HOME - Approfondimenti
 
 
23 Luglio 2021

Da SIdP 10 quesiti per coinvolgere il proprio paziente a conoscere la propria salute

L’obiettivo dell’auto check-up è quello di sensibilizzarli sull’importanza di mantenere comportamenti sani per la tutela della salute, cominciando da bocca e denti


In occasione del Self Care Day, la giornata internazionale dedicata ai comportamenti più sani per prendersi cura di sé, SIdP propone Il test per il check-up fai da te. L’obiettivo, spiegano gli esperti, è acquisire una reale consapevolezza delle proprie condizioni fisiche e mentali così da poter intervenire per migliorarle.

Fra le dieci domande anche la necessaria valutazione della salute delle gengive: una bocca sana è infatti essenziale per la salute dell’intero organismo e gli esperti, che alla salute orale hanno dedicato il sito informativo www.gengive.org e l’app gratuita GengiveInForma, ricordano le regole fondamentali per prendersi cura di denti e gengive. 

Alla base di una reale cura di sé ci sono prima la consapevolezza, poi la capacità di agire - osserva Luca Landi, presidente SIdP – Senza la coscienza di quanto si è o meno in salute, fisica e mentale, non si possono prendere decisioni per migliorarla: ciascuno di noi ha un ‘capitale di salute’ positivo da cui partire, punti di forza da conoscere e riconoscere per iniziare da qui con le attività di cura di sé. Accanto a questi, ci sono i nostri inevitabili punti deboli: individuarli è il primo, indispensabile passo per affrontarli e stare meglio. Una reale coscienza della propria condizione di salute è infatti l’imprescindibile requisito per fare scelte informate e consapevoli, oltre che per avere una motivazione maggiore al cambiamento e una migliore interazione con il proprio curante. La mancanza di consapevolezza del proprio stato di salute e degli obiettivi che dovremmo porci, invece, porta molti a rinunciare alla cura di sé perché se non si sa da dove partiamo e dove vorremmo arrivare è assai più difficile muoversi. Il nostro questionario in dieci passi vuole essere un aiuto semplice e immediato proprio per far scoprire ai cittadini come stanno, davvero”.

Il test richiede soltanto pochi minuti: si tratta di un’occasione per riflettere su quanto sappiamo del nostro grado di benessere, perché solo con l’auto-consapevolezza è possibile fare davvero qualcosa per vivere più in salute e, per esempio, rivalutare periodicamente lo stile di vita per migliorarlo, intervenire su abitudini a rischio come fumo e alcol, sottoporsi ai test di screening necessari per la propria età. 

Non si diventa sovrappeso né si sviluppa una parodontite dal mattino alla sera, i problemi di salute maturano lentamente in anni di scarsa consapevolezza e cura di sé – aggiunge Landi – Fermarsi e porsi dieci domande per capire se possiamo modificare qualcosa per stare meglio è quindi importante per poter fare scelte che siano realmente di salute.  La salute orale, per esempio, è fondamentale e troppo spesso sottovalutata: capire se c’è un’infiammazione gengivale è indispensabile, perché in caso affermativo si hanno numerose ripercussioni negative sulla salute generale, dall’aumento del rischio di diabete al maggior pericolo di patologie cardiovascolari, che invece potrebbero essere scongiurate seguendo poche, semplici regole di igiene orale con un uso corretto dello spazzolino e degli altri presidi di igiene, come il filo interdentale o lo scovolino, e sottoponendosi a controlli regolari dal dentista. Questa giornata deve perciò essere un’occasione per aumentare la consapevolezza sul nostro stato di salute e anche per promuovere un uso razionale e responsabile dei prodotti e servizi disponibili per la cura di sé: SIdP è stata apripista anche in questo, realizzando il portale dedicato alla salute orale www.gengive.org e la app gratuita GengiveInForma, realizzata dagli esperti parodontologi proprio per accompagnare cittadini e pazienti nel miglioramento della salute orale”. 


 Le 10 domande per un auto check-up:

1.    Che vaccinazioni hai fatto? Anche quella per il COVID-19?

2.    Quale è la tua frequenza cardiaca a riposo e il valore massimo e minimo della tua pressione sanguigna?

3.    Quale è il tuo peso, l’altezza e l’indice di massa corporea (BMI)?

4.    I tuoi livelli di colesterolo?

5.    Conosci anche il tuo livello di glicemia o della emoglobina glicata? 

6.    Fai attività fisica regolare?

7.    Quali sono i tuoi livelli di stress?

8.    Come è il tuo profilo del sonno?

9.    Conosci bene i dettagli della tua situazione dentale e parodontale? Ti sanguinano le gengive?

10.Pensi che la tua alimentazione sia corretta? 


