HOME - Approfondimenti
 
 
13 Maggio 2022

Cancro e terapie: il ruolo di salute orale e impianti

In occasione della Giornata Nazionale del Malato Oncologico, Straumann Group rivela insieme al chirurgo maxillo facciale la relazione tra salute orale e cancro, con consigli per la gestione della malattia


Il cancro è tra i mali più diffusi in Italia: ogni giorno vengono diagnosticati più di 1.000 nuovi casi, mentre annualmente sono stimate circa 377.000 nuove diagnosi di tumore. Inoltre, nel 2021, si contano circa 200.000 deceduti a causa di tumori.[1] 

Numeri che non possono essere ignorati e che rendono sempre più necessario un approccio multidisciplinare.

In occasione della Giornata Nazionale del Malato Oncologico (15 maggio), Straumann Group – leader globale in implantologia e nelle soluzioni ortodontiche che ripristinano il sorriso e la fiducia –ha quindi strutturato nuove linee guida sul ruolo che la salute orale detiene nella gestione del cancro, coinvolgendo Francesco Gallo (nella foto), medico chirurgo specialista maxillo facciale e professore a contratto in implantologia zigomatica presso l’Università Statale di Milano. 


Cancro e salute orale: la relazione.

Nei pazienti oncologici la salute del cavo orale ha un duplice riflesso. Da una parte, la bocca, essendo una delle principali porte di accesso dell’organismo, risente dell’immunodepressione dei soggetti malati che può a sua volta provocare ulteriore infiammazione all’interno della cavità; dall’altra, se infiammata, può peggiorare la condizione di salute generale degli individui. “Tra le patologie neoplastiche e uno stato scadente di salute del cavo orale si possono quindi creare delle spirali negative – rivela il Prof a.c. Gallo, anche dirigente preso ISI (Istituto Stomatologico Italiano) e referente maxillo facciale presso CDI (centro diagnostico italiano) di Milano – Particolare attenzione va poi dedicata ai pazienti con una patologia tumorale al cavo orale, che hanno una salute orale ancora più debilitata: in Italia i nuovi casi di neoplasie delle vie aero-digestive superiori, che possono compromettere delicate funzioni, ammontano ogni anno a 9.900, con una mortalità, a 5 anni dalla diagnosi, di circa il 30% [2]”.   


Effetti delle cure tumorali sui denti

Bisogna considerare che nei pazienti con neoplasie potrebbero verificarsi conseguenze negative sui denti dovute agli effetti delle terapie. Tra queste, gli anticorpi monoclonali e i farmaci bifosfonati, che se da una parte lavorano per rafforzare le ossa e combattere le metastasi, dall’altra possono determinare gravi problemi al cavo orale, tra cui l’osteonecrosi, ovvero la morte delle cellule. Anche la radioterapia può comportare ripercussioni negative: se eseguita al cavo orale, può danneggiare i tessuti, alterando il microbiota della bocca, esponendo il paziente a rischi maggiori sia per la salute generale sia in caso di bisogno di cure dentali. “In questo contesto, l’igiene orale diventa davvero fondamentale – spiega il Prof a.c. Gallo – La bocca deve essere controllata periodicamente perchè i batteri al suo interno possono aggredire l’osso e colonizzarlo”. 


Impianti: l’innovazione arriva dagli zigomi

Al contrario di quanto si potrebbe pensare, gli impianti dentali possono essere buoni alleati per i pazienti fragili: quando posizionati, evitano ai denti residui il grande sforzo innaturale che compivano in precedenza. Negli anni, inoltre, la ricerca in implantologia ha fatto passi da gigante, portando a innovazioni sempre più sicure anche per i più delicati casi oncologici che, durante il proprio percorso, possono necessitare di terapie odontoiatriche. Un esempio sono gli impianti zigomatici: soluzioni di altissima predicibilità indicate per tutti i pazienti con neoplasie che hanno subito un’importante demolizione ossea e mucosa.

Il grande vantaggio risiede nello zigomo, che offre un sostegno costante e robusto su cui avvitare l’impianto – rivela il Prof a.c. Gallo – Non solo: la possibilità di eseguire questa tipologia di intervento in una sola seduta o nel giro di pochi giorni ottimizza e riduce drasticamente i tempi, che, in un paziente di tale fragilità, sono cruciali”.

