HOME - Agorà della Domenica
 
 
07 Dicembre 2020

Allineatori invisibili: una nuova era per l’ortodonzia o un passo indietro?

Sul tema il prof. Gagliani invita a guardare la letteratura che però non sembra essere esaustiva, per questo invita “autorevoli voci” a portare la loro esperienza

di Massimo Gagliani


L’ortodonzia è stata una mia passione giovanile, dentisticamente parlando. Se ben appresa diventa quasi come andare in bicicletta, non si disimpara mai; tuttavia il processo di adeguamento tecnologico rende questa disciplina, come le altre, difficile se non frequentata assiduamente

L’avvento degli allineatori invisibili ha dischiuso un nuovo importantissimo orizzonte che è parso “moda” al suo inizio sino a diventare una vera e propria scienza, soggetta alle controversie tipiche di tutti gli argomenti che devono essere vagliati con l’evidenza dei risultati. Ho così deciso – pur avendo avuto degli ottimi riscontri clinici con queste apparecchiature – di navigare nel mondo della letteratura e, come spesso accade, mi sono imbattuto in piacevoli novità e in sgradite sorprese. 

Non è questa la sede per disquisire sulla validità della metodica, ma è forse questa la sede per chiamare ancora una volta a raccolta la comunità scientifica su temi quali la liceità di applicare terapie senza che queste abbiano avuto un conforto della letteratura consolidato, sancito che i temi e i modi dei riscontri scientifici siano sempre fallaci, come drammaticamente testimonia un articolo recente apparso sul Journal od Dental Research ove si sottolinea che, nel 2020, la quantità di letteratura che si “getta al vento” per scorrettezza di presentazione dei dati e di modalità non proprio esemplari nei disegni sperimentali sia ancora troppo corposa. 

Nel mio periodo universitario da calzoni corti ebbi la ventura di trasportare all’aeroporto un illustre cariologo anglosassone che, nell’ampio sorriso, mostrava delle meravigliose, e contenutissime, orificazioni per riparare lesioni cariose in cavità di terza classe. Intuendo la mia curiosità svelata dai miei sguardi insistiti (deformazione professionale…) mi disse in pieno stile “british”: “Si domanderà perché non ho dei restauri in composito, isn’t it?” 

Ebbi solo il coraggio di annuire e lui prontamente: “Nessuna revisione sistematica mi ha ancora dimostrato che questi restauri sono peggiori rispetto a quelli in composito, pertanto mi curo con i materiali che l’evidenza scientifica mette a disposizione…nevertheless, it’s gold!”. 

Come spesso mi accade sono andato fuori dal seminato ma sarei felice se, sul tema degli allineatori invisibili, potessimo ospitare delle autorevoli voci; sarei il primo spettatore entusiasta.

Dopo tutto questa è un’Agorà, luogo di dibattito e di confronto libero per il bene dell’odontoiatria. 

Articoli correlati

La Food and Drug Administration (FDA) pubblica indica i sintomi da considerare per diagnosticare e prevenire la sindrome dell’apnea ostruttiva notturna (OSAS)


Una revisione della letteratura esplora i principi dell’intelligenza artificiale, le sue applicazioni in ortodonzia e la sua implementazione nella pratica clinica

di Lara Figini


SIDO: “attenzione a offerte che possono compromettere la salute ed invita a rivolgersi ad uno specialista in ortodonzia


Presidente SUSO che sottolinea: “non è l’allineatore a mettere i denti dritti, ma l’ortodontista” e ricorda le responsabilità di fronte al paziente di chi prende l’impronta ed affida...


