HOME - Approfondimenti
 
 
04 Settembre 2017

Sanzione per chi non accetta il pagamento tramite Pos. AIO si dice contraria all'ipotesi se non concertata


Il tema della mancata indicazione di una sanzione per chi non accetta il pagamento attraverso il Pos aveva fatto discutere quando venne approvato l'obbligo. Ora torna l'ipotesi di un decreto ad ok che introduca la sanzione. Ad annunciarlo è stato il viceministro del Ministero dell'Economia e Finanze Luigi Casero che in alcune interviste rilasciate durante le vacanze ha annunciato la possibilità che entro la fine di settembre possa essere emanato un decreto che introduca sanzioni per chi si rifiuta di accettare pagamenti elettronici.

Stando alle dichiarazioni, la sanzione sarebbe di 30 euro per ogni operazioni rifiutata.

A minacciare "una forte presa di posizione dei professionisti se non dovesse essere messa in atto una concertazione con le categorie interessate" sul tema è l'AIO, attraverso un comunicato stampa

"Ovviamente non si contesta l'impegno del Governo per la lotta all'evasione"; scrive l'AIO ricordando come da tempo l'Associazione "chiede la detrazione totale delle spese sanitarie". "Ciò che si contesta è l'ulteriore balzello che ricadrà sui professionisti e di conseguenza sui consumatori (pazienti nel nostro caso) a tutto vantaggio ( ancora una volta) delle banche"., e questo nonostante il viceministro abbia assicurato che dopo aver introdotto le sanzioni il Governo chiederà alle banche di ridurre i costi del Pos.

"Noi chiediamo che si faccia molto di più -scrive AIO- obbligare le banche ad azzerare le spese di commissione. In questo modo sarebbe più facile comprendere che il decreto è realmente finalizzato alla lotta all'evasione e non un semplice ulteriore regalo alle banche a discapito dei consumi e della salute dei cittadini".

Sull'argomento leggi anche:

13 Gennaio 2016: POS obbligatorio. Le nuove regole in attesa degli sgravi e delle sanzioni

Articoli correlati

AIO: normativa modificabile, ma esiziale andare in ordine sparso. Seeberger dovrebbe essere tutta l’Odontoiatria italiana a rappresentare al Ministero i problemi implicati dal...


Nota congiunta CAO, ANDI ed UNIDI. Confermate le indicazioni sulla registrazione dei dispositivi medici che non hanno ancora il codice UDI


Lo hanno chiesto CAO, ANDI ed UNIDI al Ministero della Salute. Riguardano dispositivi registrati in classe 2A e 3 la cui registrazione sarebbe inutile ai fini della tracciabilità del dispositivo 


Guarda e vota il poster presentato al Congresso SIE da: L. Esposito, F. Iaculli, N.G. Armogida, M. Cernera, M. Simeone, S. Rengo


Guarda e vota il poster di: I Perondi, S. Taschieri, R. Fornara, C. Fortunati, G. Mulas, M.V. Zaro, S. Corbella


I principi del giusto processo previsti dalla Convenzione europea sui diritti dell’uomo non sono applicabili dalla CCEPS nel giudizio di un iscritto condannato penalmente per prestanomismo


A distanza di un mese dall’ultima sentenza di condanna emessa nei confronti di un dentista (G.A.), il Tribunale di Cosenza emette un’altra sentenza di condanna nei confronti del Dr. G. G..Al...


Parere di incostituzionalità del Consiglio di Stato


Ufficializzata anche dal MEF la mini proroga fino al 9 febbraio per l'invio dei dati delle spese sanitarie attraverso il Sistema Tessera Sanitaria.Come oramai noto per il settore dentale i soggetti...


Entro il 31 gennaio 2017 medici e dentisti iscritti all'albo, ma anche le società di capitale, dovranno aver trasmesso attraverso il Sistema Tessera Sanitaria i datti delle fatture emesse nel...


Tra le notizie della settimana c’è certamente quella che ha riguarda i test di ammissione a medicina ed odontoiatria, e non solo per la pubblicazione della graduatoria unica. Come ogni anno si...


Campolongo (CIPOOOCMF – ANPO): soddisfatti che CAO ed ENPAM condividano con noi l’auspicio


Altri Articoli

Andrea Piantoni

“Sono molto onorato e orgoglioso di poter assumere questo ruolo in IDI Evolution, che considero la mia famiglia, e di poter proseguire il percorso iniziato ormai diversi anni...


47 gli odontoiatri denunciati, 5milioni di euro il valore dei beni sequestrati e 33 milioni di euro l’ammontare delle tasse non versate


Il dott. Migliano sulla sperimentazione in Lombardia del percorso di apprendistato per ASO e non solo


ANDI dettaglia gli aumenti salariali (indicativi) per i dipendenti degli studi odontoiatrici con l’entrata a regime del nuovo CCNL


L’applicazione si applica anche alle lavoratrici degli studi odontoiatrici con rapporti di lavoro dipendente a tempo indeterminato sia già instaurato che in via di instaurazione


Acquisire le conoscenze e le competenze idonee per riconoscere i segni e i sintomi caratteristici di tale condizione al fine di prevenire e/o attutirne le conseguenze


Immagine di repertorio

L’odontoiatra è titolare di studio, il padre lo “aiutava” curando i pazienti ma non aveva la laurea. Lo studio non era autorizzato, all’interno rivenuto un radiografico senza la...


Non si vive di sola burocrazia dicono i presidenti di AMOlp e  Andiamoinordine chiedendo alle Istituzioni di essere ascoltate e coinvolte su temi fondamentali per lo sviluppo e la sopravvivenza...


Se ne deve parlare per evitare d’innestare un circolo vizioso che penalizza studi e pazienti scrive il prof. Gagliani indicando nelle tecnologie uno dei possibili strumenti che possono aiutare...

di Massimo Gagliani


Diego Catania, Presidente dell’Ordine TSRM e PSTRP: “Siamo professioni intellettuali, la nostra autonomia non sia messa in dubbio”


Nella due giorni dei lavori a Catania focus sulla multidisciplinarietà dell’odontoiatria del domani e sull'odontoiatria di genere per aprire nuovi orizzonti di prevenzione e...


Definite anche le mansioni del CSO, contestate dal SIASO. Magenga (SIASO): “Troppo generiche, si crea solo confusione, pronti a scendere in piazza” 


8 relatori di fama internazionale, 8 moduli videoregistrati per un totale di 16 ore formative per valutare le varie scelte di come approcciare un caso mono e pluri-disciplinare


Il riconoscimento è arrivato a dicembre 2023 al termine di un audit che ha coinvolto i principali processi aziendali, con particolare riferimento a tutte le fasi di gestione...


 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Annuncio in Evidenza


12 Febbraio 2024
Vendo immobile adibito a studio odontoiatrico dal 1960

Vendita a Chiasso centro, in Svizzera, immobile adibito dal 1960 a studio odontoiatrico composto da quattro unità operative, con autorizzazione sanitaria. Per informazioni contattare Marzio Negrini: cell. whatsapp +393756589128

 
 

Iscriviti alla Newsletter

 
 

Corsi ECM

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

I più letti

 
 

Corsi, Convegni, Eventi

 
 
 
 
 
 

Guarda i nostri video

Guarda i nostri video

La lezione di storia dell’odontoiatria del prof. Guastamacchia

 
 
 
 
chiudi