HOME - Approfondimenti
 
 
12 Aprile 2022

Laurea abilitante, pronto il Decreto che definisce l’operatività

L’esame comprenderà la discussione della tesi ed una prova pratica. Di Lenarda: è il tassello risolutivo che ci consente di elevare ed armonizzare il livello di formazione dei nostri Atenei 


Dopo l’approvazione della Legge sulla laurea abilitante anche per odontoiatria, è in dirittura di arrivo provvedimento legislativo che consente di attivare il nuovo percorso: il Decreto del Ministero dell’Università che definisce le regole operative. 

Il decreto – dice ad Odontoiatria33 il prof. Roberto Di Lenarda (nella foto), presidente del Collegio dei Docenti – consente di definire con chiarezza i tempi e il percorso attraverso il quale si potrà e dovrà dare piena applicazione alla laurea abilitante”.  “Abbiamo condiviso con il MUR e con il Ministero della Salute il testo del Decreto ministeriale di applicazione della norma di legge, che è già stato approvato nei giorni scorsi dal CUN. Lo abbiamo presentata e condivisa all’Assemblea del Collegio dei Docenti svoltasi durante il nostro Congresso celebrato lo scorso fine settimana a Bologna”.  

Ho già più volte sottolineato (LINK) come la laurea abilitante sarà l’ultimo tassello che ci consentirà di elevare ed armonizzare la qualità della formazione dei corsi di laurea in Odontoiatria, soprattutto per quanto riguarda l’attività clinica pratica. Sarà lo strumento che ci permetterà di migliorare ulteriormente la formazione dei nostri studenti”.

Sono anche particolarmente contento –continua- che il Ministero abbia recepito alcuni nostri suggerimenti, tra questi pur consentendo di attivare in tempi relativamente brevi (laureandi dell’aa 2023-24) la riforma, non penalizza eccessivamente gli Atenei che non sono ancora pienamente operativi per quanto riguarda il tirocinio pratico, definendo il termine ultimo per adeguarsi, al quinto anno successivo all’entrata in vigore della norma”.   

La laurea abilitante in sintesi Stando alla bozza del Decreto, in attera delle firme istituzionali necessarie, l’esame della nuova laurea abilitante consisterà, prima della discussione della tesi, in una prova pratica valutativa delle competenze professionali acquisite che potrà essere sostenuta solo dopo aver acquisito 30 crediti formativi ottenuti seguendo un tirocinio pratico-valutativo svolto all’interno dell’Università al fine dell’acquisizione “di specifiche competenze e capacità diagnostiche e clinico-terapeutiche” nelle discipline di chirurgia orale, odontoiatria restaurativa, endodonzia, implantologia, patologia e medicina orale, odontoiatria pediatrica, odontoiatria speciale, ortognatodonzia, parodontologia e protesi.
I 30 crediti (che corrispondono come minimo a 600 ore di attività) vengono acquisiti eseguendo attività cliniche come primo operatore, “sotto il controllo diretto di un docente-tutore, presso strutture universitarie o del Servizio sanitario nazionale previa convenzione con le università di riferimento” al 6 anno di corso; 9 crediti possono essere acquisiti al 5° anno di corso, ma sempre dopo il superamento dei relativi esami di profitto (al cui interno sono previsti, e rimangono i residui 60 crediti di tirocinio del corso). 

I crediti dovranno essere certificati dal Presidente del Corso di laurea. 

L’esame pratico verterà sulla discussione da parte dello studente di 3 casi clinici trattati come primo operatore durante il tirocinio pratico, che implicano piani di trattamento multidisciplinari con prestazioni afferenti alla maggioranza delle discipline oggetto del tirocinio stesso. Le tipologie di prestazioni previste, la loro quantificazione ed i criteri di valutazione saranno definiti attraverso un protocollo redatto dalla Conferenza permanente dei Presidenti dei corsi di laurea in odontoiatria e protesi dentaria, d’intesa con la Commissione Albo Odontoiatri nazionale, protocollo che verrà aggiornato almeno ogni sei anni accademici. 

Gli Atenei, come detto, avranno al massimo 5 anni di tempo per adeguare i propri regolamenti didattici ed il passaggio ai nuovi percorsi formativi ed in particolare a garantire il tirocinio pratico quantitativamente e qualitativamente adeguato alle necessità formative e ad adeguare di conseguenza la numerosità degli studenti iscrivibili. 

Nel frattempo gli studenti che si laureano negli Atenei non ancora pronti, seguiranno l’iter di abilitazione attuale che prevede la discussione della laurea e successivamente l’esame di abilitazione. 