Lo studio analizza le conoscenze dei professionisti e offre spunti per futuri corsi personalizzati in tema di allineatori trasparenti

di Lara Figini


Dal CED di Bruxelles i moniti per professionisti, politici, utenza. Colasanto (AIO): “monitoriamo e contrastiamo le terapie fai da te”


Ortodonzia demandata al software. Il dott. Marco Pozzi ricorda i rischi per il paziente di affidarsi a non ortodontisti


“That’s all right?”, chiede il prof. Gagliani ai colleghi, tormentati, alle prese con la necessità di cambiare ma con la paura di sbagliare 

di Massimo Gagliani


Gli interventi del prof. Gagliani cambiano giorno ma non lo spirito: commentare l’evoluzione dell’odontoiatria con occhio interessato, entusiasta ma soprattutto: obiettivo

di Massimo Gagliani


Se ne deve parlare per evitare d’innestare un circolo vizioso che penalizza studi e pazienti scrive il prof. Gagliani indicando nelle tecnologie uno dei possibili strumenti che possono aiutare...

di Massimo Gagliani


Il prof. Gagliani: si deve lavorare per rendere coscienti le popolazioni sul valore della prevenzione per farlo percepire come un investimento, ma non è semplice farlo

di Massimo Gagliani


Citando uno studio coreano, il prof Gagliani ricorda a odontoiatri e igienisti dentali che il trattamento della perimplantite non deve essere considerata una singola procedura, ma un ciclo continuo...

di Massimo Gagliani


Altri Articoli

Etica ed estetica nell’ambito odontoiatrico sono strettamente legate; entrambe sono cruciali per garantire cure efficaci e rispettose dei pazienti. E’ il tema affrontato in...

di Dino Re


A Napoli operativa la clinica mobile, obiettivo: offrire un servizio territoriale di prevenzione e prima cura alle categorie più fragili della società, garantendo loro il...


Lunedì 22 aprile alle ore 9:00 il ministero della Salute organizza, con il supporto di Edra S.p.A., un incontro interamente dedicato al tema della salute femminile, in occasione della Giornata...


UNIDI ha realizzato una collettiva con 23 aziende italiane per promuovere l’eccellenza italiana e presentare l’innovazione per il settore del Made in Italy


Gli attuali 10mila pensionati liberi professionisti prendono, in media, poco più di 16mila euro l’anno, ma il dato medio è falsato, spiegano da ENPAM indicando come fare a conoscere l’importo...


In vista della Giornata nazionale della salute della donna, la prof.ssa Nardi riflette sulla medicina personalizzata al genere applicata alla salute orale

di Prof.ssa Gianna Maria Nardi


È stato nominato nel corso della recente Assemblea Generale dell'EFP. Espandere la leadership della Federazione, incentivare la formazione dei clinici,...


E’ possibile recuperare le ore mancanti e in attesa di recuperarle l’ASO può comunque essere assunto? Il parere di ANDI, IDEA e del SIASO 


La fotografia dall’indagine dell’Osservatorio Sanità di Unisalute: Un italiano su tre non fa una visita odontoiatrica o una seduta di igiene orale da oltre tre anni


Nuova puntata del podcast Dentechstry di IDI Evolution. Protagonisti di questa puntata, l’odontoiatra Gabriella Grassi e lo psicologo Feliciano Lizzadro. Il tema la medicina...


Immagine d'archivio

Dopo la sentenza del Tar era tornato il “concorsone”,  ma adesso i giudici del Consiglio di Stato hanno riabilitato il TolC test online. Cosa potrà cambiare?


Obiettivo: formare in real time i professionisti del dentale attraverso la realtà aumentata attraverso un'esperienza di apprendimento personalizzata con consulenze live a distanza


Intervista con Karim Boussebaa, Executive Vice President and Managing Director, iTero Scanner and Services Business di Align Technology


La norma contenuta nel Decreto PNRR non convince il Sindacato Italiano Medici di Medicina Ambulatoriale e del Territorio (SIMMAT)


 
 
 
 

Il Podcast
dell'Innovazione
Odontoiatrica

TUTTI GLI EPISODI
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Iscriviti alla Newsletter

 
 

Corsi ECM

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

I più letti

 
 

Corsi, Convegni, Eventi

 
 
 
 
 
 

Guarda i nostri video

Guarda i nostri video

La lezione di storia dell’odontoiatria del prof. Guastamacchia

 
 
 
 
chiudi