HOME - Approfondimenti
 
 
20 Maggio 2022

Sistema Dental Monitoring basato sull’intelligenza artificiale

di Camilla Molinari

Nel primo articolo abbiamo approfondito i vantaggi di utilizzare una tecnologia specifica per effettuare le visite a distanza, in questo illustriamo una sua applicazione pratica.

Iniziamo il cammino di Anna descrivendo i primi passi e capendo insieme i vantaggi del monitoraggio a distanza basato sull’intelligenza artificiale (IA) grazie al sistema Dental Monitoring (DM).

Il 2 novembre 2021 (fig. 1) viene bondato l’espansore rapido del palato ancorato alle miniviti e a 1.6 e 2.6 con bande. Anna viene istruita a iniziare l’attivazione il giorno successivo con due attivazioni giornaliere, per almeno due settimane. Il controllo in studio sarebbe avvenuto dopo circa un mese.


Figura 1



In quella stessa seduta viene dedicato tutto il tempo necessario alla paziente e ai genitori per il setting degli appuntamenti virtuali, ovvero la consegna dello ScanBox e l’assegnazione del protocollo da parte del DM Champion. Il DM Champion è quel membro del team particolarmente formato nell’ambito digitale, responsabile della customer care del paziente e trait d’union tra l’azienda, gli altri membri dello staff e il medico.

Lo ScanBox è il supporto dedicato di DM per permettere al paziente, posizionando su di esso il proprio smartphone, di effettuare in modo agevole le scansioni della bocca. Il protocollo specifico settato per questa paziente è quello “monitoraggio espansore” dove l’intelligenza artificiale rileva in particolar modo le arcata a bocca aperta e chiusa in tutte le dimensioni dello spazio.

Dalle scansioni l’IA è stata programmata per controllare diversi parametri: il livello di igiene orale, l’integrità dell’apparecchiatura, la presenza in sede delle componenti e, soprattutto, che l’espansione stia avvenendo registrando l’apertura dello spazio interincisivo superiore. Il protocollo prevede scansioni ogni cinque giorni in modo tale da controllare in modo serrato la paziente vista la delicatezza del caso.

Il 7 novembre, dopo la prima scansione, si inizia a osservare l’integrità dell’apparecchiatura e l’apertura della sutura che viene ulteriormente confermata da una successiva scansione il 12 novembre. La paziente, dopo ogni scansione, riceve un messaggio da parte dell’IA sull’esito dell’analisi. Nello specifico, per tutto il mese di novembre ha ricevuto esito positivo in tema di apertura del diastema, di igiene orale e di integrità dell’apparecchiatura.

Anna si è sentita seguita e ha potuto recarsi tranquillamente per il check in office dopo un mese dall’inizio della terapia. Grazie all’IA ho potuto valutare così anche la collaborazione della paziente al trattamento. Dopo circa 10 giorni (fig. 2) di attivazione la paziente ha iniziato ad avvertire fastidio e la possibilità di gestire alcuni messaggi direttamente sull’applicazione ha reso estremamente agevole la comunicazione e ha tranquillizzato la paziente che sapeva di avere sempre qualcuno a portata di mano.


Figura 2



Si è deciso così di rallentare l’attivazione portandola a un giro al giorno per garantire il comfort della paziente.

Articoli correlati

Disponibile online il webinar con Roberto Barone e Carlo Clauser, intervistato dal prof. Massimo Gagliani 


Il servizio, in via sperimentale e limitato alle risorse stanziate, rimborsa il 50% delle spese sostenute nel 2021 fino ad un massimo di 200 euro. La domanda dal primo luglio 2022


Disponibile online i il webinar con Franco Brenna e Massimo Gagliani in cui si ripercorre l’evoluzione del digitale in odontoiatria, le tecniche, il nuovo rapporto che si instaura con il paziente...


Immagine di repertorio

La prof.ssa Nardi si sofferma sul ruolo primario dell’igienista dentale nell’inquadramento della persona assistita e della necessità di implementare la formazione su questi temi

di Prof.ssa Gianna Maria Nardi


Nuova sentenza conferma il diritto dei liberi professionisti. Savini: ribadiamo il nostro appello per la necessità di rimuovere quella che riteniamo una vera ingiustizia


Altri Articoli

Un dovere etico e morale per un SSN che si rispetti, dice il prof. Gagliani ammettendo che, però, oggi molto è basato sul volontariato e questo non è un bene, per i pazienti


Tra le novità il corso in lingua inglese a la Sapienza. Il numero di posti è però provvisorio in attesa delle decisioni della Stato e Regioni. Ecco i posti assegnati ai singoli atenei sede di...


Sono 77 i posti in più assegnati per il prossimo anno accademico. Ecco la distribuzione ateneo per ateneo. Riattivato il corso a Bari e Bolzano


Nuove prestazioni per la sanità integrativa di 85mila professionisti italiani. Per ANDI grazie a questo accordo si apre una nuova epoca nella sanità integrativa


A luglio dovrebbe arrivare in busta paga per i dipendenti e pensionati. Per gli autonomi se ne parlerà (forse) ad ottobre, ancora da emanare il decreto con le modalità operative


 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Corsi ECM

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

I più letti

 
 

Corsi, Convegni, Eventi

 
 
 
 
 
 
 
 

Guarda i nostri video

Guarda i nostri video

Ricostruzione estetica con faccette: un caso risolto con tecniche digitali senza dimenticare l’analogico

 
 
 
 
chiudi