protagonisti di questa puntata, l’odontoiatra Gabriella Grassi e lo psicologo Feliciano Lizzadro. Il tema la medicina...


Immagine d'archivio

Dopo la sentenza del Tar era tornato il “concorsone”,  ma adesso i giudici del Consiglio di Stato hanno riabilitato il TolC test online. Cosa potrà cambiare?


Obiettivo: formare in real time i professionisti del dentale attraverso la realtà aumentata attraverso un'esperienza di apprendimento personalizzata con consulenze live a distanza


Intervista con Karim Boussebaa, Executive Vice President and Managing Director, iTero Scanner and Services Business di Align Technology


La norma contenuta nel Decreto PNRR non convince il Sindacato Italiano Medici di Medicina Ambulatoriale e del Territorio (SIMMAT)


 
 
 
 

Il Podcast
dell'Innovazione
Odontoiatrica

TUTTI GLI EPISODI
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Iscriviti alla Newsletter

 
 

Corsi ECM

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

I più letti

 
 

Corsi, Convegni, Eventi

 
 
 
 
 
 

Guarda i nostri video

Guarda i nostri video

La lezione di storia dell’odontoiatria del prof. Guastamacchia

 
 
 
 
chiudi