Il buon esito di queste operazioni è testimoniato da molti lavori: un caso particolare è lo studio clinico che ha valutato l’efficacia dell’impianto SLActive®, evidenziando una percentuale record di successo del 100% nei pazienti trattati con radioterapia.

Quando l’anatomia orale è alterata un buon aiuto può arrivare anche dal digitale, in particolare dalla tecnica guidata – aggiunge il Prof a.c. Gallo – Inoltre, la scienza progredisce sempre di più: a volte gli impianti vengono applicati sui cosiddetti lembi liberi, ovvero ossa del corpo, ad esempio il perone, trasportate e modellate come una nuova mandibola, su cui viene poi inserito l’impianto”.   


Consigli e buone pratiche, tra prevenzione e multisciplinarietà

La prevenzione e un approccio multidisciplinare alla malattia dato dalla sinergia tra medici specialisti (oncologo e odontoiatra di riferimento) sono armi importanti nella lotta e nella gestione del cancro.Innanzitutto, è stato dimostrato che mangiare sano, mantenere il giusto peso corporeo, fare regolare attività fisica e moderare il consumo di bevande alcoliche può ridurre fino al 30% il rischio di ammalarsi di tumore.[3] In questo scenario, anche la salute orale deve essere alla base: i pazienti con neoplasie dovrebbero essere da subito indirizzati ad un percorso odontoiatrico maxillo facciale di prevenzione, anticipando tutte le cure odontoiatriche che potrebbero rendersi necessarie durante la terapia oncologica e curando con attenzione la propria igiene orale. “Fumo, abuso di alcol e scarsa salute orale sono gli ingredienti di un cocktail micidiale – conclude il Prof a.c. Gallo – Queste cattive abitudini combinate agiscono sul meccanismo delle cellule che, a un certo punto, iniziano a non seguire i normali stimoli, impazzendo e replicandosi in modalità smisurata, creando quindi nuclei autonomi, ovvero i tumori”.    

A cura di: Ufficio Stampa Strauman 

__________________

[1] “I numeri del cancro in Italia 2021”, volume redatto da Associazione Italiana di Oncologia Medica (AIOM), Registri Tumori Italiani (Gruppo di Lavoro Numeri 2021), Società Italiana di Anatomia Patologica e di Citologia Diagnostica (SIAPEC-IAP), Fondazione AIOM, sorveglianze PASSI e PASSI d’Argento (PdA) dell’ISS e Osservatorio Nazionale Screening (ONS), 2021. 

[2] “I numeri del cancro in Italia 2021”, volume redatto da Associazione Italiana di Oncologia Medica (AIOM), Registri Tumori Italiani (Gruppo di Lavoro Numeri 2021), Società Italiana di Anatomia Patologica e di Citologia Diagnostica (SIAPEC-IAP), Fondazione AIOM, sorveglianze PASSI e PASSI d’Argento (PdA) dell’ISS e Osservatorio Nazionale Screening (ONS), 2021.

[3] “I numeri del cancro in Italia 2021”, volume redatto da Associazione Italiana di Oncologia Medica (AIOM), Registri Tumori Italiani (Gruppo di Lavoro Numeri 2021), Società Italiana di Anatomia Patologica e di Citologia Diagnostica (SIAPEC-IAP), Fondazione AIOM, sorveglianze PASSI e PASSI d’Argento (PdA) dell’ISS e Osservatorio Nazionale Screening (ONS), 2021.  

Articoli correlati

La prof.ssa Giuseppina Campisi

Appena pubblicato su Dental Cadmos (accesso libero) il Lavoro della SIPMO e della SIOMMMS che mira a definire la gestione odontoiatrica dei pazienti con cancro al seno o alla prostata in terapia con...


In una recente revisione viene riassunto il ruolo di un microbioma orale equilibrato che utilizza probiotici e loro derivati nella prevenzione, presentandolo come potenziale...

di Lara Figini


“Oral Care Total Care”, il programma AIO per una diagnostica vincente. Le indicazioni del prof. Silvio Abati e del Vice Presidente AIO David Rizzo


Il vice presidente Nazionale AIO David Rizzo presenta il progetto Oral Care Total Care ed il protocollo utilizzato per individuare possibili lesioni


Obiettivo: approfondire tutte le fasi del processo di diagnosi, cura, follow-up e riabilitazione dei pazienti affetti da questa malattia. Prevista la diretta di un intervento di chirurgia oncologica


Una linea di prodotti a 360 gradi per un’azione di prevenzione e trattamento quotidiano contro infiammazioni e sanguinamenti gengivali, gengiviti, stomatiti, parodontiti e afte...