Articoli correlati

Lo prevede il Decreto PNRR. L’assunzione sarà a discrezione delle Aziende e per fini didattici. Il contratto potrà essere prorogato fino alla acquisizione del titolo


Il Ministro Bernini firma il decreto per le prove ammissione. Due sessioni disponibili, a maggio e luglio, con la possibilità di partecipare ad entrambe. Ecco come si svolgeranno


Per il prof. Gagliani quello del numero chiuso è un finto problema quello vero: la trasformazione della docenza e del corso di laurea. E poi si chiede, può una disciplina medica reggersi sul...

di Massimo Gagliani


Parla del ruolo dell’Università e della ricerca il prof. Gagliani nel suo Agorà del Lunedì citando una ricerca che ha valutato gli effetti -positiva- dell’interazione tra le esperienze dei...

di Massimo Gagliani


Con la prof.ssa Antonella Polimeni uno sguardo al ruolo centrale che l’Università ha ed avrà nel costruire l’odontoiatria del futuro attraverso la formazione della nuova generazione di...


Per il prof. Gagliani, oggi gli studenti chiedono all’Università gli strumenti per possedere al meglio le competenze per esercitare la professione nelle più alte espressioni ...

di Massimo Gagliani


A colloquio con il presidente del Collegio dei Docenti prof. Roberto Di Lenarda alla vigilia del 30° Congresso del Collegio dei Docenti che si svolgerà dal 20 aprile a Catania


Fabio Velotti (UNIDI) e Roberto Di Lenarda (CDUO) hanno siglato un accordo che formalizza una partnership già consolidata in tema di ricerca e formazione anche in collaborazione con AISO


Per il prof. Di Lenarda è una occasione per valorizzare l’eccellenza dell’Accademia italiana. Baldessin (EDRA), un ulteriore strumento sviluppato per favorire ed agevolare la diffusione del...


La legge consente l'iscrizione contemporanea a due diversi corsi di laurea. Di Lenarda (Collegio dei Docenti), si dovrà attendere i decreti attuativi per conoscer ei criteri di iscrizione a due...


Il Ministero dell’università e della ricerca ha pubblicato il calendario delle prove per i test di ammissione ai corsi a numero programmato 2022/2023.Il 6 settembre è previsto quello per...


L'accesso programmato diventerà un percorso ed il test sarà di orientamento. Il Ministro annuncia anche più posti


Altri Articoli

A Napoli operativa la clinica mobile, obiettivo: offrire un servizio territoriale di prevenzione e prima cura alle categorie più fragili della società, garantendo loro il...


Lunedì 22 aprile alle ore 9:00 il ministero della Salute organizza, con il supporto di Edra S.p.A., un incontro interamente dedicato al tema della salute femminile, in occasione della Giornata...


UNIDI ha realizzato una collettiva con 23 aziende italiane per promuovere l’eccellenza italiana e presentare l’innovazione per il settore del Made in Italy


Gli attuali 10mila pensionati liberi professionisti prendono, in media, poco più di 16mila euro l’anno, ma il dato medio è falsato, spiegano da ENPAM indicando come fare a conoscere l’importo...


In vista della Giornata nazionale della salute della donna, la prof.ssa Nardi riflette sulla medicina personalizzata al genere applicata alla salute orale

di Prof.ssa Gianna Maria Nardi


È stato nominato nel corso della recente Assemblea Generale dell'EFP. Espandere la leadership della Federazione, incentivare la formazione dei clinici,...


E’ possibile recuperare le ore mancanti e in attesa di recuperarle l’ASO può comunque essere assunto? Il parere di ANDI, IDEA e del SIASO 


La fotografia dall’indagine dell’Osservatorio Sanità di Unisalute: Un italiano su tre non fa una visita odontoiatrica o una seduta di igiene orale da oltre tre anni


Nuova puntata del podcast Dentechstry di IDI Evolution. Protagonisti di questa puntata, l’odontoiatra Gabriella Grassi e lo psicologo Feliciano Lizzadro. Il tema la medicina...


Immagine d'archivio

Dopo la sentenza del Tar era tornato il “concorsone”,  ma adesso i giudici del Consiglio di Stato hanno riabilitato il TolC test online. Cosa potrà cambiare?


Obiettivo: formare in real time i professionisti del dentale attraverso la realtà aumentata attraverso un'esperienza di apprendimento personalizzata con consulenze live a distanza


Tra abbuoni ed atre riduzioni, un odontoiatra che lo scorso triennio ha raccolgo almeno 120 crediti può assolvere l’obbligo formativo di questo triennio recuperando 46 crediti in tre anni, ecco...


La norma contenuta nel Decreto PNRR non convince il Sindacato Italiano Medici di Medicina Ambulatoriale e del Territorio (SIMMAT)


A poche settimane dalla scadenza per la re-iscrizione al Registro dei fabbricanti, una utile guida di ANTLO per capire e determinare la classe di rischio dei dispositivi fabbricati


 
 
 
 

Il Podcast
dell'Innovazione
Odontoiatrica

TUTTI GLI EPISODI
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Iscriviti alla Newsletter

 
 

Corsi ECM

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

I più letti

 
 

Corsi, Convegni, Eventi

 
 
 
 
 
 

Guarda i nostri video

Guarda i nostri video

La lezione di storia dell’odontoiatria del prof. Guastamacchia

 
 
 
 
chiudi