A cura di: Ufficio Stampa SIdP

Articoli correlati

Per la prof.ssa Nardi, la prevenzione ha un valore fondamentale che deve essere espresso a livello globale, sia in ambito pubblico che privato, per permettere a tutte le persone assistite degli...

di Prof.ssa Gianna Maria Nardi


Il prof. Gagliani: si deve lavorare per rendere coscienti le popolazioni sul valore della prevenzione per farlo percepire come un investimento, ma non è semplice farlo

di Massimo Gagliani


La prof.ssa Nardi ricorda come il controllo delle patologie oro-dentali prima e durante la gravidanza migliori la qualità di vita della donna, diminuisce l’incidenza di patologie orali nel bambino...

di Prof.ssa Gianna Maria Nardi


Uno studio in vitro valuta l'effetto della configurazione della testina dello spazzolino da denti e dell’abrasività del dentifricio sullo sviluppo di lesioni cervicali non...

di Lara Figini


È vero che le sigarette elettroniche sono meno dannose di quelle tradizionali? La risposta da una ricerca italiana


Lo studio valuta l'intensità del dolore post-operatorio in seguito all’utilizzo di due sistemi di strumentazione canalare in denti asintomatici con polpa necrotica e lesioni...

di Lara Figini


La revisione sistematica ha esaminato la letteratura sul trattamento ortodontico eseguito in pazienti con parodontite aggressiva e cronica

di Lara Figini


Presentato il progetto di formazione itinerante “Gengive sane per salvare il sorriso”. Si comincia con corsi in 35 città italiane 


Numerosi studi clinici hanno indagato gli effetti del trattamento parodontale multicomponente sulla salute orale e metabolica di individui con parodontite e diabete: questa...

di Lara Figini


Realizzate da SIdP con la sinergia della CAO nazionale, saranno diffuse a tutti gli iscritti all’Albo e promosse attraverso un progetto formativo dedicato


Sono il 4,9% delle spese sanitarie e valgono oltre 500miliardi di dollari in tutto il mondo. Dal report EFP una nuova fotografia dei costi per le cure odontoiatriche e di come si...


igienisti-dentali     08 Febbraio 2024

I rischi del piercing

La prof.ssa Nardi si sofferma sui rischi, le azioni da adottare e le tecnologie da utilizzare per tutelare la salute dei pazienti che hanno scelto di inserire nel cavo orale dei piercing

di Prof.ssa Gianna Maria Nardi


Altri Articoli

Un Decreto del Presidente della Repubblica accoglie il ricorso CAO, ANDI, AIO contro l’autorizzazione sanitaria concessa in Friuli ad uno studio di igiene dentale


Il Ministro Bernini firma il decreto per le prove ammissione. Due sessioni disponibili, a maggio e luglio, con la possibilità di partecipare ad entrambe. Ecco come si svolgeranno


Andrea Piantoni

“Sono molto onorato e orgoglioso di poter assumere questo ruolo in IDI Evolution, che considero la mia famiglia, e di poter proseguire il percorso iniziato ormai diversi anni...


Attraverso il nuovo CCNL vengono definite formazione e mansoni. Per diventare CSO si dovrà frequentare un corso di 90 ore, potrà organizzarlo solo ANDI


Per la prof.ssa Nardi, la prevenzione ha un valore fondamentale che deve essere espresso a livello globale, sia in ambito pubblico che privato, per permettere a tutte le persone assistite degli...

di Prof.ssa Gianna Maria Nardi


Per la Società Italiana di Ortodonzia, alcune malocclusioni possono essere intercettate già a 5/6 anni, queste alcune indicazioni per i genitori


Pensato per persone con disabilità è una sorta di trackpad inserito in una mascherina trasparente posizionata nell’arcata superiore e realizzata con una stampante 3D 


47 gli odontoiatri denunciati, 5milioni di euro il valore dei beni sequestrati e 33 milioni di euro l’ammontare delle tasse non versate


Il dott. Migliano sulla sperimentazione in Lombardia del percorso di apprendistato per ASO e non solo


ANDI dettaglia gli aumenti salariali (indicativi) per i dipendenti degli studi odontoiatrici con l’entrata a regime del nuovo CCNL


L’applicazione si applica anche alle lavoratrici degli studi odontoiatrici con rapporti di lavoro dipendente a tempo indeterminato sia già instaurato che in via di instaurazione


Acquisire le conoscenze e le competenze idonee per riconoscere i segni e i sintomi caratteristici di tale condizione al fine di prevenire e/o attutirne le conseguenze


Non si vive di sola burocrazia dicono i presidenti di AMOlp e  Andiamoinordine chiedendo alle Istituzioni di essere ascoltate e coinvolte su temi fondamentali per lo sviluppo e la sopravvivenza...


Se ne deve parlare per evitare d’innestare un circolo vizioso che penalizza studi e pazienti scrive il prof. Gagliani indicando nelle tecnologie uno dei possibili strumenti che possono aiutare...

di Massimo Gagliani


 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Annuncio in Evidenza


12 Febbraio 2024
Vendo immobile adibito a studio odontoiatrico dal 1960

Vendita a Chiasso centro, in Svizzera, immobile adibito dal 1960 a studio odontoiatrico composto da quattro unità operative, con autorizzazione sanitaria. Per informazioni contattare Marzio Negrini: cell. whatsapp +393756589128

 
 

Iscriviti alla Newsletter

 
 

Corsi ECM

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

I più letti

 
 

Corsi, Convegni, Eventi

 
 
 
 
 
 

Guarda i nostri video

Guarda i nostri video

La lezione di storia dell’odontoiatria del prof. Guastamacchia

 
 
 
 
chiudi