HOME - Agorà della Domenica
 
 
18 Luglio 2022

Ancora sulla Laurea Professionalizzante

Il prof. Gagliani torna sul Decreto Messa – Speranza, ipotizza alcuni numeri e ritiene che se si vuole veramente rendere la riforma reale, “dovremo anche ripensare al modello di Odontoiatria Pubblica e alla didattica a essa correlata” 

di Massimo Gagliani


Un grande dell’endodonzia, Clifford Ruddle, mi/ci regalò un grande aforisma: “Amo le biblioteche pubbliche perché, a differenza di quelle universitarie, in esse la “fiction” ha uno scaffale dedicato”. Per quanto irriverente verso la classe a cui mi onoro di appartenere, c’è un fondo di verità che, chi ha spiccato senso autocritico deve riconoscere. 

Il Decreto Messa-Speranza, che ha avuto la saggia supervisione del nostro Collegio dei Docenti, pone un traguardo ambizioso a tutti gli Atenei. Tuttavia, nel Paese del: “fatta la legge, trovato l’inganno”, mi aspetto ogni genere di “fiction”.Sul tappeto rimangono dei conti sui quali il mio amico Norberto Maccagno ha anche fantasticato nel suo “DiDomenica; legittime le sue aspettative nel paventare uno sviluppo dell’Odontoiatria Pubblica, ma, purtroppo, i numeri sono impietosi. 

In un Teaching Dental Hospital i ritmi per conseguire gli obiettivi didattici devono, per forza di cose, essere lontani da quelli che imporrebbero sistemi efficaci ed efficienti; del resto, se gli studenti fossero efficaci ed efficienti al primo giorno sarebbe inutile il loro percorso di apprendimento. 

Detto questo, potremmo stimare una media di 5 prestazioni giornaliere per postazione lavorativa; facendo un modello da 10 “poltrone” come paradigma, potremmo avere 50 prestazioni/giorno, circa 11/12000 prestazioni/anno. Questa unità, con tale numero di prestazioni, soddisferà le esigenze minimali di circa 3000 utenti. Essendo 1300 circa gli studenti futuri, ci saranno, verosimilmente 65/70 di queste unità sul territorio nazionale che serviranno 220-230 mila persone nell’ambito Italia, lo 0,0035% della popolazione. 

In milanese si dice “Piutost che gnent, l’è mej piutost…”, però siamo sulla linea del risibile. 

Aggiungo, e non darò più i numeri; saranno necessari circa 200 colleghi a tempo pieno, o multipli degli stessi, se a tempo ridotto, da pagare in modo decoroso…. Ne discende un’ultima, decisiva, domanda: meglio dare uno stipendio a loro o a un rianimatore o a uno pneumologo, con i tempi che corrono? 

La risposta è sin troppo semplice. Se vogliamo uscire dallo scaffale della “fiction”, e la riforma ce ne darà l’occasione, dovremo anche ripensare al modello di Odontoiatria Pubblica e alla didattica a essa correlata; altrimenti saremo alle chiacchiere che, alla fine, non costano nulla. Come diceva il Grande Martignoni: “Una cosa che non costa nulla, non vale nulla!”


Articoli correlati

Pubblicato il decreto con il numero di posti provvisori disponibili per le immatricolazioni al corso di laurea magistrale a ciclo unico Odontoiatria e protesi dentaria


Il MUR definisce le nuove regole per accedere ai test di ammissione. Prof. Di Lenarda: novità significativa che dovrà essere valutata nella pratica dopo la pubblicazione dei decreti attuativi 


Il prof. Massimo Gagliani commenta il decreto che istituisce la laurea abilitante per odontoiatria evidenziando alcuni problemi tra cui quello di fondo: “sconfiggere la finzione e trasformarla in...

di Massimo Gagliani


Siamo nel marzo 2020, scoppia la pandemia ed il Governo non solo si accorge che manca personale sanitario, soprattutto medici, ma che c’erano un buon numero di laureati in medicina che non...

di Norberto Maccagno


Per conoscere come potranno fare gli studenti iscritti ai corsi che richiedono la frequenza obbligatoria, ai corsi a numero programmato a livello nazionale, si dovrà attendere un decreto...