La prof.ssa Nardi ricorda come la carenza di vitamina D sia stata associata a una maggiore prevalenza del rischio di parodontite e infiammazione gengivale

di Prof.ssa Gianna Maria Nardi


La prof.ssa Nardi sollecita l’attenzione alla delicata fase del debonding, che spesso risulta essere inefficace compromettendo la salute e la luminosità dello smalto dentale e...

di Prof.ssa Gianna Maria Nardi


Secondo uno studio commissionato dall'ADF, le malattie parodontali associate alle patologie correlate provocano un costo sanitario che sfiora il miliardo di euro


I cinque effetti che il fumo può avere sulla salute generale e sulla salute orale. Punti di attenzione e consigli da condividere con i vostri pazienti.


La prof.ssa Nardi sottolinea il ruolo fondamentale di sentinella della salute del cavo orale e delle correlazioni con le patologie sistemiche ed indica i livelli di attenzione per...

di Prof.ssa Gianna Maria Nardi


Se dovessi indicare, da paziente un po’ più informato della media sul settore odontoiatrico, il più significativo tra i tanti cambiamenti che la professione odontoiatrica sta...

di Norberto Maccagno


Altri Articoli

La guida degli esperti sulla connessione tra salute orale e salute neurologica: ecco perché lavarsi i denti è un’abitudine essenziale


Corsi per ortodonzia estetica e tecniche chirurgiche avanzate, ma anche per la gestione aziendale, il marketing digitale e l’intelligenza artificiale applicata all’odontoiatria


Restituito il sorriso a 800 ragazzi attraverso 6000 prestazioni. Nove gli ospiti che hanno potuto frequentare la scuola di odontotecnica 


Presto in commercio il primo spray nasale di adrenalina in caso di shock anafilattico potenzialmente mortale nei soggetti allergici gravi


Prof.ssa Ottolenghi: una opportunità ed una sfida con l’obiettivo di consentire a tutti gli Atenei di arrivare alla scadenza del 2027/28 con lo stesso passo 


L'essiccatore a membrana ad alta efficienza per aria compressa di altissima qualità rappresenta un significativo passo avanti nell'affidabilità dei sistemi di compressori per...


Coinvolti gli igienisti dentali che hanno frequentato durante l’anno i corsi pratici presso l’Academy. Due i lavori eccellenti vincitori a pari merito


La giurisprudenza sottolinea l'importanza di una documentazione clinica completa e accurata non solo per il trattamento del paziente, ma anche per la tutela legale degli operatori sanitari


Ad Udine 4 posti a tempo indeterminato, le domande entro il 10 agosto. A Napoli 4 posti a tempo pieno ma per 12 mesi, domande entro il 24 luglio


lo studio del Dipartimento di Medicina e innovazione tecnologica dell’Insubria di Varese pubblicato su Frontiers in Immunology


Anche per i professionisti è possibile accedere alla proposta tramite RedditiOnline o tramite la dichiarazione precompilata


Obiettivo dell’iniziativa: dare agli iscritti le dritte giuste sulle polizze di Rc Professionale e sulle altre tutele che possano garantire una professione serena e senza intoppi


Perché conviene un archivio digitale, come risolvere il problema dei documenti cartacei, quali le soluzioni possibili


Il primo passo nel processo di decontaminazione è garantire che gli strumenti dentali riutilizzabili siano scrupolosamente puliti: in un recente articolo pubblicato sul British...


 
 
 
 

Il Podcast
dell'Innovazione
Odontoiatrica

TUTTI GLI EPISODI
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Iscriviti alla Newsletter

 
 

Corsi ECM

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

I più letti

 
 

Corsi, Convegni, Eventi

 
 
 
 
 
 

Guarda i nostri video

Guarda i nostri video

La lezione di storia dell’odontoiatria del prof. Guastamacchia

 
 
 
 
chiudi