Lo prevede il Decreto PNRR. L’assunzione sarà a discrezione delle Aziende e per fini didattici. Il contratto potrà essere prorogato fino alla acquisizione del titolo


Il Ministro Bernini firma il decreto per le prove ammissione. Due sessioni disponibili, a maggio e luglio, con la possibilità di partecipare ad entrambe. Ecco come si svolgeranno


Per il prof. Gagliani quello del numero chiuso è un finto problema quello vero: la trasformazione della docenza e del corso di laurea. E poi si chiede, può una disciplina medica reggersi sul...

di Massimo Gagliani


Parla del ruolo dell’Università e della ricerca il prof. Gagliani nel suo Agorà del Lunedì citando una ricerca che ha valutato gli effetti -positiva- dell’interazione tra le esperienze dei...

di Massimo Gagliani


Con la prof.ssa Antonella Polimeni uno sguardo al ruolo centrale che l’Università ha ed avrà nel costruire l’odontoiatria del futuro attraverso la formazione della nuova generazione di...


“That’s all right?”, chiede il prof. Gagliani ai colleghi, tormentati, alle prese con la necessità di cambiare ma con la paura di sbagliare 

di Massimo Gagliani


Gli interventi del prof. Gagliani cambiano giorno ma non lo spirito: commentare l’evoluzione dell’odontoiatria con occhio interessato, entusiasta ma soprattutto: obiettivo

di Massimo Gagliani


Altri Articoli

A Napoli operativa la clinica mobile, obiettivo: offrire un servizio territoriale di prevenzione e prima cura alle categorie più fragili della società, garantendo loro il...


Lunedì 22 aprile alle ore 9:00 il ministero della Salute organizza, con il supporto di Edra S.p.A., un incontro interamente dedicato al tema della salute femminile, in occasione della Giornata...


UNIDI ha realizzato una collettiva con 23 aziende italiane per promuovere l’eccellenza italiana e presentare l’innovazione per il settore del Made in Italy


Gli attuali 10mila pensionati liberi professionisti prendono, in media, poco più di 16mila euro l’anno, ma il dato medio è falsato, spiegano da ENPAM indicando come fare a conoscere l’importo...


In vista della Giornata nazionale della salute della donna, la prof.ssa Nardi riflette sulla medicina personalizzata al genere applicata alla salute orale

di Prof.ssa Gianna Maria Nardi


È stato nominato nel corso della recente Assemblea Generale dell'EFP. Espandere la leadership della Federazione, incentivare la formazione dei clinici,...


E’ possibile recuperare le ore mancanti e in attesa di recuperarle l’ASO può comunque essere assunto? Il parere di ANDI, IDEA e del SIASO 


La fotografia dall’indagine dell’Osservatorio Sanità di Unisalute: Un italiano su tre non fa una visita odontoiatrica o una seduta di igiene orale da oltre tre anni


Nuova puntata del podcast Dentechstry di IDI Evolution. Protagonisti di questa puntata, l’odontoiatra Gabriella Grassi e lo psicologo Feliciano Lizzadro. Il tema la medicina...


Immagine d'archivio

Dopo la sentenza del Tar era tornato il “concorsone”,  ma adesso i giudici del Consiglio di Stato hanno riabilitato il TolC test online. Cosa potrà cambiare?


Obiettivo: formare in real time i professionisti del dentale attraverso la realtà aumentata attraverso un'esperienza di apprendimento personalizzata con consulenze live a distanza


Tra abbuoni ed atre riduzioni, un odontoiatra che lo scorso triennio ha raccolgo almeno 120 crediti può assolvere l’obbligo formativo di questo triennio recuperando 46 crediti in tre anni, ecco...


La norma contenuta nel Decreto PNRR non convince il Sindacato Italiano Medici di Medicina Ambulatoriale e del Territorio (SIMMAT)


A poche settimane dalla scadenza per la re-iscrizione al Registro dei fabbricanti, una utile guida di ANTLO per capire e determinare la classe di rischio dei dispositivi fabbricati


 
 
 
 

Il Podcast
dell'Innovazione
Odontoiatrica

TUTTI GLI EPISODI
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Iscriviti alla Newsletter

 
 

Corsi ECM

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

I più letti

 
 

Corsi, Convegni, Eventi

 
 
 
 
 
 

Guarda i nostri video

Guarda i nostri video

La lezione di storia dell’odontoiatria del prof. Guastamacchia

 
 
 
 
chiudi